dalla Home

Tuning

pubblicato il 4 aprile 2014

Dinan S3-R BMW 1M Coupé

Il Tuner americano ha provato a tirar fuori il massimo delle prestazioni possibili dal tremila sei cilindri della Casa bavarese

Dinan S3-R BMW 1M Coupé
Galleria fotografica - Dinan S3-R BMW 1M CoupGalleria fotografica - Dinan S3-R BMW 1M Coup
  • Dinan S3-R BMW 1M Coupé - anteprima 1
  • Dinan S3-R BMW 1M Coupé - anteprima 2
  • Dinan S3-R BMW 1M Coupé - anteprima 3
  • Dinan S3-R BMW 1M Coupé - anteprima 4
  • Dinan S3-R BMW 1M Coupé - anteprima 5
  • Dinan S3-R BMW 1M Coupé - anteprima 6

La BMW Serie 1 Coupè e una macchina senza tempo e, nonostante l’avvento della nuova Serie 2, continua a rimanere nel cuore dei tuner che ne proseguono a realizzare versioni più o meno elaborate. Fra le ultime che incontriamo c’è quella dell’americano Dinan; un elaboratore particolare perché fonda il suo lavoro su una meticolosa ricerca della giusta mappatura del motore attraverso sofisticati strumenti elettronici, ma non si limita certo a questo, intervenendo anche sulla carrozzeria gomme e assetti. La scommessa di Dinan, in questo caso, è stata quella di voler realizzare la più potente sovralimentazione possibile sul motore N54 di BMW e la S3-R BMW 1M è il risultato. Dal punto di vista estetico le modifiche sono abbastanza "sobrie". A parte la combinazione pneumatici/cerchi, troviamo i gusci degli specchietti in carbonio, uno spoiler posteriore sempre in fibra di carbonio e scarichi personalizzati.

Anche all’interno gli interventi sono stati minimi: tappetini con logo Dinan, pedaliera in alluminio e placchetta con numero di serie. Ma è sotto al cofano che si è fatto il grosso del lavoro. Il biturbo da 3.0 l e sei cilindri in linea, che di serie sprigiona 335 CV e 430 Nm di coppia, viene ora portato fino a 444 CV e 610 Nm di coppia massima grazie all’utilizzo di turbine più grandi, un radiatore dell’olio ad alta capacità, un intercooler “air-to-air” maggiorato e scarichi “free-flow”. Il risultato sono prestazioni di altissimo livello, unite alla grande maneggevolezza e tenuta di strada, grazie anche agli interventi sulle sospensioni, con una velocità massima stimata di 290 km/h ed un’accelerazione da 0-60 miglia orarie (96,56 km/h) in 3,8 secondi, vista la quasi totale assenza di "turbo-lag".

Autore: Francesco Stazi

Tag: Tuning , Bmw , tuning


Top