dalla Home

Mercato

pubblicato il 5 maggio 2014

Gruppo Fiat, il piano prodotti 2018 è "interattivo"

Martedì 6 maggio la comunicazione dell'azienda italiana vola sul web

Gruppo Fiat, il piano prodotti 2018 è "interattivo"
Galleria fotografica - Gruppo Fiat, 2013 interactive reportsGalleria fotografica - Gruppo Fiat, 2013 interactive reports
  • Gruppo Fiat, 2013 interactive reports - anteprima 1
  • Gruppo Fiat, 2013 interactive reports - anteprima 2
  • Gruppo Fiat, 2013 interactive reports - anteprima 3
  • Gruppo Fiat, 2013 interactive reports - anteprima 4
  • Gruppo Fiat, 2013 interactive reports - anteprima 5
  • Gruppo Fiat, 2013 interactive reports - anteprima 6

Il conto alla rovescia è iniziato: martedì 6 maggio è un giorno molto importante per l'auto italiana con il Gruppo Fiat che presenta il piano prodotti 2018. E' la prima volta che la conferenza stampa è organizzata fuori dall'Italia, ad Auburn Hills, città degli Stati Uniti dove ha sede Chrysler, ed è una tappa significativa anche per la comunicazione perché stavolta non ci sarà diretta streaming o comunicati a fine giornata, tutto si segue online con le slide delle presentazioni pubblicate in tempo reale sul web. E' un modo per proseguire il discorso iniziato con i risultati di bilancio 2013. Su Fiatspa.com per la prima volta i dati si possono leggere in maniera interattiva attraverso una navigazione che comprende numerose foto e video. "Siamo riusciti a creare un costruttore di auto globale, il settimo più grande del mondo, una realtà unica e straordinariamente ricca a livello tecnico, professionale e umano", si legge nella prima schermata e sia il presidente John Elkann sia l'ad Sergio Marchionne hanno pubblicato qui i messaggi per gli azionisti.

La comunicazione del piano prodotti 2018 prosegue così, con un'attenzione particolare su due marchi (Alfa Romeo e Jeep) ed un mercato, la Cina. Del rilancio di Alfa Romeo si parla da anni e Marchionne ha sempre detto che i lavori sono proseguiti lentamente per essere perfetti. Già è noto che il marchio sportivo diventerà una realtà a sé stante ed il primo passo di questo nuovo percorso è rappresentato dal SUV Alfa Romeo basato su Jeep Cherokee che, stando a fonti vicine all'azienda, monterà il V6 bi-turbo Ferrari e Maserati. Questi rumors hanno già fruttato bene a Fiat Spa il cui titolo in Borsa è passato dai 6 ai 9 euro per azione. Jeep, stando ad Automotive News, dovrà invece raddoppiare le vendite entro il 2018 superando la soglia di 1,5 milioni di unità e per farlo l'azienda punterà su Cina e Sud America. La Cina si conferma un mercato chiave anche per Fiat-Chrysler insieme agli Stati Uniti (un mercato fondamentale: "Basti pensare che da solo vale quanto l'Europa", ha detto Marchionne) e qui vale molto la rete di concessionarie Chrysler. Altri dettagli seguiranno nelle prossime ore.

Galleria fotografica - SUV Alfa RomeoGalleria fotografica - SUV Alfa Romeo
  • SUV Alfa Romeo - anteprima 1
  • SUV Alfa Romeo - anteprima 2
  • SUV Alfa Romeo - anteprima 3
  • SUV Alfa Romeo - anteprima 4
  • SUV Alfa Romeo - anteprima 5
  • SUV Alfa Romeo - anteprima 6

Autore:

Tag: Mercato , Fiat


Top