dalla Home

Curiosità

pubblicato il 17 febbraio 2014

Aventaboat: quando la Aventador diventa una barca

Prodotta dall'americana MTI per un facoltoso miliardario, con due motori e 2.700 CV

Aventaboat: quando la Aventador diventa una barca
Galleria fotografica - AventaboatGalleria fotografica - Aventaboat
  • Aventaboat - anteprima 1
  • Aventaboat - anteprima 2
  • Aventaboat - anteprima 3
  • Aventaboat - anteprima 4
  • Aventaboat - anteprima 5
  • Aventaboat - anteprima 6

E se la Lamborghini Aventador non fosse un'automobile ma una barca? Questo è, più o meno, lo spirito della Aventaboat, una realizzazione della MTI (Marine Technology Inc.), specialista in off-shore ad alte prestazioni. Un facoltoso appassionato americano di Lamborghini, che possiede uno dei 100 esemplari della Aventador LP720-4 50° Anniversario, ha dato specifiche molto precise: realizzare un'imbarcazione vicina, il più possibile, alla propria supercar.

Si comincia con il colore Giallo Maggio della Aventador. Le linee spigolose si addicono anche allo scafo, e tanti sono i dettagli simili: le luci anteriori e posteriori, con la tipica "firma" a Y, le prese d'aria nella fiancata, la parte inferiore in tonalità nera. E poi gli interni: addirittura il volante e la plancia sono quelli della Aventador, con tanto di pulsante di avvio. Ovviamente, le indicazioni sugli schermi sono adatti a un'imbarcazione, a cominciare dal sistema di navigazione firmato Garmin. E la cavalleria? L'esemplare esposto al Salone nautico di Miami ha due motori Mercury da 1.350 CV ciascuno, ma volendo ce ne sono altri dotati di 300 CV in più a testa. Tanti rispetto ai 720 CV della Aventador, ma è quel che serve per correre veloci sul mare, come in una Lamborghini.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Curiosità , Lamborghini , auto italiane


Top