dalla Home

Live

pubblicato il 7 marzo 2014

Maserati Alfieri, ringraziamo questo signore: il suo designer

Al Salone di Ginevra abbiamo parlato con Marco Tencone, responsabile del Centro Stile Alfa e Maserati

Galleria fotografica - Maserati Alfieri al Salone di Ginevra 2014Galleria fotografica - Maserati Alfieri al Salone di Ginevra 2014
  • Maserati Alfieri al Salone di Ginevra 2014 - anteprima 1
  • Maserati Alfieri al Salone di Ginevra 2014 - anteprima 2
  • Maserati Alfieri al Salone di Ginevra 2014 - anteprima 3
  • Maserati Alfieri al Salone di Ginevra 2014 - anteprima 4
  • Maserati Alfieri al Salone di Ginevra 2014 - anteprima 5
  • Maserati Alfieri al Salone di Ginevra 2014 - anteprima 5

La Maserati Alfieri è in assoluto una delle auto più acclamate di questo Salone di Ginevra. Noi ci siamo sbilanciati appena l’abbiamo vista scrivendo che “è bellissima”. E i click registrati sulle foto e sui video che abbiamo pubblicato sul nostro speciale confermano che questo concept sta facendo girare la testa a molti appassionati e non solo.

Nel corso del reveal sullo stand Maserati, abbiamo incontrato Marco Tencone, il Responsabile del Centro Stile Alfa e Maserati che ha coordinato il team di lavoro sul progetto. Nel video potete sentire il suo commento sulla Alfieri definita un “manifesto del design Maserati dei prossimi anni”. Speriamo davvero che sia così perché l’impostazione stilistica è davvero affascinante. La Alfieri – ci ha spiegato Tencone – è stata disegnata per essere percepita come un’auto estrema, ma allo stesso tempo elegante, in grado di trasmettere un senso di leggerezza e dinamismo. In Maserati la definiscono una 2+2 o più correttamente un 2+, nel senso che i posti dietro sono di fortuna, come sulla Porsche 911, ma costituiscono comunque una praticità in più su un’auto sportiva. Tant’è che il sedile è stato pensato per essere abbattibile, aumentando la capacità del bagagliaio.

A questo punto non rimane che da sperare in un via libera al progetto. Tanto più che un altro manager Maserati ci ha confessato che non si aspettavano neanche loro un riscontro così positivo da parte della critica e del pubblico. Il problema è che a Modena già devono fare i conti con la forte domanda di Ghibli e Quattroporte, a cui presto si aggiungerà la produzione del SUV Levante. Insomma, la carne al fuoco è già tanta e il Tridente deve fare attenzione a non scottarsi. Fossero sempre questi i problemi quando si compiono 100 anni…

Autore: Redazione

Tag: Live , Maserati , ginevra


Top