dalla Home

Curiosità

pubblicato il 4 febbraio 2014

Ferrari 250 Testa Rossa, un tesoro da 29 mln di euro

Il mercato del Cavallino rampante sale alle stelle grazie ad una vendita privata ad un anonimo acquirente

Ferrari 250 Testa Rossa, un tesoro da 29 mln di euro
Galleria fotografica - Ferrari 250 Testa Rossa '57Galleria fotografica - Ferrari 250 Testa Rossa '57
  • Ferrari 250 Testa Rossa \'57 - anteprima 1
  • Ferrari 250 Testa Rossa \'57 - anteprima 2
  • Ferrari 250 Testa Rossa \'57 - anteprima 3
  • Ferrari 250 Testa Rossa \'57 - anteprima 4
  • Ferrari 250 Testa Rossa \'57 - anteprima 5
  • Ferrari 250 Testa Rossa \'57 - anteprima 6

Dove c’è Ferrari c’è record! Una Ferrari 250 Testa Rossa del 1957 è stata venduta fra privati ad una cifra record di 24 milioni di sterline, ovvero oltre 29 milioni di euro al cambio attuale. La Rossa che si è guadagnata il titolo di seconda auto più costosa al mondo, davanti alla Mercedes F1 ex Fangio e dietro alla Ferrari 250 GTO, non è una vettura qualunque: si tratta niente meno che del secondo prototipo di Ferrari 250 Testa Rossa del 1957 con numero di telaio 0704TR guidata anche da Phil Hill e che ha partecipato alla 24 Ore di Le Mans nel 1957 e 1958. Marcel Massini, uno dei più importanti storici delle auto di Maranello intervistato dal Daily Mail, ha definito la vettura con telaio 0704 una delle migliori cinque Ferrari al mondo, “totalmente originale, non restaurata e con una fantastica storia sportiva”.

Con un prezzo di vendita vicino ai 30 milioni di euro sborsato dall’anonimo acquirente la Ferrari 250 Testa Rossa #0704 arriva così a triplicare o raddoppiare le quotazioni spuntate all’asta dallo stesso modello nel 2009 e nel 2011, prospettando nuovi rialzi fra i capolavori del Cavallino. Ricordiamo che questa Ferrari 250 TR, vincitrice con Phil Hill e Peter Collins alla 1000 km di Buenos Aires e alla 12 Ore di Sebring del 1957, è una purosangue da pista in grado di superare i 260 km/h e scattare da 0 a 100 km/h in circa 6 secondi. Merito di un peso di circa 800 kg, una potenza di 290 CV espressa dal suo favoloso motore V12 di 3 litri montato all’anteriore. Da non sottovalutare è poi la bellezza della sua carrozzeria spider biposto realizzata da Sergio Scaglietti, un classico intramontabile del design automobilistico. Un ulteriore elemento distintivo di questo raro esemplare di Ferrari 250 Testa Rossa (solo 19 prodotti) è quello di essere stata custodita per trent’anni nel museo Ford di Dearbon (Michigan).

Autore:

Tag: Curiosità , Ferrari , auto storiche , auto italiane


Top