dalla Home

Interviste

pubblicato il 4 febbraio 2014

Alfa Romeo Giulia, il commento di chi l'ha già immaginata

C’è tanta attesa per l’Alfa a trazione posteriore che ha nel mirino le ammiraglie tedesche: a parlare è l'autore del rendering che ha fatto sognare la rete

Alfa Romeo Giulia, il commento di chi l'ha già immaginata
Galleria fotografica - Alfa Romeo Giulia - Primo renderingGalleria fotografica - Alfa Romeo Giulia - Primo rendering
  • Alfa Romeo Giulia - Primo rendering - anteprima 1
  • Alfa Romeo Giulia - Primo rendering - anteprima 2
  • Alfa Romeo Giulia - Primo rendering - anteprima 3
  • Alfa Romeo Giulia - Primo rendering - anteprima 4
  • Alfa Romeo Giulia - Primo rendering - anteprima 5
  • Alfa Romeo Giulia - Primo rendering - anteprima 6

Si lavora in gran segreto, negli stabilimenti Maserati di Modena, sotto lo sguardo attento di Philippe Krief (‎Vehicle Department Responsible in Ferrari ) e di Harald Wester (numero 1 di Maserati e Alfa Romeo). Il nome in codice del progetto è “Giorgio”: è così che il team di ingegneri e tecnici ha deciso di chiamare il pianale su cui nascerà l’Alfa Romeo Giulia, la nuova ammiraglia italiana con motori Ferrari, telaio Maserati e trazione posteriore promessa da tempo e che ora, dopo la fusione Fiat-Chrysler dovrebbe divenire realtà. È un’auto importantissima, come noto, per il rilancio del marchio del Biscione: dovrà essere innanzitutto bella e per questo non ci sorprende il clamore suscitato dal rendering che abbiamo pubblicato su OmniAuto.it qualche settimana fa. Ne abbiamo riparlato con Pawel Zarecki, l’aspirante designer che l’ha immaginata e che ha voluto rispondere ad alcuni dei tanti commenti ricevuti dopo la pubblicazione del nostro articolo. Nato in Polonia, Pawel ha 22 anni e ora vive in Italia. Si è diplomato presso un istituto tecnico aeronautico, perché gli aerei sono l'altra sua passione, oltre alle auto. Non avendo la possibilità di frequentare una scuola di design, ha iniziato a cimentarsi con il car design digitale da autodidatta.

OmniAuto.it: Pawel, ci spieghi meglio da dove hai preso ispirazione per creare il progetto “Alfa 169”?
Zarecki: Nella storia Alfa Romeo ci sono molti modelli, e nell’attuale gamma non c’è una berlina sportiva per contrastare i marchi europei più prestigiosi. Nella mia testa la 169 nasce dall’Alfa 156, di cui mantiene infatti le stesse dimensioni. Volevo disegnare una vera sportiva, diversa dalla Giulietta e dalla MiTo, ispirandomi anche all’Alfa 159. Molti mi hanno fatto notare come la “mia” 169 somigli a una Volkswagen Passat CC o a un’Audi A7.

OmniAuto.it: A proposito, cosa pensi dei commenti e delle reazioni su internet che il tuo lavoro ha suscitato?
Zarecki: Ho letto molti pareri positivi e qualche critica (ovviamente). Molti considerano la mia 169 un mix tra un’Audi A7, A5, Volkswagen Passat CC e alcuni modelli Hyundai, ma non è così, come potete vedere nella foto comparativa che vi ho inviato (e che abbiamo aggiunto in fondo alla fotogallery, ndr). Al giorno d’oggi è difficile far nascere un design davvero diverso: credo che sia normale accettare che qualche linea esista già. Come si può vedere dal primo disegno, vorrei sottolineare come la vista laterale e quella posteriore siano uniche, originali, al pari delle luci di coda, accusate di somigliare a quelle della Passat CC.

OmniAuto.it: Quali Paesi - o “popoli” - hanno dimostrato più entusiasmo per il tuo rendering della prossima ammiraglia Alfa?
Zarecki: I siti web che hanno fatto registrare più commenti sono italiani, greci, rumeni e olandesi. E poi ci sono state discussioni e approvazioni in molti forum italiani e polacchi; le critiche più severe, comunque, arrivano dall’Olanda e riguardano le dimensioni dell’auto e il fatto che somigli ad altre vetture. Ho anche ricevuto molti complimenti tramite email.

OmniAuto.it: Il tuo prossimo progetto?
Zarecki: Mi piacerebbe disegnare un’auto polacca, una nuova FSO Polonez, auto simbolo per la Polonia, il Paese dove sono nato. Sarà difficile tirar fuori qualcosa di moderno, ma ho già qualcosa in mente… e penso che le persone l’apprezzeranno molto!

OmniAuto.it: Se potessi parlare ai designer che lavorano in Alfa Romeo, cosa gli diresti?
Zarecki: Vorrei che l’Alfa iniziasse a produrre modelli per ogni segmento di mercato, dalle utilitarie ai Suv, perché ogni cliente ha le sue esigenze. Penso che presidiare tutto il mercato sia molto importante, e poi bisogna curare l’evoluzione costante di un modello negli anni, che altrimenti rischia di essere dimenticato, disperdendo il valore aggiunto che può far valere sulle concorrenti.

OmniAuto.it: Dove sogni di lavorare come designer? A parte il Centro Stile Alfa Romeo, ovviamente...
Zarecki: Vorrei diventare un car designer, ma purtroppo non credo di avere qualche chance di farcela. Non ho frequentato nessuna scuola di design: disegno automobili per pura passione. Il sogno più grande è quello di vedere su strada le tue auto… dev’essere una gratificazione fantastica, un segno che la gente ammira ciò che fai. Senza alcun dubbio, l’obiettivo numero 1 resta quello di disegnare auto per Alfa Romeo, ma sarebbe comunque fantastico poter diventare un designer anche di un’altra casa automobilistica.

Se vi piace sognare, leggete anche questa intervista al designer che ha creato la Lancia Delta Concept, rivisitazione in chiave moderna della mitica HF Integrale.

Alfa Romeo Giulia - Primo video rendering

E se la prossima Alfa Romeo fosse così? Ecco il primo rendering della macchina con cui Sergio Marchionne vuole rilanciare il marchio del Biscione: sarà a trazione posteriore, verrà sviluppata su telai Maserati e avrà motori Ferrari.

Scheda Versione

Alfa Romeo Giulia
Nome
Giulia
Anno
2016
Tipo
Premium
Segmento
medie
Carrozzeria
3 volumi
Porte
4 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Interviste , Alfa Romeo , auto italiane


Listino Alfa Romeo Giulia

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
2.2 Turbo MT6 150 CV Giulia posteriore diesel 150 2.1 5 € 35.500

LISTINO

2.2 Turbo MT6 150 CV Business Launch Ed posteriore diesel 150 2.1 5 € 37.300

LISTINO

2.2 Turbo AT8 150CV Giulia posteriore diesel 150 2.1 5 € 38.000

LISTINO

2.2 Turbo MT6 150 CV Super posteriore diesel 150 2.1 5 € 38.000

LISTINO

2.2 Turbo AT8 150CV Business posteriore diesel 150 2.1 5 € 39.500

LISTINO

2.0 Turbo AT8 200CV Giulia posteriore benzina 200 2 5 € 40.500

LISTINO

2.2 Turbo MT6 180CV Super posteriore diesel 180 2.1 5 € 40.500

LISTINO

2.2 Turbo AT8 150CV Super posteriore diesel 150 2.1 5 € 40.500

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top