dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 10 febbraio 2014

Autostrade: come avere lo sconto del 20%

Fino alla fine dell'anno i pendolari possono usufruire di tariffe più vantaggiose. Vi spieghiamo come

Autostrade: come avere lo sconto del 20%

Le autostrade costano meno per chi viaggia spesso; promozioni a parte, dal primo febbraio 2014 sono in vigore gli sconti voluti dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, per i pendolari. Sui siti autostrade.it e telepass.it non ci sono ancora informazioni al riguardo, ma sul portale mauriziolupi.it si spiega passo passo come funziona e, cosa più importante, il ministero assicura che lo sconto è già attivo. Essendo legato al possesso del Telepass, lo sconto verrà applicato automaticamente ai clienti che in febbraio sono rientrati nella categoria che ne ha diritto. Di seguito vi spieghiamo come funziona e come si ottiene la tariffa agevolata.

TARIFFE SCONTATE FINO A DICEMBRE 2015
Lo sconto sui pedaggi autostradali per i pendolari è in vigore dal primo febbraio e durerà sino al 31 dicembre 2015. Ad annunciarlo, a nome del governo, sono stati il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi e, per le concessionarie autostradali, il presidente di Aiscat Fabrizio Palenzona.

CHI HA DIRITTO ALLO SCONTO
Le tariffe autostradali sono scontate per i pendolari tra si muovono quotidianamente tra due stazioni predefinite, con percorso massimo di 50 chilometri. La percentuale di sconto è proporzionale al numero dei viaggi e non alla loro lunghezza (è cioè identica per chi fa pochi chilometri e per chi ne fa fino a 100 in un giorno tra andata e ritorno) ed è valida solo per i possessori di Telepass (con contratti family, business e ricaricabili, abbinati a persone fisiche ed a veicoli di classe A).

DI QUANTO SONO SCONTATE LE TARIFFE
Come abbiamo detto, lo sconto sulle tariffe autostradali dipende dal numero dei transiti: se si effettuano meno di 20 transiti in un mese non viene applicato nessuno sconto. Dopo il 21esimo transito, per tutti i viaggi effettuati da inizio mese, viene applicato uno sconto dell'1%. Questo sconto cresce in modo lineare per ogni transito effettuato durante la stessa mensilità: 2% del pedaggio complessivo per 22 transiti effettuati; 3% per 23 viaggi… e così via, fino al 20% del pedaggio complessivo che scatta dopo il 40esimo transito. Essendo questo uno sconto riservato ai pendolari, cioè a chi viaggia per lavoro, ed essendo al massimo 23 i giorni lavorativi in un mese lo sconto massimo del 20% si applica per i 46 viaggi nel mese. Per i transiti successivi al 46esimo viaggio, la tariffa si paga per intero. Lo sconto è cioè applicato per un massimo di due viaggi al giorno, compresi i festivi, e non è cumulabile con altre agevolazioni/iniziative di modulazione tariffaria.

GIRO DI BOA IL 25 FEBBRAIO
A partire indicativamente dal 25 febbraio 2014, come spiega il sito del ministro Lupi, l'automobilista interessato allo sconto può andare sul sito Telepass o sul sito/ufficio della Concessionaria interessata e definire il percorso che utilizza abitualmente, indicando il casello di entrata e quello di uscita. Per il sistema aperto - in cui il cliente non effettua la transazione che permette di stabilire da dove si proviene e/o dove si è diretti - il cliente indicherà il casello/la barriera di attraversamento, ad esempio A8 Milano Nord e A12 Roma ovest. L'elenco dei percorsi di lunghezza inferiore a 50 chilometri sarà reso disponibile presso i siti/uffici di cui sopra. Lo sconto verrà calcolato al termine del mese in cui vengono effettuati i transiti ed applicato nella prima fattura successiva, e sarà retroattivo, cioè partirà dal primo giorno del mese in cui viene fatta la richiesta.

Autore:

Tag: Da Sapere , autostrade


Top