dalla Home

Novità

pubblicato il 3 febbraio 2014

Nuova MINI One e One D, arriva l'entry level

Al debutto i moderni tre cilindri turbo, con un diesel molto parsimonioso da 3,4 l/100 km. Prezzi da 18.300 euro

Nuova MINI One e One D, arriva l'entry level

MINI aggiorna l'intera gamma con la terza generazione dell'era BMW, ufficializzando anche caratteristiche e prezzi della nuova versione entry level, sempre denominata MINI One e affiancata dalla versione a gasolio MINI One D. La MINI One a benzina è disponibile a partire da 18.300 euro, mentre la MINI ONE D ha un listino che parte da 19.900 euro.

ESTERNI: NUOVO LOOK IN FORMA ESSENZIALE
Come da tradizione, le versioni base delle Mini mantengono le caratteristiche di base del design della serie, sempre ispirato alla storica MINI di Issigonis, ma semplificando gli elementi formali, con il risultato di un look semplice e pulito. Il frontale, prevede la nuova calandra incorniciata da una cromatura e comprendente anche la fascia di protezione contro i piccoli urti e il vano portatarga; i listelli orizzontali sono in nero lucido, mentre un'altra sottile apertura si apre nella parte inferiore dello scudo, chiuso in basso un piccolo spoiler, e con le luci antinebbia in due vani a lato. I fari anteriori mantengono le forme generali delle versioni alto di gamma, ma con elementi interni meno complessi; gli specchietti sono neri, mentre in coda sono in evidenza le nuove luci più larghe, la maniglia in nero zigrinato del portellone posteriore e il semplice paraurti con un solo scarico integrato nella parte inferiore scura. Di serie per entrambe i cerchi da 15" in acciaio e coprimozzo, ma con numerose possibilità di personalizzazione.

INTERNO SEMPRE CONNESSO
Gli interni delle MINI One mantengono gli elementi di design delle altre versioni, concentrate in particolare sul nuovo elemento circolare al centro, che ha ormai abbandonato le funzioni tradizionali di tachimetro e contachilometri, ora "ufficialmente" raccolti davanti al volante, per diventare sempre più vera "stazione" multimediale, con la nuova grafica denominata MINI LED Ring, dai colori differenziati in base alle diverse funzionalità. Anche la One, dunque, mantiene la disponibilità delle applicazioni MINI Connected, con servizi social e accesso alle web radio, mentre la funzione Teleservices è in connessione con il centro d'assistenza MINI Service.

MOTORI A TRE CILINDRI, E DIESEL PARSIMONIOSA
Un capitolo interessate si apre alla voce motori: per la MINI One sono infatti previsti due nuovi propulsori turbo a tre cilindri. La MINI One a benzina monta il piccolo 1.233 cc con MINI TwinPower Turbo Technology, che comprende l'iniezione diretta di benzina, le 4 valvole per cilindro e il il controllo elettronico di alzata delle valvole e dell'albero a camme; la potenza è di 102 CV da 4.250 a 6.000 giri/min., con coppia massima di 180 Nm da 1.400 a 4.000 giri/min. Con questo motore, la One accelera da 0 a 100 km/h in 9,9 secondi (10,2 per la versione automatica), con velocità massima di 195 km/h. Il consumo, nel ciclo misto, è pari a 4,6 l/100 km, con emissioni di CO2 di 108 g/km, valori che aumentano a 4,8 e 112 nel caso del cambio automatico, a 6 marce come la versione con cambio meccanico. Per la MINI One D, invece, il tre cilindri turbo da 1.496 cc eroga 95 CV a 4.000 giri/min, con coppia massima di 220 Nm a 1.496 giri/min; da 0 a 100 km/h in 11 secondi e velocità massima di 190 km/h; il cambio è solo il manuale a 6 rapporti. Il dato più interessante riguarda però i consumi medi: pari a 3,4-3,5 l/100 km, a seconda del tipo di allestimento, con emissioni di CO2 da 89 a 92 g/km, e omologazione Euro 6: sono i dati migliori rispetto a tutti gli altri modelli MINI attualmente in produzione.

Scheda Versione

Mini MINI
Nome
MINI
Anno
2013
Tipo
Premium
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
2 volumi
Porte
3 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Sergio Chierici

Tag: Novità , Mini , nuovi motori , auto inglesi

Listino Mini MINI

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
One anteriore benzina 136 1.5 4 € 18.300

LISTINO

One D anteriore diesel 116 1.5 4 € 19.900

LISTINO

Cooper anteriore benzina 136 1.5 4 € 20.700

LISTINO

Cooper D anteriore diesel 116 1.5 4 € 21.950

LISTINO

Cooper S anteriore benzina 192 2.0 4 € 24.950

LISTINO

Nuovo commento 8 Commenti

1

auto inutile come la 500

automobilista incaxxato

Pubblicato il 03/02/2014 alle 15:18

non riesco a capire il perchè di queste auto piccole che vogliono fare le chic o modaiole,ma poi perchè?voglio dire le loro antenate vecchie erano spartane e semplice e la gente le apprezzava lo stesso,ho come l'impressione che il popolo in generale si stia viziando troppo e per cose futili,le auto vanno guidate,punto

2

Jacks Così fan tutti

Jacks

Pubblicato il 03/02/2014 alle 15:50

Non vedo dove sia il problema... Anche a me non piacciono le auto piccole come la 500, ma ciò non vuol dire che proporre le piccole con dotazioni migliori e a prezzi maggiori (anche la polo non costava nulla eppure adesso se gli metti qualche optional stai tranquillamente sui 20000€, che ricordiamo sono 40 milioni del vecchio conio), d'altronde gusti delle persone cambiano col tempo così come la tecnologia applicata sulle macchine, non c'è da stupirsi se anche una panda al giorno d'oggi la puoi trovare con gli interni in pelle e il navigatore satellitare. E poi vedi Golf e Civic, sono auto che sono in produzione dalla notte dei tempi e sono passate da essere le tipiche auto spartane alla portata di tutti, ad auto iper-accessoriate e decisamente costose...

