dalla Home

Novità

pubblicato il 20 febbraio 2014

Volkswagen Golf GTE, ibrida alla spina

La plug-in percorre 50 km a zero emissioni, ma con 204 CV promette anche emozioni forti

Volkswagen Golf GTE, ibrida alla spina
Galleria fotografica - Volkswagen Golf GTEGalleria fotografica - Volkswagen Golf GTE
  • Volkswagen Golf GTE - anteprima 1
  • Volkswagen Golf GTE - anteprima 2
  • Volkswagen Golf GTE - anteprima 3
  • Volkswagen Golf GTE - anteprima 4
  • Volkswagen Golf GTE - anteprima 5
  • Volkswagen Golf GTE - anteprima 6

La Volkswagen Golf non ha mai smesso di crescere e guardare al futuro, anche se per molti il suo stile si è in certi anni “seduto” sugli allori. Innegabile è invece la vivacità tecnica della compatta più famosa d’Europa, che ha creato il segmento delle hatchback sportive con la GTI e dei diesel veloci con la GTD, pur mantenendo sempre la sua impostazione classica. Questa corsa al rinnovamento e alla sperimentazione sembra finalmente essere ripartita con la presentazione della Golf TGI a metano, della e-Golf elettrica ed ora con la Golf GTE, la versione ibrida plug-in che debutta al Salone di Ginevra 2014 (6-16 marzo). La sua forza sta infatti nel quattro cilindri benzina 1.4 TSI da 150 CV abbinato al motore elettrico da 102 CV che assieme offrono una potenza complessiva di 204 CV e una coppia di 349 Nm. In modalità puramente elettrica la Golf GTE può percorrere 50 km e per ricaricare le batterie da una normale presa di corrente occorrono 3,5 ore. La Casa tedesca ha già annunciato che appena gli sviluppi lo renderanno possibile, presenterà anche una Golf fuel cell a idrogeno.

UNA GTI ECOLOGICA
Lo stile esterno della Volkswagen Golf GTE si differenzia poco dal resto della gamma Golf e riprende, soprattutto nel frontale, le forme della e-Golf, con richiami alla sportività della GTI voluti dal designer capo Klaus Bischoff. Ben visibile è infatti la forma a C delle luci diurne, la linea blu che percorre calandra e gruppi ottici anteriori, i fari full LED doppi, le minigonne laterali, lo spoiler di coda e i cerchi aerodinamici dal design specifico con misure di 16 (di serie), 17 o 18 pollici. Dentro la Golf GTE è quasi uguale alla GTI, ma con le finiture rosse sostituite da dettagli blu e lo schermo touchscreen Composition Media 6,5” di serie; questo visualizza informazioni importanti come l’autonomia di guida, il flusso di energia, le statistiche di emissioni allo scarico, l’e-manager e in combinazione con il navigatore il grafico del raggio d’azione.

MODULARE MULTIUSO DA 1,8 L/100 KM
A rendere possibile questa varietà di versioni e motorizzazioni sulla base della Golf 7, dice Volkswagen, è la modularità della nuova piattaforma MQB, la stessa utilizzata da Audi A3, Seat Leon e Skoda Octavia. Sotto il cofano della Golf GTE ci sono i due motori citati, con l’elettrico che viene alimentato da una batteria agli ioni di litio raffreddata a liquido da 8,8 kWh, che pesa 120 kg (sui 1.524 kg totali) e che si ricarica anche attraverso la presa posta dietro il logo VW frontale. L’elettromotore è integrato nella trasmissione, un DSG 6 marce specificamente progettato per questa ibrida plug-in. Con un pulsante è possibile guidare la Golf GTE in diverse modalità che comprendono quella elettrica “e-mode” e quella sportiva “GTE mode”. Usando solo il motore elettrico la GTE può raggiungere i 130 km/h, mentre nel settaggio più sportivo arriva a 217 km/h e scatta da 0 a 100 km/h in 7,6 secondi. I consumi, calcolati sul ciclo NEDC ibrido, sono pari a 1,5 l/100 km (35 g/km di CO2), con un’autonomia complessiva di 940 km.

ELETRONICA VERDE
La ricarica completa della batteria richiede 3 ore e mezzo, ma utilizzando l’apposita wallbox o una colonnina pubblica veloce il tempo scende a 2 ore e mezzo. Fra i numerosi sistemi di bordo che tengono sotto controllo lo stato e il funzionamento della Volkswagen Golf GTE ci sono alcuni dispositivi specifici studiati per la compatta elettrificata. Come Toyota insegna c’è il grafico dei flussi energetici in accelerazione e rigenerazione, l’e-manager per programmare riscaldamento e raffreddamento dell’abitacolo, solo per citarne un paio. La funzione 360° range del navigatore permette invece di visualizzare sulla mappa il raggio d’autonomia elettrica, con tanto di segnalazione delle stazioni di ricarica. Con le app Volkswagen Car-Net e-Remote è anche possibile collegare in remoto l’auto allo smartphone per controllare lo stato di carica o programmare la climatizzazione.

Scheda Versione

Volkswagen Golf GTE
Nome
Golf GTE
Anno
2014 - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
ibrida
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Novità , Volkswagen , auto europee , ginevra , auto ibride


Listino Volkswagen Golf

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
GTE 1.4 TSI Plug-In-Hybrid DSG anteriore elettrico 204 1.4 5 € 39.250

LISTINO

 

Top