dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 16 maggio 2014

Automobilisti e ciclisti: la mappa delle piste ciclabili in Italia

La rete di ciclovie italiana è ancora da sviluppare, ma informarsi è sempre più facile

Automobilisti e ciclisti: la mappa delle piste ciclabili in Italia
Galleria fotografica - L'intermodalità fra auto e biciGalleria fotografica - L'intermodalità fra auto e bici
  • L\'intermodalità fra auto e bici - anteprima 1
  • L\'intermodalità fra auto e bici - anteprima 2
  • L\'intermodalità fra auto e bici - anteprima 3
  • L\'intermodalità fra auto e bici - anteprima 4
  • L\'intermodalità fra auto e bici - anteprima 5
  • L\'intermodalità fra auto e bici - anteprima 6

Automobilisti e ciclisti: due “categorie” che in Italia sono in contrapposizione più che in altri Paesi. Per cultura e abitudini, certo, ma anche per la lentezza di adeguamento delle strade, in città come fuori, che spesso non garantisce la sicurezza. Oltre alla realizzazione di infrastrutture, però, è importante anche fare informazione per diffondere una concezione più moderna di mobilità e rendere sempre più normale l’intermodalità, in cui auto e bici possono (e devono) diventare protagoniste. In passato abbiamo reso note le regole di convivenza fra due e quattro ruote, e ora diamo notizia della pubblicazione online sul sito di bicitalia.org della rete nazionale di piste ciclabili.

Sempre più automobilisti, d’altronde, stanno diventando - se così si può dire - anche dei ciclisti. Per lo più per spostarsi in città, ma anche nel tempo libero. La pubblicazione della rete ciclabile italiana è un progetto realizzato con il contributo del Ministero dell'Ambiente, della European Cyclists' Federation e della Federazione Italiana Amici della Bicicletta. Accanto alla mappa delle strade a misura di bici, sul sito si vengono fornite anche indicazioni turistiche, come nel caso del database Albergabici. Le ciclovie, inoltre, sono suddivise per Regione, vengono segnalate quelle che sfruttano come tracciati i binari di ex ferrovie e ci sono itinerari definiti “di qualità” per interesse paessaggistico, culturale e storico. Come i tender sulle barche, quindi, acquisteranno sempre più importanza le linee di accessori delle case automobilistiche, per dare la possibilità di trasporare in auto (dentro o fuori) dalle bici pieghevoli alle elettriche a pedalata assistita.

Autore:

Tag: Attualità , mobilità sostenibile


Top