dalla Home

Tecnica

pubblicato il 13 febbraio 2014

Toyota Prius Plug-in, la ricarica è senza fili

Il sistema a risonanza magnetica verrà testato per un anno in vista di una prossima commercializzazione

Toyota Prius Plug-in, la ricarica è senza fili
Galleria fotografica - Toyota Prius Plug-inGalleria fotografica - Toyota Prius Plug-in
  • Toyota Prius Plug-in - anteprima 1
  • Toyota Prius Plug-in - anteprima 2
  • Toyota Prius Plug-in - anteprima 3
  • Toyota Prius Plug-in - anteprima 4
  • Toyota Prius Plug-in - anteprima 5
  • Toyota Prius Plug-in - anteprima 6

Ricaricare la propria auto elettrica o ibrida plug-in senza il fastidio del cavo da attaccare alla presa di corrente; al momento è solo un sogno che alletta tutti i proprietari di vetture "elettrificate", ma gli studi e le sperimentazioni su questa strada proseguono senza sosta. L'ultima Casa a cimentarsi con la ricarica wireless delle batterie auto è Toyota che sta portando avanti una fase di test per la ricarica di tre Prius Plug-in nella prefettura di Aichi (Giappone). L'utilizzo è semplice: si parcheggia il veicolo elettrico o ibrido plug-in in una piazzola di sosta che integra un induttore, funzionante con una tecnologia a risonanza magnetica, che ricarica le batterie senza bisogno di collegare cavi elettrici.

In pratica, il sistema trasmette elettricità attraverso le variazioni di intensità del campo magnetico tra un induttore "ricevente" nella vettura e quello "trasmittente" sul terreno. L'invio di energia è poi controllato elettronicamente, ad esempio per evitare problemi in caso di disallineamento, ma anche per ridurre le eventuali interferenze esterne. In ogni caso, per aiutare a parcheggiare l'auto nel modo più idoneo, il sistema Intelligent Parking Assist permette di vedere anche la posizione esatta dell'induttore a terra. Toyota svolgerà i test nell'arco di un anno. Attualmente il sistema eroga 200 V a corrente alternata, con 2 kW di potenza di carica, e permette la ricarica completa in circa 90 minuti. Se i risultati dei test saranno soddisfacenti, verrà perfezionato il sistema, e quindi avviata la produzione in serie.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Tecnica , Toyota , auto giapponesi , auto elettrica , auto ibride , dall'estero


Top