dalla Home

Novità

pubblicato il 4 marzo 2014

Jeep Renegade: SUV compatta e Made in Italy

Nasce a Melfi sul pianale della futura Fiat 500X, è adatta al fuoristrada estremo ed ha anche il cambio 9 marce

Jeep Renegade: SUV compatta e Made in Italy
Galleria fotografica - Jeep RenegadeGalleria fotografica - Jeep Renegade
  • Jeep Renegade - anteprima 1
  • Jeep Renegade - anteprima 2
  • Jeep Renegade - anteprima 3
  • Jeep Renegade - anteprima 4
  • Jeep Renegade - anteprima 5
  • Jeep Renegade - anteprima 6

Finalmente, dopo tante indiscrezioni, è arrivata: la Jeep Renegade, in anteprima al Salone di Ginevra (4-16 marzo 2014), è una vera Jeep dei primati. Nata in piena era Fiat, è la prima SUV compatta del marchio, la prima Jeep progettata negli USA ma costruita in Italia, nello stabilimento di Melfi, e la prima basata sul pianale Small Wide 4x4 di segmento B, su cui nascerà la futura Fiat 500X. Il nome Renegade è un classico della tradizione del marchio, per un modello destinato ad affrontare più di 100 mercati internazionali, e una gamma articolata in 16 combinazioni tra motori e trasmissioni, compreso il nuovo cambio automatico dotato di ben 9 marce.

COMPATTA E GIOVANILE
All'esterno la novità della Renegade non sta tanto nelle dimensioni compatte, normali per una Jeep aperta, quanto nella carrozzeria station wagon impostata in dimensioni e proporzioni contenute, con uno stile giovanile e inedito, adatto anche al pubblico femminile. Le tipiche sette feritoie anteriori sono comprese in una mascherina scura che termina con grandi fari rotondi; gli indicatori di direzione sono staccati, a lato, e le altre luci si trovano nella protezione inferiore nera. In nero sono anche i profili inferiori: con una fiancata in cui emergono la linea di cintura bassa, i parafanghi squadrati, la finestratura che si solleva in corrispondenza delle ruote posteriori. Dietro domina l'ampio portellone, quasi verticale ma dalla forma articolata, con targa in alto e ampia protezione grigliata in basso; qui l'elemento più singolare è costituito dai fari quadrati, che disegnano una X al centro. Per chi ama la guida all'aria aperta è disponibile il tetto My Sky, costituito da pannelli in poliuretano a regolazione elettrica, o anche smontabili.

MAXI-SCHERMI E MATERIALI ISPIRATI ALLO SPORT
Gli interni della Jeep Renegade sono impostati secondo il linguaggio "Tek-Tonic": forme semplici e arrotondate, praticità -come il maniglione lato passeggero ispirato alla Wrangler- e attento utilizzo dei materiali. Un esempio è l'impiego delle finiture anodizzate, che insieme a colori come l'arancione acceso, si ispirano all'attrezzatura per gli sport estremi. Per il carico è previsto un piano rimovibile, reversibile e regolabile in altezza, mentre non mancano i più recenti sistemi di multimedialità e connettività, nell'ambito dei sistemi Uconnect Access, con chiamate di soccorso e lettura vocale degli SMS, e Uconnect touchscreen radio con comandi vivavoce e sistema di navigazione e multimediale; il display centrale di controllo misura da 5" a 6,5", mentre lo schermo da 7" della strumentazione a colori è variamente configurabile.

ANCHE IN VERSIONE TRAILHAWK 4X4
Trattandosi di una fuoristrada, è stata curato l'aspetto relativo alla motricità. Le Renegade sono tutte a trazione integrale, ma con sistema Jeep Active Drive per le versioni più semplici, oppure Jeep Active Drive Low con ridotte dal rapporto 20:1; il sistema Selec-Terrain consente di selezionare tre modalità, Auto, Snow, Sand e Mud, che agiscono su vari parametri. Ogni sistema di trazione integrale può trasferire comunque fino al 100% di coppia motrice su ogni singola ruota, e anche scollegare l'assale posteriore quando non necessario. Per l'uso più estremo in off-road c'è la Renegade Trailhawk 4x4, con Selec-Terrain impostabile anche su "Rock", hill-discent control di serie, sospensioni reattive FSD Koni e caratteristiche per entrare nella classe "Trail rated": assetto più alto di 20 mm, protezioni inferiori e ganci di traino. Grazie anche a paraurti modificati, nella Trailhawk l'angolo d'attacco è pari a 30,5°, quello di dosso a 25,7° e quello d'uscita a 34,3°, con articolazione della ruote di 205 mm e capacità di superare un guado di 480 mm di profondità.

SETTE MOTORI AL LANCIO, CAMBIO A 9 MARCE, OLTRE 70 SISTEMI DI SICUREZZA
I motori disponibili per la Renegade sono al momento quattro Multiair a benzina e due Multijet II diesel, mentre per alcuni mercati è disponibile anche il motore E.torQ con alimentazione Flex-fuel, con dati ancora da comunicare. Previsti cambi meccanici, automatici DDCT doppia frizione a secco e il nuovo automatico a 9 rapporti per 2.0 Multijet II e 2.4 Multiair2. Quanto ai dati di traino, importanti per l'uso nel tempo libero, sono fissati in 1.500 kg per le diesel e 907 kg per la 2.4 a benzina. Oltre 70 i sistemi di sicurezza disponibili a richiesta, con segnali di avviso in caso di possibile collisione anteriore, superamento di corsia, rilevamento dell'angolo cieco, ostacoli nell'area posteriore; prevista anche la telecamera posteriore di aiuto al parcheggio.

Scheda Versione

Jeep Renegade
Nome
Renegade
Anno
2014
Tipo
Normale
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Sergio Chierici

Tag: Novità , Jeep , auto americane , ginevra , auto italiane


Listino Jeep Renegade

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.6 E-TorQ EVO 110CV Sport anteriore benzina 110 1.6 5 € 20.900

LISTINO

1.6 E-TorQ EVO 110CV Longitude anteriore benzina 110 1.6 5 € 23.000

LISTINO

1.4 MAir 140cv Longitude anteriore benzina 140 1.4 5 € 24.500

LISTINO

1.6 MJet 105cv Business anteriore diesel 105 1.6 5 € 25.500

LISTINO

1.6 MJet 120cv Longitude anteriore diesel 120 1.6 5 € 25.500

LISTINO

2.0 MJet 120cv Sport 4WD 4x4 diesel 120 2 5 € 25.600

LISTINO

1.4 MAir 140cv Limited anteriore benzina 140 1.4 5 € 26.100

LISTINO

1.4 MAir DDCT 140cv Longitude anteriore benzina 140 1.4 5 € 26.300

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top