dalla Home

Motorsport

pubblicato il 20 marzo 2014

Dossier Castrol Titanium Trials

Titanium Strong Blackout: una corsa al buio!

Così Audi, BMW, Lamborghini e un altro top brand si sfideranno in una spettacolare gara di endurance organizzata da Castrol

Titanium Strong Blackout: una corsa al buio!
Galleria fotografica -  	Castrol Edge Titanium, la presentazione al CERN Galleria fotografica -  	Castrol Edge Titanium, la presentazione al CERN
  •  	Castrol Edge Titanium, la presentazione al CERN  - anteprima 1
  •  	Castrol Edge Titanium, la presentazione al CERN  - anteprima 2
  •  	Castrol Edge Titanium, la presentazione al CERN  - anteprima 3
  •  	Castrol Edge Titanium, la presentazione al CERN  - anteprima 4
  •  	Castrol Edge Titanium, la presentazione al CERN  - anteprima 5
  •  	Castrol Edge Titanium, la presentazione al CERN  - anteprima 6

4 supercar e 4 piloti professionisti su un circuito di gara costruito ad hoc per correre… al buio. L’obiettivo è quello di testare in condizioni a di poco estreme la resistenza dell’uomo, delle auto e, ovviamente, quella dell’olio lubrificante. Perchè per promuovere il nuovo Edge Titanium FST presentato al Cern di Ginevra, Castrol vuole innanzitutto dare spettacolo. Spettacolo che gli appassionati di motorsport e i curiosi potranno seguire online attraverso una serie di video che saranno pubblicati sul web a fine maggio.

Al momento non si sa molto di come sarà articolato questo “challenge” denominato Titanium Strong Blackout. Castrol parla di un “circuito al buio attraversato da raggi di luce”. Le auto dovrebbero correre in staffetta e quindi la corsa dovrebbe configurarsi come una gara di endurance in cui i piloti dovranno fare il miglior tempo superando una serie di “sfide” non meglio precisate. A proposito di piloti, sono stati annunciati tre nomi su quattro, ovvero Augusto Farfus, pilota della BMW DTM Castrol EDGE, Adrian Zaugg, pilota collaudatore della Lamborghini e Mike Rockenfeller, vincitore con la sua Audi del campionato DTM 2013. Ed è certo, quindi, che saranno utilizzate tre topcar dei marchi Lamborghini, BMW e Audi. Il quarto pilota (insieme alla quarta auto) sarà ufficializzo a fine aprile e dovrebbe essere un nome di spicco.

Ne sapremo di più nelle prossime settimane. Intanto vi lasciamo all’intervista di Augusto Farfus che abbiamo incontrato durante la nostra visita al Cern di Ginevra.

Titanium Strong Blackout: una corsa al buio per promuovere un nuovo olio lubrificante

4 supercar e 4 piloti professionisti su un circuito di gara costruito ad hoc per correre… al buio. L’obiettivo è quello di testare in condizioni a di poco estreme la resistenza dell’uomo, delle auto e, ovviamente, quella dell’olio lubrificante.

Autore:

Tag: Motorsport , gare


Top