dalla Home

Home » Argomenti » Codice della Strada

pubblicato il 9 aprile 2014

Il semaforo T-Red è impotente contro le auto senza Rca

L’apparecchio che multa chi passa col rosso non "capisce" se una macchina è senza assicurazione

Il semaforo T-Red è impotente contro le auto senza Rca

Avete presente gli strumenti che multano chi passa col semaforo rosso? Hanno diversi nomi, ma i più noti i T-Red. Ebbene, il ministero dei Trasporti lo ha chiarito una volta per tutte, con un parere: non possono individuare chi circola senza polizza assicurativa obbligatoria Rca. La controversia era nata con la legge di stabilità per il 2012: il legislatore voleva usare l’elettronica (telecamere come autovelox, Tutor, Ztl, T-Red) per l’accertamento delle violazioni relative all’assenza della copertura assicurativa. Niente da fare, almeno per quanto riguarda i T-Red.

L’ERRORE DEL LEGISLATORE
Probabilmente, a incidere sul parere negativo del ministero, c’è il fatto che la legge di stabilità per il 2012 non è andata a toccare l’articolo 201 del Codice della strada: qui, è stato ritenuto legittimo l’impiego di apparecchi per l’accertamento differito delle violazioni anche per altri casi. Quindi, non solo la velocità, ma anche altre violazioni, come la circolazione senza Rca. Che viene punita con una multa di 841 euro e il sequestro del mezzo. A meno che il proprietario del mezzo si ravveda velocemente, e allora ha diritto a pagare un quarto della sanzione.

UNA RIFORMA MONCA
La lotta ai veicoli sprovvisti di Rc auto, che secondo una recente stima sono 3,8 milioni, nasce monca: il T-Red viene estromesso dal compito di scovare gli automobilisti sprovvisti di assicurazione. Questo ruolo sarà affidato solo ad autovelox, Tutor e telecamere delle Ztl? L'idea era stata lanciata dal caposervizio della Polizia stradale del ministero dell'Interno Roberto Sgalla, che ad OmniAuto.it aveva spiegato come la tecnologia fosse già disponibile, ma che ci fosse bisogno di un intervento normativo per poterla applicare, intervento che è legge dello Stato. In futuro (si attendono le ultime direttive tecniche da parte dei ministeri competenti), autovelox, Tutor e telecamere stradali leggeranno le targhe ed effettueranno un confronto con la banca dati delle Compagnie assicurative. Se il mezzo identificato risulterà sprovvisto di copertura, le Forze dell'ordine inviteranno il proprietario a esibire il certificato di assicurazione, in mancanza del quale si procederà ad applicare le sanzioni previste.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , codice della strada , sicurezza stradale


Top