dalla Home

Attualità

pubblicato il 30 gennaio 2014

Schumacher: dopo un mese di coma, inizia il risveglio

Il tedesco non è più in pericolo di vita e i medici lo stimolano: un neurochirurgo ci dice cosa succederà adesso

Schumacher: dopo un mese di coma, inizia il risveglio
Galleria fotografica - Schumacher, la pista da sci dove è avvenuto l'incidenteGalleria fotografica - Schumacher, la pista da sci dove è avvenuto l'incidente
  • Schumacher, la pista da sci dove è avvenuto l\'incidente - anteprima 1
  • Schumacher, la pista da sci dove è avvenuto l\'incidente - anteprima 2
  • Schumacher, la pista da sci dove è avvenuto l\'incidente - anteprima 3
  • Schumacher, la pista da sci dove è avvenuto l\'incidente - anteprima 4
  • Schumacher, la pista da sci dove è avvenuto l\'incidente - anteprima 5
  • Schumacher, la pista da sci dove è avvenuto l\'incidente - anteprima 6

Per Michael Schumacher sono iniziate le operazioni di risveglio dal coma artificiale che, da un mese, lo tiene immobilizzato in un letto all’ospedale di Grenoble, in seguito al grave incidente sugli sci del 29 dicembre. Il campione tedesco si può considerare dunque non più in pericolo di vita, ma i medici del reparto di rianimazione hanno solo deciso di ridurre la sedazione, per valutare se Schumi risponde agli stimoli, o se ci siano le condizioni per la riapertura degli occhi (spontanea o stimolata) o per movimenti spontanei o indotti degli arti. Il dottor Nicola Acciarri, neurochirurgo dell’Ospedale Bellaria di Bologna, ha spiegato ad OmniCorse.it come sia da escludere la possibilità che l’ex pilota di F1 possa parlare, data l’intubazione in corso.

Inizia così una sorta di “fase 2”, che alimenta la speranza per Schumacher di tornare ad una vita normale. Anche se il danno al cervello è stato grave: la compressione dovuta alle emorragie e agli edemi potrebbe aver compromesso l’emisfero celebrale sinistro, quello che controlla la parte destra del corpo e il linguaggio. Inoltre, l’atrofizzazione dei muscoli e delle articolazioni dovuta a questi 30 giorni di completa immobilità renderanno molto difficile la rieducazione e la riabilitazione. Un momento forse ancora più critico sta per iniziare per la moglie Corinna, i figli Gina Maria di 16 anni e Mick jr di 14, i parenti e gli amici più stretti, perché ancora non sanno che persona si troveranno di fronte quando Michael riaprirà gli occhi.

Galleria fotografica - Michael Schumacher, le immagini di un CampioneGalleria fotografica - Michael Schumacher, le immagini di un Campione
  • Michael Schumacher, le immagini di un Campione - anteprima 1
  • Michael Schumacher, le immagini di un Campione - anteprima 2
  • Michael Schumacher, le immagini di un Campione - anteprima 3
  • Michael Schumacher, le immagini di un Campione - anteprima 4
  • Michael Schumacher, le immagini di un Campione - anteprima 5
  • Michael Schumacher, le immagini di un Campione - anteprima 6

Autore: Redazione

Tag: Attualità , VIP , schumacher , piloti


Top