dalla Home

Novità

pubblicato il 3 febbraio 2014

Nuova Jeep Cherokee

La SUV americana ha il pianale di origini Giulietta, motore 2.0 Multijet, 4x4 e cambio automatico 9 marce. In Italia in primavera

Nuova Jeep Cherokee
Galleria fotografica - Nuova Jeep CherokeeGalleria fotografica - Nuova Jeep Cherokee
  • Nuova Jeep Cherokee - anteprima 1
  • Nuova Jeep Cherokee - anteprima 2
  • Nuova Jeep Cherokee - anteprima 3
  • Nuova Jeep Cherokee - anteprima 4
  • Nuova Jeep Cherokee - anteprima 5
  • Nuova Jeep Cherokee - anteprima 6

La nuova Jeep Cherokee sbarca in Europa dopo essersi mostrata al pubblico nordamericano come la più innovativa SUV media del momento. La rivoluzione tecnica e stilistica che sottende al lancio commerciale europeo della nuova Jeep Cherokee passa infatti attraverso la realtà industriale italo-americana di FCA, con l’utilizzo del pianale Compact U.S. Wide (CUSW) che deriva dal C-Evo dell’Alfa Romeo Giulietta. Oltre ad un design molto più moderno, aerodinamico e “affilato” rispetto alla precedente versione, la Nuova Cherokee propone infatti un'impostazione “tutto avanti”, con trazione anteriore o integrale, innovativo cambio automatico a 9 marce e il motore 2.0 Multijet da 140 o 170 CV (oltre al 3.2 V6 Pentastar poco adatto all’Italia). Il debutto della nuova Jeep Cherokee in versione europea è fissato per il prossimo Salone di Ginevra (4-16 marzo 2014), mentre sarà disponibile nelle concessionarie italiane a partire dal secondo trimestre del 2014 negli allestimenti Longitude, Limited e Trailhawk, il più offroad del gruppo.

ADDIO “MUSO” VERTICALE
La nuova Jeep Cherokee dice addio alle linee squadrate e alla griglia verticale di storica tradizione per proporre un frontale appuntito e forme filanti, decisamente nuove per il marchio nato con il famoso veicolo militare. La nuova era stilista di Jeep Cherokee è fatta di calandra “appuntita”, rigorosamente con 7 feritoie, gruppi ottici sottili (Xeno e LED) e sviluppati su due livelli con i fendinebbia che completano verso il basso una “faccia” decisamente nuova. L’altezza da terra e le grandi ruote mantengono intatto il look rude da fuoristrada, ma con una silhouette laterale da SUV media con i tradizionali passaruota trapezoidali. Questa metamorfosi della Jeep Cherokee avvicina il marchio americano alle più recenti SUV giapponesi ed europee, in primis la Nissan X-Trail e la Toyota RAV4. Le ruote in lega da 17” delle versioni Longitude e Trailhawk diventano da 18” sulla Limited, mentre il tetto panoramico CommandView opzionale ha due vetri apribili elettricamente.

RIVOLUZIONE INTERIORE
Un taglio netto col passato la nuova Jeep Cherokee lo propone anche negli interni, dove spariscono spigolosità e linee squadrate in favore di più dolci forme curvilinee per plancia, console centrale e pannelli porta. Le finiture premium sono ancora più abbondanti e prevedono l’utilizzo di materiali pregiati e morbidi al tatto, i sedili ergonomici rivestiti in tessuto o pelle Nappa (Limited) hanno regolazione elettrica, memoria, riscaldamento e ventilazione. Il divano posteriore è abbattibile in rapporto 60:40 e può scorrere in avanti e indietro per offrire il massimo comfort. La strumentazione a due elementi circolari riprende invece lo stile già sperimentato sulla “cugina” Dodge Dart che utilizza la stessa piattaforma C-Evo Wide.

