dalla Home

Interviste

pubblicato il 11 febbraio 2014

Fiat 500L, il successo passa anche per le versioni speciali

Il numero uno di Fiat Gianluca Italia ci parla della 500L Beats Edition

Fiat 500L, il successo passa anche per le versioni speciali
Galleria fotografica - Fiat 500L Beats EditionGalleria fotografica - Fiat 500L Beats Edition
  • Fiat 500L Beats Edition - anteprima 1
  • Fiat 500L Beats Edition - anteprima 2
  • Fiat 500L Beats Edition - anteprima 3
  • Fiat 500L Beats Edition - anteprima 4
  • Fiat 500L Beats Edition - anteprima 5
  • Fiat 500L Beats Edition - anteprima 6

La Fiat in Europa è sempre più "500 dipendente". Che si parli di quella "vera", la versione a tre porte, o della L, i risultati commerciali le danno ragione. Qualche esempio: in tre mercati importanti come quello francese, inglese e spagnolo, la più piccola ha fatto segnare rispettivamente +10, +20 e +29%, dal 2012 al 2013. Ancora, nel segmento A la 500 è l'auto più venduta del Vecchio Continente e l'anno scorso è riuscita a piazzare un bel 13,9% di quota di mercato, proprio come nel 2008, primo anno intero di commercializzazione (il lancio è del luglio 2007). Numero uno è anche la 500L, in Europa, all'interno del segmento delle monovolume compatte. 500 vuol dire successo, dunque. Ma guai a dormire sugli allori. E se per la 500 le novità 2014 sono ancora sotto stretto riserbo, la 500L si dà una rinfrescata con una nuova versione, la 500 Beats Edition. Ovvero, estetica specifica e più aggressiva – livrea grigio nera (lucida od opaca) e interni total black con dettagl rossi – e impianto stereo griffato niente meno che Dr. Dre. Abbiamo parlato di queste novità con Gianluca Italia, numero uno del brand Fiat per la regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa).

OmniAuto.it: Una versione specifica orientata alla musica può contribuire ad aumentare le vendite di un'automobile?
I: Noi crediamo proprio di sì. Le monovolume compatte vengono generalmente acquistate da automobilisti non giovanissimi. Noi, rispetto ai nostri concorrenti, abbiamo una clientela di circa 10 anni più giovane. Ecco perché una versione come la Beats Edition potrebbe contribuire ad allargare ulteriormente la clientela.

OmniAuto.it: Quindi l'obiettivo è di andare a prendere automobilisti ancora più giovani di quelli che già vi siete assicurati?
Gianluca Italia: "Esatto. La 500L, all'interno delle MPV compatte, è uno dei pochissimi acquisti “aspirazionali”, che vanno cioè al di là del puro bisogno di avere spazio. La 500L viene acquistata anche per il design e non è un caso che le versioni più richieste siano quelle al top della gamma: Pop Star e Lounge. Addirittura, con la Trekking siamo andati oltre le aspettative, visto che raccoglie il 10% degli ordini della 500L".

OmniAuto.it: Parlando di numeri, quale sarà il contributo della Beats Edition alle vendite?
Gianluca Italia: "Noi crediamo che potrà arrivare a rappresentare il 5%, o qualcosa in più, della versione Trekking (sulla base della quale è realizzata). Ovviamente stiamo parlando di immatricolazioni che si vanno ad aggiungere a quelle già registrate".

OmniAuto.it: Una 500L Beats Edition si spiega anche col desiderio di posizionare il prodotto un po' più in alto, di far percepire la vettura come un oggetto emozionale?
Gianluca Italia: "Sì, come detto precedentemente, la 500L viene acquistata anche per il suo design e a noi fa piacere che le versioni più apprezzate siano quelle top di gamma. Un po' per una questione di margini di guadagno, ovviamente, ma anche perché avere un parco circolante di più alto livello è senza dubbio un'ottima vetrina per il marchio Fiat".

Scegli Versione

Autore: Adriano Tosi

Tag: Interviste , Fiat , auto italiane , interviste


Top