dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 22 aprile 2014

Audi TT offroad concept, 100 km con 1,9 litri di carburante

La trazione ibrida plug-in è dotata di due motori elettrici da 408 CV ed un 2.0 TFSI che eroga 292 CV

Audi TT offroad concept, 100 km con 1,9 litri di carburante
Galleria fotografica - Audi TT offroad conceptGalleria fotografica - Audi TT offroad concept
  • Audi TT offroad concept - anteprima 1
  • Audi TT offroad concept - anteprima 2
  • Audi TT offroad concept - anteprima 3
  • Audi TT offroad concept - anteprima 4
  • Audi TT offroad concept - anteprima 5
  • Audi TT offroad concept - anteprima 6

I geni sportivi della TT uniti ai punti di forza dei SUV compatti Audi. Al Salone di Pechino debutta la TT offroad concept, una quattro porte dotata di due motori elettrici da 408 CV che percorre 100 chilometri con 1,9 litri di carburante, a fronte di emissioni di CO2 di 45 g/km. In modalità solo elettrica ovviamente le emissioni si azzerano e la percorrenza arriva a 50 km, a fronte di un'autonomia complessiva di 880 chilometri. Il motore a combustione è un 2.0 TFSI che eroga 292 CV e sviluppa 380 Nm di coppia. E' disposto in modo trasversale ed è collegato, da una frizione di separazione, a un motore elettrico di 40 kW di potenza massima, con una coppia di 220 Nm, che è integrato nel cambio S tronic a sei rapporti che a sua volta, mediante una doppia frizione, invia la forza motrice alle ruote anteriori. Il secondo motore elettrico, con una potenza massima di 85 kW e una coppia di 270 Nm, opera all'asse posteriore. La Audi TT offroad concept offre tre modalità di guida (solo elettrica, ibrida e con tutti e tre i motori a lavoro) e può diventare una e-tron quattro quando il sistema di gestione ibrido ritiene utile procedere con una trazione integrale. Ci sono poi una serie di soluzioni tecnologiche innovative che vedremo presto sulle Audi di serie.

SIMILE AD UNA Q3, MA EREDE DELLA TT
La Audi TT offroad concept si basa sul pianale modulare trasversale (MQB) e la sua carrozzeria ruota attorno al principio Audi Space Frame (ASF) che prevede l'impiego di componenti in acciaio e alluminio. Tutto è stato studiato per rendere basso il baricentro ed esaltarne le qualità sportive (pensiamo alla collocazione delle batterie). La Audi TT offroad concept si avvicina per dimensioni ad una Q3 (4,39 metri di lunghezza, 1,85 metri di larghezza e un passo di 2,63 metri), ma gli stilemi sono quelli tipici della TT, a cui assomiglia soprattutto se vista lateralmente. Gli sbalzi sulle fiancate sono corti, la fascia finestrata ha linee filanti ed il profilo del tetto spiove all'indietro, da vera sportiva. Frontalmente invece, oltre all'ampia calandra single-frame, si riconosce per le grandi prese d’aria sotto i gruppi ottici in tecnologia LED matrix e per la terza presa d'aria piatta, sotto la griglia radiatore. Dietro, il paraurti in colore di contrasto ricomprende i due terminali di scarico circolari ed una lama con scritta "quattro" li collega tracciando una linea che evidenzia la dimensione orizzontale dell'auto. Anche gli interni si ispirano fortemente alla TT: la parte superiore della plancia portastrumenti ha l'aspetto di un'ala ed è sorretta da una struttura a vista in alluminio che si propone anche come elemento decorativo orizzontale, integrando le bocchette dell'aria tonde che ricordano i propulsori di un jet. La maggior parte dei comandi viene gestita tramite il volante multifunzione o il terminale MMI sulla consolle del tunnel centrale. La strumentazione è visualizzata nell'Audi virtual cockpit, un display TFT di 12,3” che riproduce le immagini in 3D. Nel sistema di areazione si trova anche uno ionizzatore sviluppato sulla base di quello già presente su A6 e A8 e poi ci sono tre Audi Smart Display, dei tablet che fungono da sistema di infotainment mobile da utilizzare anche fuori dall'auto. Una curiosità: nel vano bagagli è posto un contenitore personalizzato in cui è custodito un modellino radiocomandato dell'auto in scala 1:8.

SI RICARICA ANCHE WIRELESS
Davanti all'asse anteriore della Audi TT offroad concept è disposta una batteria agli ioni di litio, con raffreddamento a liquido, composta da otto moduli distinti che contribuisce a rendere equilibrata la distribuzione dei pesi (con un rapporto percentuale di 54:46 tra avantreno e retrotreno) abbassando il baricentro. La batteria immagazzina 12 kWh di energia e per ricaricarla si usa l'Audi wall box o in alternativa si può ricorrere alla ricarica Audi wireless charging che sfrutta la tecnologia dell’induzione e non richiede alcun contatto fisico tra auto e rete: basta parcheggiare la Audi TT offroad concept sull'apposita piastra e il processo di ricarica si avvia (e poi si interrompe) automaticamente. Il tempo necessario è all’incirca lo stesso di quello che servirebbe ricorrendo a un cavo e il costruttore assicura che non esiste alcun pericolo nell'utilizzo. La Audi TT offroad concept presenta poi due sistemi di assistenza per il guidatore che presto verranno prodotti in serie: l’assistente per gli incroci e la tecnologia di informazione online per i semafori. L’assistente per gli incroci ha il compito di aiutare a prevenire collisioni laterali in fase di immissione negli incroci o, quanto meno, di ridurne, eventualmente, le conseguenze. Dei sensori radar e una videocamera con obiettivo grandangolare monitorano sia l’area anteriore alla vettura sia quelle laterali. Se il sistema individua un mezzo che si avvicina alle fiancate della vettura e ritiene critica la situazione, il conducente viene allertato in modo graduale dal cruscotto virtuale. Il servizio di informazioni sui semafori online collega la Audi TT offroad concept, mediante la rete telefonica, alla centrale gestionale del sistema semaforico urbano. Il cruscotto virtuale Audi, in base alle informazioni ottenute, mostra al conducente quale velocità è consigliabile tenere per raggiungere il semaforo successivo quando è verde. Se poi un semaforo è rosso, sul cruscotto viene visualizzato il tempo mancante finché scatti il verde.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Audi


Top