dalla Home

Tecnica

pubblicato il 26 marzo 2014

Volvo sperimenta l’auto di serie col KERS

La tecnologia ibrida del volano che recupera energia in frenata a la restituisce in accelerazione è su strada

Volvo sperimenta l’auto di serie col KERS
Galleria fotografica - Volvo Flybrid S60Galleria fotografica - Volvo Flybrid S60
  • Volvo Flybrid S60 - anteprima 1
  • Volvo Flybrid S60 - anteprima 2
  • Volvo Flybrid S60 - anteprima 3
  • Volvo Flybrid S60 - anteprima 4
  • Volvo Flybrid S60 - anteprima 5
  • Volvo Flybrid S60 - anteprima 6

L’esperienza maturata in Formula 1 dalla tecnologia KERS sembra voler al più presto approdare sulle automobili di serie. Questo è quello che appare evidente dai test condotti nel Regno Unito da Volvo e Flybrid Automotive, uno dei produttori dei dispositivi a volano installati sulle monoposto da corsa. Il programma quadriennale di studi e sperimentazione su vetture stradali Volvo prevede l’adozione del sistema ibrido Flybrid che offre 80 CV aggiuntivi alla vettura e riduce i consumi del 25%. I primi risultati concreti parlano di una tecnologia “leggera, economicamente fattibile e molto efficiente”.

UN VOLANO DA 6 KG
Per le prove su strada condotte con la collaborazione di Volvo UK vengono utilizzate delle S60 T5 con motore turbo benzina da 240 CV, opportunamente modificate. Il cuore del nuovo sistema ibrido è costituito da un KERS Flybrid posizionto sulle ruote posteriori e composto da un volano in fibra di carbonio da 20 cm e 6 kg che ruota nel vuoto fino a 60.000 giri/min. Il suo scopo è quello di recuperare energia cinetica in frenata e restituirla in accelerazione, grazie ad un’apposita trasmissione che porta la potenza del volano in libera rotazione alle ruote posteriori. In caso di frenata o decelerazione l’elettronica di gestione del sistema ibrido spegne il motore termico anteriore e sfrutta il KERS per riaccelerare o tornare alla velocità di crociera.

PIU’ SCATTANTE E PIU’ EFFICIENTE
Grandi vantaggi arrivano anche nella guida in città con la Volvo S60 Flybrid, dove le continue frenate e accelerazioni sfruttano al massimo i brevi tempi di “ricarica” del volano. In pratica la metà del tempo di guida urbana nel ciclo di omologazione NEDC viene effettuata con il KERS, ovvero più aumenta il traffico, più la vettura ibrida a volano diventa efficiente. La spinta del Flybrid consente alla Volvo S60 T5 Flybrid di esprimere 80 CV aggiuntivi e di accelerare da 0 a 100 km/h impiegando 1,5 secondi in meno rispetto alla normale S60 T5. Derek Crabb, Vice President Powertrain Engineering di Volvo Car Group, dice che dopo questi primi test occorrerà valutare “come la tecnologia possa essere implementata sui prossimi modelli Volvo”.

Galleria fotografica - Volvo perfeziona l'ibrida a volano Galleria fotografica - Volvo perfeziona l'ibrida a volano
  • Volvo perfeziona l\'ibrida a volano  - anteprima 1
  • Volvo perfeziona l\'ibrida a volano  - anteprima 2
  • Volvo perfeziona l\'ibrida a volano  - anteprima 3
  • Volvo perfeziona l\'ibrida a volano  - anteprima 4
  • Volvo perfeziona l\'ibrida a volano  - anteprima 5
  • Volvo perfeziona l\'ibrida a volano  - anteprima 6

Scegli Versione

Autore:

Tag: Tecnica , Volvo , auto ibride


Top