dalla Home

Curiosità

pubblicato il 19 maggio 2014

Las Vegas Star Cars, incredibili foto di KITT

Ballerine piumate, Catwoman, Batmobile... atmosfera surreale attorno all'auto costruita in Italia

Las Vegas Star Cars, incredibili foto di KITT
Galleria fotografica - KITT Made in Italy a Las VegasGalleria fotografica - KITT Made in Italy a Las Vegas
  • KITT Made in Italy a Las Vegas - anteprima 1
  • KITT Made in Italy a Las Vegas - anteprima 2
  • KITT Made in Italy a Las Vegas - anteprima 3
  • KITT Made in Italy a Las Vegas - anteprima 4
  • KITT Made in Italy a Las Vegas - anteprima 5
  • KITT Made in Italy a Las Vegas - anteprima 6

KITT è arrivata a destinazione. Gli amici di American Garage che l'hanno ricostruita in Italia, Marco e Valerio, sono stati accolti al Las Vegas Star Cars (15-17 maggio), il raduno d’auto celebri organizzato per beneficenza ogni anno, da migliaia di appassionati. Il loro lavoro, così accurato, ha attirato l'attenzione di tantissimi partecipanti e l'auto ha sfilato tra celebrità in carne ed ossa e personaggi "mitici" come Catwoman. L'atmosfera, come si vede nelle foto, è stata surreale, con Batmobili su strada, KITT e DeLorean... Ma arrivare a Las Vegas da New York non è stato facile. Come vi abbiamo raccontato l'auto è rimasta sequestrata in dogana senza nessuna certezza di averla in tempo per portare a compimento tutti gli sforzi fatti dai suoi elaboratori. Dopo cinque giorni sono riusciti a partire, ma il ritardo ha influenzato la tabella di marcia e alcuni appuntamenti sono saltati. Indimenticabile è stato il Welcome Party a base di BBQ a casa di Bo McDonald, fondatore della knightfoundation.net (una community dedicata a KITT), dove accanto a KITT c'erano un A-Team VAN e la DeLorean.

E poi ci sono stati i problemi tecnici. Avendo avuto poco tempo per preparare l'auto prima della partenza, Marco ha dovuto completare il lavoro durante il viaggio e installare il nuovo software in inglese che aveva scritto nel mese in cui la macchina era in viaggio in nave verso gli Stati Uniti. "Siamo partiti con la macchina da sistemare, ma senza un posto dove lavorare se non il parcheggio del motel", ci ha raccontato Marco, che non si è mai scoraggiato nonostante le difficoltà incontrate lungo la strada, come quando si è rotto l'impianto dei fari... "Io non mi fermo mai davanti a nessun ostacolo e assieme a Valerio abbiamo bypassato l'impianto collegando le lampade direttamente alla batteria" per proseguire il viaggio ed arrivare in un luogo tranquillo dove risolvere il guasto. Dormendo tre ore a notte e guidando a ritmo serrato ci sono riusciti: circa 2.000 km in una settimana. KITT è rimasta funzionante al 100% nonostante la pioggia e la neve che l'hanno bagnata e tutti i km che ha percorso! E adesso si spera nel sogno americano. Marco ci ha confidato di cercare un'opportunità lavorativa negli States dove poter vivere con la famiglia. Restate connessi e sapremo se KITT Made in Italy resterà in America!

Autore:

Tag: Curiosità , auto del cinema


Top