dalla Home

Home » Argomenti » Pneumatici

pubblicato il 16 aprile 2014

Dossier Viaggiare d’inverno, speciale pneumatici invernali

Cambio gomme: come evitare multe fino a 1.682 euro dal 15 maggio

Facciamo chiarezza su una questione delicata che solleva dubbi e polemiche

Cambio gomme: come evitare multe fino a 1.682 euro dal 15 maggio
Galleria fotografica - Come si montano le gomme invernaliGalleria fotografica - Come si montano le gomme invernali
  • Come si montano le gomme invernali - anteprima 1
  • Come si montano le gomme invernali - anteprima 2
  • Come si montano le gomme invernali - anteprima 3
  • Come si montano le gomme invernali - anteprima 4
  • Come si montano le gomme invernali - anteprima 5
  • Come si montano le gomme invernali - anteprima 6

Qualcuno forse sarà già saltato dalla sedia leggendo su alcuni articoli che dal 15 maggio sono obbligatorie le gomme estive altrimenti si paga una multa da 419 a 1.682 euro. La notizia, che sta rimbalzando in questi giorni, è imprecisa perché non c'è nessun obbligo a montare le gomme estive e la multa scatta solo in casi specifici che adesso vi spieghiamo, ricordandovi che - ordinanze a parte - le gomme sono fondamentali per la sicurezza stradale e che vanno sempre controllati, ben tenuti e montati con criterio in base al periodo stagionale.

NIENTE PIU' OBBLIGO DI PNEUMATICI INVERNALI
Le ordinanze che regolano la circolazione con dotazioni invernali (obbligo di pneumatici invernali o catene a bordo) sono scadute in tutta Italia il 15 aprile e rispetto agli anni passati sono aumentate, addirittura dal 2010 ad oggi sono più che raddoppiate. Nell'inverno appena trascorso la metà delle province italiane ha adottato provvedimenti per la circolazione in inverno coinvolgendo il 49% della popolazione (il numero delle province coinvolte è passato da 25 a 53). E' rimasta invece aperta la questione di Milano, che fu la prima Provincia italiana ad adottare l’obbligo di circolare con il corretto equipaggiamento in inverno già nel 2010, ma che poi per problemi politici a tutt'oggi l'ha congelata. Dal 16 aprile quindi non è più obbligatorio circolare con gli pneumatici invernali o le catene da neve a bordo (salvo specifiche condizioni meteo) e a generare confusione e allarmismo in questi giorni è una parte della circolare del Ministero dei Trasporti che, se letta a metà, non informa nel modo giusto.

CHI PRENDE LA MULTA FINO A 1.682 EURO
Il Ministero dei Trasporti ha spiegato, con la circolare numero 1049 del 17 gennaio 2014, che dal 15 maggio non è consentito viaggiare con pneumatici di tipo M+S con codice di velocità inferiore a quanto indicato in carta di circolazione: pena una sanzione da 419 a 1.682 euro, il ritiro della carta di circolazione e l'invio in revisione del veicolo. Questa sanzione quindi riguarda solo chi ha questo tipo di gomme e non tutti gli automobilisti. Dal 15 aprile al 15 maggio il Ministero ha concesso una deroga a chi monta pneumatici di tipo M+S con codice di velocità inferiore a quanto indicato in carta di circolazione perché sono emerse difficoltà nell'adeguamento alla normativa. La circolazione con pneumatici M+S con codici di velocità inferiori a quelli riportati in carta di circolazione sarà di nuovo consentita dal 15 ottobre. Quindi precisiamo insieme al Ministero che "l'uso degli pneumatici invernali consentiti e cioè quelli con i parametri riportati sulla carta di circolazione ivi compreso l'indice di velocità non ha restrizioni di carattere temporale e che pertanto essi possono essere usati durante tutti i mesi dell'anno solare".

CHE COSA SIGNIFICA M+S E CODICE DI VELOCITA'
Le gomme M+S sono quelle che sentiamo definire "quattro stagioni" o "all-season", dove la sigla M+S sta per "Mudd+Snow" ovvero "Fango+neve". Questo significa che si possono tenere tutto l'anno anche quando e dove vige l'obbligo delle catene da neve a bordo o gomme invernali, contraddistinte invece dal simbolo di una montagna con un fiocco di neve dentro. Questo però non significa che sono uguali in termini di prestazioni. Su fondi scivolosi come quelli che si trovano in inverno le gomme M+S offrono meno aderenza di quelle termiche (appositamente studiate per affrontare al meglio queste situazioni). L'indice di velocità invece è un codice alfabetico che corrisponde alla velocità massima a cui un pneumatico può viaggiare. Non si possono montare pneumatici che hanno un indice di velocità inferiore a quello delle gomme montate in origine o raccomandato dal costruttore (volendo fare un esempio spicciolo sarebbe come mettere un paio di sci da professionista ai piedi di un principiante), semmai si può optare per un indice di velocità superiore. In inverno però si può montare un indice di velocità inferiore di una lettera rispetto ai pneumatici estivi. Per conosce il proprio indice potete confrontare quello che c'è scritto sul fianco di uno dei vostri pneumatici con la seguente tabella:

Galleria fotografica - Come si montano le catene da neveGalleria fotografica - Come si montano le catene da neve
  • Come si montano le catene da neve - anteprima 1
  • Come si montano le catene da neve - anteprima 2
  • Come si montano le catene da neve - anteprima 3
  • Come si montano le catene da neve - anteprima 4
  • Come si montano le catene da neve - anteprima 5
  • Come si montano le catene da neve - anteprima 6

Pneumatici invernali o catene da neve? Ecco come scegliere

A prescindere dalle capacità tecniche di un'auto, magari a trazione integrale come questa Ford Kuga, per viaggiare d'inverno è importante dotarsi di gomme invernali o catene da neve, i due dispositivi che per legge sono richiesti per circolare sulle strade dove sono in vigore le ordinanze prescritte dal Codice della strada, nel periodo compreso in generale fra il 15 novembre e il 15 aprile (salvo eccezioni, stabilite a livello locale). Ripassiamo quali sono le differenze.

Autore:

Tag: Da Sapere , pneumatici , pneumatici invernali , catene da neve


Top