dalla Home

Live

pubblicato il 6 marzo 2014

Ginevra, il Salone dell'Auto che funziona

Oggi il Palexpo apre i battenti al grande pubblico. Turettini: "sarà un successo, ci aspettiamo 700 mila visitatori". Ecco perchè

Ginevra, il Salone dell'Auto che funziona
Galleria fotografica - Le ragazze del Salone di Ginevra 2014Galleria fotografica - Le ragazze del Salone di Ginevra 2014
  • Le ragazze del Salone di Ginevra 2014 - anteprima 1
  • Le ragazze del Salone di Ginevra 2014 - anteprima 2
  • Le ragazze del Salone di Ginevra 2014 - anteprima 3
  • Le ragazze del Salone di Ginevra 2014 - anteprima 4
  • Le ragazze del Salone di Ginevra 2014 - anteprima 5
  • Le ragazze del Salone di Ginevra 2014 - anteprima 6

L'84esima edizione del Salone di Ginevra apre ufficialmente al pubblico. Da oggi al prossimo 16 marzo gli organizzatori si attendono oltre 700mila visitatori attirati dall’incredibile parterre di novità, ma anche da una ricetta di motor show che si arricchisce ogni anno di nuove attrazioni tra cui una pista per provare auto elettriche e uno spazio espositivo dedicato alla mitica 24 Ore di Le Mans. Per rendersi conto di quanto c’è da vedere basta navigare lo Speciale di OmniAuto.it, dove oltre a le news, le foto ed i video realizzati dai nostri inviati troverete le informazioni pratiche per raggiungere fisicamente Ginevra. Alla faccia di chi pensa che i Saloni dell’Auto non hanno più senso di esistere. E di questo aspetto abbiamo parlato con Maurice Turrettini presidente del motor show elvetico…

OmniAuto.it: La formula 'Salone dell'auto' negli ultimi anni ha vacillato, pensiamo alle due ultime edizioni di Detroit o ad alcuni saloni cancellati come quello di Sydney o di Bologna nel 2013... E' una formula che ha ancora un perché?
Maurice Turrettini: "Sì, in tutti i casi, perché - contrariamente ad altri prodotti e temi -, é necessario vedere l'auto, toccarla ed assaporare il profumo del suo interno. Questa sensazione non é possibile via internet oppure anche attraverso una rivista o un annuncio pubblicitario, occorre viverla. Le Esposizioni nazionali si trovano, invece, in una situazione più difficile rispetto ai grandi Saloni internazionali, nessuno dei quali é stato cancellato".

OmniAuto.it: Come deve essere un Salone dell'auto per attirare le nuove generazioni di automobilisti, sempre meno appassionati?
Maurice Turrettini: "Abbiamo la grande fortuna di essere molto apprezzati dagli Espositori, i quali ogni anno vi presentano un grande numero di novità. Il pubblico vuole vedere le novità e farsi attrarre da un altro mondo, meraviglioso e luccicante. Ogni anno cerchiamo di far vivere questa esperienza al nostro pubblico".

OmniAuto.it: In Italia questo sarà l'anno della sfida tra il Salone di Bologna e quello di Milano (alla sua prima edizione). Come vede questa competizione e che cosa suggerisce agli organizzatori delle manifestazioni?
Maurice Turrettini: "In merito a questo tema non facciamo nessuna dichiarazione".

OmniAuto.it: Come mai una pista prove dedicata all'elettrico?
Maurice Turrettini: "Nel 2009 noi siamo stati i primi ad aver previsto un settore specifico, dedicato alle tecnologie alternative - il Pavillon Vert (Padiglione Verde). Da due anni queste autovetture ecologiche ed a basso consumo si trovano direttamente negli stand delle varie Case. La tecnologia delle auto elettriche viene offerta oggi da molti Costruttori. Ciò nonostante, vi sono ancora molti automobilisti, che non hanno ancora avuto l'opportunità di sedersi in un'auto elettrica e provare la sensazione unica di guidare un simile veicolo. E poiché queste vetture non sono per nulla rumorose e non rilasciano emissioni, é possibile farle provare anche all'interno di un padiglione. Con ciò, anche in questo caso siamo gli unici, con un punto in più rispetto agli altri saloni nella promozione di nuove tecnologie".

OmniAuto.it: Quest'anno il Salone di Ginevra celebra i 90 anni di storia della 24 Ore di Le Mans, come è nata questa partnership?
Maurice Turrettini: "La partnership é nata, grazie ai buoni rapporti. Il nostro Direttore Generale, André Hefti, si é dedicato per moltissimi anni all'automobilismo sportivo e, di conseguenza, conosce molto bene il mondo sportivo. Dall'altra parte, lo sponsor dell'Esposizione, ROLEX, non solo é il Time-Keeper ufficiale della corsa 24 Ore di Le Mans, ma anche un'Azienda di Ginevra, dunque, per così dire, vicina al Salone dell'Auto".

Autore:

Tag: Live , ginevra , interviste


Top