dalla Home

Home » Argomenti » Bollo e Tasse

pubblicato il 4 febbraio 2014

Superbollo auto, nel 2014 potrebbe essere abolito

A prospettarlo è il presidente dell’Aci, che dopo i segnali di ripresa del mercato chiede al Ministero dell’economia di ridurre le tasse sull’auto

Superbollo auto, nel 2014 potrebbe essere abolito

Lo si aspettava da tempo, il cosiddetto “rimbalzo” del mercato dell’auto, quello dei dati relativi alle immatricolazioni di auto nuove in Italia. E ora che il mese di gennaio ha confermato il “segno +” fatto registrare a dicembre, il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani, apre uno spiraglio per l’abolizione del superbollo, l’odiata tassa automobilistica che viene accusata da costruttori e concessionari di aver dato il colpo di grazia al settore automotive in tempi di crisi come questi. Su Twitter Sticchi Damiani scrive come ora si possa “ridurre la pressione del #fisco: via il #superbollo”.

AL VICEMINISTRO: ORA MENO TASSE
E dopo la risposta del nostro direttore, Alessandro Lago, “sarebbe necessario, ma lei crede che oggi ci siano interlocutori politici in grado di fare una riflessione (seria) sul tema?”, il numero uno dell’Aci conferma che “ci sono interlocutori e strumenti di confronto per #auto, il tavolo al #Mise sta già lavorando a misure condivise ed efficaci”; che “la preoccupazione si fonda sui tempi di reazione biblici già per riattivare i contributi BEC #Mise congelati dal 1º gennaio” e che “con il viceministro dell'Economia Luigi Casero abbiamo avviato per primi un confronto positivo per abolizione del #superbollo #auto”. Non resta dunque che aspettare e avere fiducia, senza voler essere disfattisti, come conclude il direttore di OmniAuto.it nel suo ultimo tweet con il Presidente dell’Aci: “vediamo cosa succede entro l'inizio della prossima primavera”.

SI CRESCE, MA SI FRENA L’ENTUSIASMO
Dopo 3 anni e 5 mesi di “segno meno”, le vendite di auto nuove a dicembre hanno fatto registrare un +1,4% nelle vendite, e a gennaio il trend di crescita è stato confermato con un +3,2%. Il 2014, dunque, è iniziato in positivo per il mercato dell’auto, con 117.802 immatricolazioni contro le 114.102 dello stesso periodo del 2013. Gli addetti ai lavori, comunque, frenano gli entusiasmi facendo presente che il mese di gennaio 2014 esce bene dal confronto con un gennaio 2013 molto negativo, che fece segnare un -17,2%. Ricordiamo infine che l’intero anno 2013 si è chiuso con una contrazione pari a -7,1%.

Cliccate qui per tutte le ultime news e info sul superbollo.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , bollo auto , tasse


Top