dalla Home

Tuning

pubblicato il 19 maggio 2014

Huet Brothers HB Coupé

L'ultimo progetto dei fratelli olandesi per una coupé retrò si potrebbe basare sul nuovo telaio Skyactive in comune fra mazda e Fiat

Huet Brothers HB Coupé
Galleria fotografica - Huet Brothers HB CoupéGalleria fotografica - Huet Brothers HB Coupé
  • Huet Brothers HB Coupé - anteprima 1
  • Huet Brothers HB Coupé - anteprima 2
  • Huet Brothers HB Coupé - anteprima 3
  • Huet Brothers HB Coupé - anteprima 4
  • Huet Brothers HB Coupé - anteprima 5
  • Huet Brothers HB Coupé - anteprima 6

Vi dice niente il nome Huet? Sono i famigerati fratelli olandesi che, dopo aver iniziato col partecipare ai numerosi tour europei di auto d’epoca, hanno deciso di costruirsele in proprio, dando vita, così, a una piccola fabbrica di automobili sportive retrò. Il primo di questi modelli è stato chiamato Huet Brothers Special, fu presentato nel 2009 e si basava su una vecchia Triumph TR6. Pochi anni dopo hanno iniziato a mostrare in giro i disegni per una nuova coupé che avrebbe ospitato un motore sei cilindri in linea sotto un lungo cofano e un linea del tetto "fastback”. Negli ultimi due anni e mezzo, purtroppo, non abbiamo visto materializzarsi nulla dei piani dei fratelli Huet, ma gli olandesi ci dicono che i progetti sono ancora sul loro tavolo.

Secondo le pagine motori del quotidiano olandese De Telegraaf, Tino e Paul Huet stavano progettando di costruire la loro coupé sulla base della Mazda MX-5. Ma ora che Mazda si sta preparando a lanciare un nuovissimo modello, gli Huet hanno deciso di aspettare fino al prossimo anno e costruire la loro auto da sogno sul nuovo progetto roadster Skyactiv. Ma piuttosto che ficcarci a forza un motore più grande, i Fratelli olandesi sarebbero più dell’idea di adottare il quattro cilindri giapponese offrendo modifiche a richiesta dei clienti. La HB diventerebbe in pratica il terzo “costruttore”, assieme a Mazda e Fiat, a utilizzare la stessa piattaforma. Il tutto sempre se Huet Brothers riceverà gli ordini necessari per avviare la produzione. Per il momento dicono di avere 21 prenotazioni, ma ne servono almeno 40 per iniziare.

Autore: Francesco Stazi

Tag: Tuning , tuning


Top