dalla Home

Curiosità

pubblicato il 19 febbraio 2014

A Napoli nasce "Ci.ro.", il car sharing firmato Renault

Patrocinato dal Comune, vede su strada otto ZOE, una Fluence Z.E. e tre Kangoo Z.E.

A Napoli nasce  "Ci.ro.", il car sharing firmato Renault
Galleria fotografica - Ci.ro., il car sharing a Napoli firmato RenaultGalleria fotografica - Ci.ro., il car sharing a Napoli firmato Renault
  • Ci.ro., il car sharing a Napoli firmato Renault - anteprima 1
  • Ci.ro., il car sharing a Napoli firmato Renault - anteprima 2
  • Ci.ro., il car sharing a Napoli firmato Renault - anteprima 3
  • Ci.ro., il car sharing a Napoli firmato Renault - anteprima 4
  • Ci.ro., il car sharing a Napoli firmato Renault - anteprima 5
  • Ci.ro., il car sharing a Napoli firmato Renault - anteprima 6

Un progetto sperimentale di car sharing elettrico sviluppato da "Napoli Città Intelligente" (ente no profit), con il patrocinio del Comune di Napoli e i finanziamenti del Miur. Si chiama "Ci.ro."- city roaming, il servizio di mobilità sostenibile intelligente che prenderà il via a Napoli dal prossimo primo marzo e che si affiancherà all'attuale programma di condivisione dell'automobile, Bee Green Mobility. L'iniziativa che, nell'arco di due mesi, coinvolgerà 3mila cittadini napoletani pronti a fare da tester, vede la partnership di Renault che ha messo a disposizione una flotta di 12 vetture (otto Renault ZOE; una Fluence Z.E., destinata all'Amministrazione comunale, e tre Kangoo Z.E. per il trasporto merci). Al centro del progetto ci sono quattro Ci.ro. point, chioschi multimediali dislocati in diversi quartieri della città ed equipaggiati con totem interattivi, presso i quali è possibile registrarsi ed accreditarsi per i servizi di condivisione veicoli. A bordo delle vetture del car sharing è previsto un sistema di navigazione che consente di razionalizzare la circolazione in città ottimizzando i tempi di viaggio mediante l'individuazione di punti di interesse. Inoltre, scaricando una App sul proprio smartphone l'utente avrà la possibilità di prenotare la sua vettura presso il Ci.ro. point più vicino a lui.

Il progetto vede tra l'altro la collaborazione di ABB, azienda produttrice delle colonnine di ricarica, e Vodafone, che ha collaborato per la realizzazione dell'interfaccia di gestione interna del sistema per lo sviluppo di software di e-Governament. "Napoli diventa sempre più città europea e internazionale", ha commentato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, che ha poi aggiunto: "La nostra è una città internazionale e deve avere le stesse pratiche ecosostenibili di tutte le città del mondo". Meno d'accordo sull'avvio del progetto di car sharing elettrico, che nella fase sperimentale sarà gratuito, i tassisti partenopei che hanno presidiato il piazzale esterno del Maschio Angioino, durante la conferenza di presentazione. "Sono anni che chiediamo di intervenire per ridurre i disagi della categoria dei tassisti - ha detto Ciro Langella, presidente di Uticonsortaxi di Napoli - ma non si è fatto nulla. Oggi scopriamo che sono previste una serie di agevolazioni di traffico e logistiche per alcune tipologie di auto elettriche. Queste auto godono di agevolazioni fiscali e tariffarie, mentre a noi tassisti viene da sempre negato qualsiasi sostegno".

Autore: Nuviana Arrichiello

Tag: Curiosità , Renault , napoli , car sharing


Top