dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 20 febbraio 2014

Rinspeed XchangE: la Tesla S si fa salotto

La concept ha la guida semi-automatica e un interno accogliente e carico di elettronica

Rinspeed XchangE: la Tesla S si fa salotto
Galleria fotografica - Rinspeed XchangEGalleria fotografica - Rinspeed XchangE
  • Rinspeed XchangE - anteprima 1
  • Rinspeed XchangE - anteprima 2
  • Rinspeed XchangE - anteprima 3
  • Rinspeed XchangE - anteprima 4
  • Rinspeed XchangE - anteprima 5
  • Rinspeed XchangE - anteprima 6

Lo svizzero Frank M. Rinderknecht continua a stupire con effetti speciali: la Rinspeed XchangE è l'ultima creazione, basata sulla Tesla Model S con le consuete modifiche aerodinamiche che accompagnano molte concept car della società elvetica, e con nuovi cerchi in lega Borbet da 20". La caratteristica più innovativa è però la possibilità di configurare gli interni pensando ad un futuro in cui non ci sia più bisogno di mettersi fisicamente alla guida dell'auto. I sedili, quindi, sono sviluppati da Otto Bock Mobility Solutions e ruotano liberamente all'interno dell'abitacolo, come un salotto, o la business class di un aereo; i comandi, invece, sono "by-wire" sviluppati da TWR, e possono spostarsi a piacimento anche al centro del cruscotto.

Chi si mette alla guida della XchangE viene riconosciuto grazie a un sistema di trasmissione RFID, in grado di impostare le preferenze personali in modo automatico. Come sempre è curatissimo l'abitacolo, firmato Strähle+Hess, che ha ricreato un ambiente rilassante ispirandosi al mondo marino, e con l'impiego di trame naturali. Altro "must" delle concept Rinspeed è il tetto in plexiglas Evonik Industries, dotato nel bordo interno di 358 LED, che insieme ai 98 della strumentazione consentono numerose varianti di colore. L'impianto multimediale Harman è dotato di un grande schermo da 1,2 m vicino al volante, e di un monitor posteriore da 32" per vedere film in HD. Tutto il sistema è basato su una piattaforma software in HTML5, studiata contro l'attacco di hacker e predisposta per nuove future app, e incorpora il protocollo Car2X per la comunicazione con altri veicoli e le infrastrutture. Ultima chicca, il cronografo svizzero firmato Carl F. Bucherer su una sfera trasparente dietro il volante. Il debutto, come ogni anno per le concept Rinspeed, al Salone di Ginevra (6-16 marzo).

Autore: Sergio Chierici

Tag: Prototipi e Concept , auto europee , ginevra , auto elettrica


Top