dalla Home

Attualità

pubblicato il 15 maggio 2014

Dossier Spending Review

Auto blu all'asta: esplode il caso della Polizia Penitenziaria

In vendita sarebbero finite vetture di agenti e non dirigenti e presto molti mezzi arrugginiranno in deposito

Auto blu all'asta: esplode il caso della Polizia Penitenziaria
Galleria fotografica - Le Auto Blu del Governo messe all'asta su eBayGalleria fotografica - Le Auto Blu del Governo messe all'asta su eBay
  • Volkswagen Phaeton   - anteprima 1
  • Volvo S80 - anteprima 2
  • Maserati Quattroporte (M139MS) - anteprima 3
  • Maserati V8 - anteprima 4
  • Jaguar XF - anteprima 5
  • Jaguar S-Type R - anteprima 6

Auto blu sempre nell'occhio del ciclone. La messa all'asta su eBay di alcune vetture ha finora sollevato più polemiche che consensi. Lasciando da parte le critiche sull'operazione ritenuta più di propaganda che di spending review, a gettare benzina sul fuoco è la notizia - apparsa su IlTempo - che sono finite in vendita alcune vetture comprate dalla Polizia Penitenziaria per servizi di scorta e polizia e che invece sarebbero state utilizzare per accompagnare dirigenti e provveditori. A parlare del caso è il Sindacato autonomo di polizia penitenziaria (Sappe) che racconta di una gestione poco efficace anche dell'attuale parco auto. Stando alle dichiarazioni del Sappe starebbero per finire inutilizzate nell'Autorimessa del Polo di Rebibbia (Roma) ventiquattro auto, dodici in dotazione alla sede centrale del Dap, altre dodici finora in uso ai provveditorati locali.

Tra le altre ci sarebbero due BMW di cui non viene specificato il modello, una Chrysler 300C Touring, sei Subaru Impreza 2.0 T, una Hyundai Terracan, una Citroen C5, quattro Alfa Romeo Twin Spark, due Fiat Croma e sette Lancia (di cui sei blindate) che immaginiamo possano essere delle Thesis o Lybra. Tutte avrebbero la targa Polizia Penitenziaria, ma ne avrebbero sempre utilizzata una di copertura civile per essere utilizzate dai dirigenti. Una circolare interna al Dap le addita a "non più rispondenti alle esigenze attuali e funzionali dell'amministrazione". Da qui la critica del sindacato: "È assurdo disporre fuori uso auto che potrebbero essere ancora utilissime alla causa", "mentre i mezzi in dotazione alla Penitenziaria per svolgere i compiti istituzionali cadono in pezzi e nessuno si preoccupa di sostituirli - dice il segretario del Sappe Donato Capece -. Si pensi che i mezzi blindati che servono per i trasferimenti dei detenuti hanno una percorrenza media di 300.000 chilometri, con punte di oltre 600.000. E il 70% dei mezzi ha ormai superato i quattrocentomila chilometri".

Autore:

Tag: Attualità , auto blu


Top