dalla Home

Mercato

pubblicato il 18 marzo 2014

Mercato auto Europa a febbraio, nuovi segnali di crescita

La timida ripresa lascia fuori solo la Francia (-1,4%), mentre il gruppo Fiat fa segnare un +5,8%

Mercato auto Europa a febbraio, nuovi segnali di crescita

Continua il periodo positivo per il mercato dell’automobile in Europa. Nello scorso mese di febbraio le immaticolazioni continentali hanno infatti raggiunto quota 894.730 veicoli, con una crescita del 7,6% rispetto allo stesso mese del 2013. Per quanto positivo, questo risultato non deve comunque far pensare ad un boom di vendite, visto che in numeri assoluti si tratta del secondo peggior mese di febbraio dal 2003. Rispetto ai dati di gennaio che avevano fatto segnare valori positivi sui più importanti mercati continentali, quelli di febbraio 2014 mostrano un leggero cedimento solo per la Francia (-1,4%), mentre continuano a crescere Germania (+4,3%), Italia (+8,6%), Spagna (+17,8%) e Regno Unito (+3%). Con numeri di vendita più piccoli, ma sempre in territorio positivo, si segnalano poi le buone performance di Austria (+30,2%), Polonia (+35,2%), Portogallo (+40,2%) e Svezia (+20,5%). Interessante è notare poi che quasi tutti i grandi gruppi sono cresciuti nel mese di febbraio, compreso Fiat al +5,8%.


I risultati di vendita di febbraio 2014 suddivisi per gruppi vedono come sempre al primo posto Volkswagen che con 220.773 veicoli immatricolati cresce del 7,2%. Il gruppo Fiat veleggia invece al quinto posto nella classifica del bimestre, con 59.356 vetture vendute a febbraio (+5,8%). Il merito di questa buona prestazione è da attribuire soprattutto ai marchi Fiat (+5,7%) e Jeep (+15,4%), mentre Lancia/Chrysler si accontenta di un +2,3% e Alfa Romeo segna un poco incoraggiante -2,3%. Le crescite più importanti del mese sono invece da attribuire al gruppo Renault (+11,5%) che continua a godere dell’ottimo momento di Dacia (+33,6%), a GM (+12,3%) che conta soprattutto su Opel/Vauxhall (+15,6%), Ford (+11,3%) e Toyota (+14%). In termini percentuali i gruppi che fanno segnare le crescite maggiori sono invece Suzuki (+30,8%) e Mazda (+21,9%). Gli unici a muoversi in controtendenza verso il segno meno sono Hyundai (-3%), Jaguar Land Rover (-0,6%) e soprattutto Honda che fa registrare un pesante -15,2%.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top