dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 30 gennaio 2014

Assicurazione auto: varchi ZTL e Tutor controllano se sei in regola

Dal 15 febbraio ci pensa l'archivio informatico della Motorizzazione

Assicurazione auto: varchi ZTL e Tutor controllano se sei in regola

La rivoluzione digitale è iniziata. La Motorizzazione è la prima amministrazione dello Stato interamente informatizzata che grazie alle nuove procedure risparmierà 11 milioni di euro all'anno, come ha stimato Erasmo D’Angelis, Sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti con delega alla sicurezza stradale e alla riforma del Codice della Strada. Tra le novità che i processi di digitalizzazione della Motorizzazione stanno mettendo in campo e che riguarderanno milioni di italiani ci sono anche i controlli sulle assicurazioni auto. Dal 15 febbaraio le auto che attraverseranno i varchi ZTL o che passeranno nei tratti controllati dai Tutor saranno automaticamente sottoposte a verifica. Ecco come funziona.

L'ARCHIVIO INFORMATICO DELLA MOTORIZZAZIONE
Grazie alla digitalizzazione dell'archivio della Motorizzazione i controlli "virtuali" dei varchi ZTL e dei Tutor si aggiungono a quelli su strada delle pattuglie per ridurre il numero degli automobilisti non in regola con l'assicurazione. Dal 15 febbraio 2014 l'ipotesi di cui OmniAuto.it aveva iniziato a parlarvi anni fa diventa realtà e, grazie al web service e all'incrocio di una mole impressionante di dati (tutti i veicoli con le polizze stipulate con tutte le compagnie assicurative), l'archivio informatico fornirà in tempo reale al Ministero dell'interno e alle forze dell'ordine, nazionali e locali, i dati di tutte le auto senza copertura assicurativa che poi potranno essere controllate attraverso i varchi Ztl, tutor e pattuglie su strada. "Senza accanimento vessatorio, verrà spiegato ai cittadini interessati che entro 15 giorni devono rimediare pena il pagamento di sanzioni da un minimo di 841 euro a un massimo di 3.366 euro fino al sequestro dell'auto. Basterà la documentazione fotografica", ha detto D’Angelis.

TROPPI ITALIANI SENZA ASSICURAZIONE AUTO
Le auto che oggi in Italia non sono coperte da assicurazione sono 3,8 milioni. Lo dice lo stesso archivio digitale della Motorizzazione, aggiornato costantemente, che dal prossimo 15 febbraio sarà a disposizione del Ministero dell’Interno e delle forze dell’ordine, anche le polizie municipali, per effettuare i controlli. "Questa cifra è impressionante e ci consegna il record negativo europeo in materia di infrazioni e irregolarità - ha commentato D’Angelis -. I proprietari di veicoli non assicurati creano problemi enormi a migliaia di italiani onesti per l'impossibilità di risarcimento dei danni nei contenziosi post incidenti stradali, anche in presenza di lesioni gravi a passeggeri (nel 2012 sono stati 186.726 gli incidenti stradali con 264.716 feriti e 3653 morti). Era per noi un obbligo morale prima che politico fare un salto di qualità per aumentare la capacità di contrasto alle frodi assicurative perché penalizzano tanti italiani che rispettano le leggi e le regole. In questi mesi - continua il Sottosegretario - grazie all'eccellente lavoro della direzione della Motorizzazione Civile guidata dall'Ing. Maurizio Vitelli, senza costi aggiuntivi abbiamo creato la piattaforma tecnologica più avanzata d'Europa che modifica radicalmente il sistema degli accertamenti".

Scopri tutto sulle assicurazioni.

Autore:

Tag: Attualità , assicurazioni


Top