dalla Home

Live

pubblicato il 9 marzo 2014

Le auto più interessanti del Salone di Ginevra 2014

È una questione soggettiva, ma ecco tre classifiche: sul podio le auto normali, quelle sportive e le esagerate

Galleria fotografica - Le auto più interessanti del Salone di Ginevra 2014Galleria fotografica - Le auto più interessanti del Salone di Ginevra 2014
  • Le auto più interessanti del Salone di Ginevra 2014 - anteprima 1
  • Le auto più interessanti del Salone di Ginevra 2014 - anteprima 2
  • Le auto più interessanti del Salone di Ginevra 2014 - anteprima 3
  • Le auto più interessanti del Salone di Ginevra 2014 - anteprima 4
  • Le auto più interessanti del Salone di Ginevra 2014 - anteprima 5
  • Le auto più interessanti del Salone di Ginevra 2014 - anteprima 6

Scegliere è una cosa difficile, perché quasi sempre bisogna fare delle rinunce. Ma dopo aver visitato tutti gli stand del Salone di Ginevra ho voluto fare una classifica delle auto che mi hanno colpito di più, e mi sono ispirato al mondo dello sport. Come scoprirete nel video, nelle tre discipline delle auto “normali”, “da sogno”, “esagerate” ho messo sul podio le macchine che non passano inosservate. Almeno ai miei occhi.

Fra le piccole, la più interessante è la nuova Renault Twingo, una citycar a motore e trazione posteriore che prova a dire qualcosa di nuovo in un mondo in cui l’architettura “motore anteriore trasversale - trazione anteriore” si è affermata come la più efficace nel coniugare bassi costi e ottimale sfruttamento dello spazio. Al secondo posto ho scelto di mettere la Ford Focus, come a volerle dare una seconda possibilità: è un restyling di un modello che non ha avuto il successo sperato in termini di design. Ora ci riprova con un esterno simile alla Fiesta (e quindi alle affascinanti Aston Martin) e un interno più moderno, meno “complicato” grazie al nuovo display touchscreen del sistema Ford Sync 2. Medaglia di bronzo - più che altro per il prezzo superiore ai modelli appena citati - alla Mercedes Classe C, che s’ispira alla Classe S e fa bene, perché la carrozzeria è elegante e moderna.

Vince la medaglia d’oro fra le dream car la Jaguar F-Type coupé: non è la novità più potente vista a Ginevra, ma dal vivo è uno spettacolo. Seconda, visto che non è ancora un’auto di serie, la Maserati Alfieri, un concept di sportiva 2+2 che dovrebbe dare vita a una concorrente della Porsche 911. E ultima, si fa per dire, una macchina che riesce a coniugare la sportività ad una carrozzeria adatta all’utilizzo quotidiano: la nuova BMW M3. Fra le vetture “senza pudore”, portate a Ginevra dai vari tuner e atelier, è difficile non notare la Rolls Royce Wraith elaborata da Mansory. Piazza d’onore per il blu intenso della carrozzeria della Range Rover Sport proposta da Khan, seguita sul gradino più basso del podio dalla Lamborghini Aventador by Hamann, con interni verde fosforescente.

Autore:

Tag: Live , ginevra


Top