3

Manca sempre una versione

Marco

Pubblicato il 03/02/2014 alle 19:31

Manca ancora la versione elettrica, chiaramente una Mini elettrica che avesse prestazioni super fino a 130kmh e costi di gestione irrisori, potrebbe rappresentare la svolta per l'aumento delle vendite dei veicoli elettrici, chiaramente...

4

Jacks Non credo...

Jacks

Pubblicato il 03/02/2014 alle 19:59

Purtroppo una versione "full electric" della Mini o di qualsiasi altro modello costerebbe assai di più dei modelli tradizionali e quindi scartati dalla clientela... Inoltre è ancora da sviluppare ampiamente la tecnologia, specialmente per le batterie e per i motori oltre che ottimizzare la gestione e il recupero dell'energia elettrica in varie situazioni (cose da massimizzare e rendere decisamente più efficaci). Non nego che sia una tecnologia con un potenziale gigantesco e che sarà uno dei principali sistemi di propulsione, ma oggi è ancora troppo presto per poter distribuire in massa veicoli elettrici... Sia per i limiti legati alla fornitura di elettricità, sia per i costi di produzione di batterie e motori. Esiste tuttavia, la possibilità di "convertire" la propria auto in elettrico (il costo è di circa 7000€, non pochi e lo fanno solo negli stati uniti) e per questo, visto il tuo interesse nelle auto elettriche ti consiglio di visitare il sito evwest.com.

5

Io credo nei fatti

Marco

Pubblicato il 03/02/2014 alle 23:02

La mini E e' stata gia prodotta nel 2008 data a noleggio ma mai realmente commercializzata, andava infatti troppo bene, puoi trovare su ytube anche la prova al Nurburgring. Tutte le auto elettriche dovrebbero essere vendute a prezzi inferiori, infatti anche con le batterie a noleggio, ma senza cambio e motore endotermico, vengono comunque vendute a prezzi dolosamente piu' alti alle rispettive versioni endotermiche poiche' altrimenti i veicoli elettrici sarebbero i piu' venduti e cio' creerebbe non pochi problemi alle societa' petrolifere che investono nel mondo dell'auto, anzi che lo tengono in vita. La tecnologia e' piu' evoluta di quanto tu possa immaginare o "credere" e Tesla nata solo 5 anni fa, e' la prova, 500 km di autonomia, ricarica dell'80% in 20 min., pensa cosa potrebbe creare bmw con i propri stabilimenti e il proprio know how. Per credere prova ad informarti, altrimenti ti resta la fede...nel dio petrolio.

6

Marco

Marco

Pubblicato il 03/02/2014 alle 23:13

Per la conversione dei veicoli in trazione elettrica, purtroppo i consorziati veneti aspettano da mesi l'omologazione del loro kit, chssa' perche'...non vedo poi perche' si possano produrre milioni di motori endotermici e non altrettanti motori elettrici, molto piu' semplici ed economici da costruire inoltre durano per sempre, inoltre come vengono gia' prodotte milioni di batterie al litio per gli usi piu' diversi, non vedo perche' questo possa rappresentare invece un problema quando prodotte per uso automobilistico. L'energia elettrica in particolare nelle ore notturne viene dispersa, particolarmente quella nucleare e quella da rinnovabili, meglio utilizzarla quando le auto sono a riposo...arrivederci non credo...

7

Jacks Questione di kw

Jacks

Pubblicato il 04/02/2014 alle 13:31

Si, è vero che di notte la corrente va dispersa, però bisogna tenere in considerazione che una batteria al litio da usare su un cellulare o simili, hanno una potenza decisamente ridotta, mentre quelle per uso automobilistico hanno potenze decisamente più elevate. Da qui sorgono problemi di efficenza delle batterie che con il tempo (e senza le giuste cure nella ricarica) perdono progressivamente la loro capacità di ricaricarsi al 100%. Il motore, è vero, non costa molto, ma gli accumulatori, al contrario, costano un "pochetto" di più... :)

8

Altra falsità

Marco

Pubblicato il 04/02/2014 alle 19:46

Le batterie delle auto sono costitiuite da tante piccole stilo in serie di piccola potenza e la durata e l'affidabilità sono superiori rispetto a quando vengono impiegate in altri prodotti, perchè la temperatura è mantenuta stabile dal sistema di raffredamento/riscaldamento e la scarica totale non è mai possibile, continui a non essere preparato sulla mobilità elettrica, continua a guidare stufe, infatti senza cambio di cultura e mentalità non potrai progredire.

Iscriviti alla Community

Scrivi un commento

Condizioni d'uso
Top