ANTERIORE O INTEGRALE, A SECONDA DELLE NECESSITA’
La novità più importante la nuova Jeep Cherokee la cela però sotto la pelle, dove troviamo il pianale globale a trazione anteriore nato con la Giulietta. Sulla nuova Cherokee troviamo però per la prima volta il sistema di trazione integrale che utilizza una presa di forza per trasmettere la coppia motrice anche al retrotreno. La tecnologia 4x4 della nuova Jeep Cherokee è disponibile in non meno di tre differenti sistemi: Jeep Active Drive I con unità di trasmissione della potenza (PTU) totalmente automatica a singola velocità, Jeep Active Drive II con PTU a due velocità e marce ridotte ed infine il sistema più evoluto, quel Jeep Active Drive Lock che ha PTU a due velocità, gestione della coppia, marce ridotte e bloccaggio dell'asse posteriore (solo sul modello Trailhawk). La nuova Jeep Cherokee ha infatti il dispositivo di disconnessione dell’asse posteriore che permette di avere la modalità 4x4 solo quando necessario, in maniera automatica e con fluidità di passaggio da due a quattro ruote motrici. Tutti i sistemi 4x4 della nuova Jeep Cherokee sono poi abbinati alla gestione della trazione Selec-Terrain che ha quattro modalità di funzionamento (Auto, Snow, Sport e Sand/Mud) e addirittura cinque sulla versione Trailhawk (Rock); non manca neppure il Selec-Speed Control che include i sistemi Hill-ascent Control e Hill-descent Control.

E’ LORA DEL 2.0 MULTIJET FIAT
Un’altra primizia della nuova Jeep Cherokee è il cambio automatico a 9 rapporti, disponibile sulle motorizzazioni a benzina e sul diesel 2.0 Multijet da 170 CV. Il sistema di controllo interattivo Electronic Range Select ha più di 40 mappature diverse per il funzionamento automatico che valutano anche le accelerazioni laterali e longitudinali e le variazioni di pendenza, mentre il guidatore può scegliere di utilizzare la modalità manuale sequenziale. A detta del costruttore i 9 rapporti rendono la cambiata più fluida e impercettibile da parte dei passeggeri e a ridurre i consumi. In Italia la nuova Jeep Cherokee è disponibile con il quattro cilindri diesel 2.0 Mulijet nelle versioni da 140 e 170 CV (con sistema Start/Stop), oltre al benzina 3.2 V6 Pentastar da 272 CV. La nuova Jeep Cherokee 2.0 Multijet 140 CV offre una coppia massima di 350 Nm monta il cambio manuale 6 marce, mentre quella da 170 CV è disponibile solo in abbinamento con l’automatico a 9 rapporti.

MULTI-LINK DIETRO
Sfruttando la piattaforma modulare Compact U.S. Wide la nuova Jeep Cherokee può sfoggiare componenti condivisi con altri modelli della neonata FCA (Fiat Chrysler Automobiles): si parte dalle quattro ruote indipendenti con montanti MacPherson all’anteriore e sospensioni multi-link al retrotreno per arrivare al servosterzo elettronico e alla scocca in acciaio altoresistenziale al 65%. Fra i molti sistemi di sicurezza e ausili alla guida disponibili su nuova Jeep Cherokee si segnalano il Forward Collision Warning-Plus, il sistema di assistenza al parcheggio automatico ParkSense Parallel/Perpendicular Park Assist System, l’Adaptive Cruise Control-Plus, il Lane Departure Warning-Plus e il Rear Cross Path (RCP) detection che in retromarcia segnala la presenza di veicoli provenienti da dietro. A livello di connettività e infotainment la nuova Jeep Chrokee offre uno schermo TFT a colori da 3,5” o 7” al centro della strumentazione, un display touchscreen da 8,4” al centro della plancia che comanda il sistema Uconnect. Per la personalizzazione della nuova Jeep Cherokee sono disponibili oltre 100 accessori Mopar dedicati.

Scheda Versione

Jeep Cherokee
Nome
Cherokee
Anno
2014
Tipo
Normale
Segmento
medie
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Novità , Jeep , auto americane , ginevra


Listino Jeep Cherokee

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
2.0 Mjt II 140cv FWD Longitude anteriore diesel 140 2.0 5 € 39.900

LISTINO

2.0 Mjt II 140cv FWD Longitude anteriore diesel 140 2 5 € 39.900

LISTINO

2.0 Mjt II 140cv Longitude FWD anteriore diesel 140 2 5 € 40.150

LISTINO

2.0 Mjt II 140cv 4WD Longitude 4x4 diesel 140 2.0 5 € 42.400

LISTINO

2.0 Mjt II 140cv 4WD Longitude 4x4 diesel 140 2 5 € 42.400

LISTINO

2.0 Mjt II 140cv Longitude 4WD 4x4 diesel 140 2 5 € 42.650

LISTINO

2.0 Mjt II 140cv FWD Limited anteriore diesel 140 2.0 5 € 45.000

LISTINO

2.0 Mjt II 140cv FWD Limited anteriore diesel 140 2 5 € 45.000

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top