dalla Home

Attualità

pubblicato il 5 febbraio 2014

Dossier Auto a Metano

Auto a metano e GPL, in arrivo il self service

Due proposte di legge sono pronte a introdurre anche in Italia il rifornimento faidate per le vetture a gas

Auto a metano e GPL, in arrivo il self service

Buone notizie per chi usa auto a metano e GPL: anche in Italia sarà possibile fare rifornimento self service. Il pieno faidate, fino ad ora consentito per legge solo alle auto a benzina e gasolio sarà quindi una comoda possibilità in più offerta a quel 14,05% degli automobilisti italiano che solo lo scorso anno hanno acquistato un’auto bifuel a gas (8,86% a GPL e 5,19% a metano). L’introduzione del self service GPL e metano, se e quando questa verrà tradotta in legge, adeguerà quindi l’Italia ad altre normative nazionali europee, come quella di Francia e Germania che già prevedono il rifornimento di GPL e metano senza l’intervento dell’operatore. Al momento le uniche ammirevoli eccezioni sono le stazioni self service metano di Bolzano e San Donato (MI).

Il “se” è d’obbligo, visto che per il momento siamo di fronte a due proposte di legge, due bozze preparate dal Ministero per lo sviluppo economico che già hanno superato l’esame della commissione UE, ma che dovranno essere convertiti in legge dal Parlamento italiano. In questo modo verrà quindi cancellata un’anomalia italiana che impedisce ai proprietari di auto a GPL e metano di fare rifornimento da soli, soprattutto negli orari di chiusura e di notte. Una scomodità in meno che potrebbe allargare ulteriormente il bacino di utilizzatori delle vetture a gas, soprattutto quelle a metano che offrono i maggiori risparmi sui costi chilometrici. Basti dire che ad oggi in Italia, su circa 1.000 distributori di metano, ci sono solo una cinquantina di impianti h24 e la maggioranza di questi sono concentrati lungo le autostrade.

Autore:

Tag: Attualità , gpl , metano


Top