dalla Home

Test

pubblicato il 27 gennaio 2014

Mercedes CLA 45 AMG, un cuore grande così

Attorno al 2.0 turbo di serie più potente del mondo nasce una sportiva vera. A trazione integrale e con cambio a doppia frizione

Mercedes CLA 45 AMG, un cuore grande così
Galleria fotografica - Mercedes CLA 45 AMG. La prova all'Autodromo di ModenaGalleria fotografica - Mercedes CLA 45 AMG. La prova all'Autodromo di Modena
  • Mercedes CLA 45 AMG. La prova all\'Autodromo di Modena - anteprima 1
  • Mercedes CLA 45 AMG. La prova all\'Autodromo di Modena - anteprima 2
  • Mercedes CLA 45 AMG. La prova all\'Autodromo di Modena - anteprima 3
  • Mercedes CLA 45 AMG. La prova all\'Autodromo di Modena - anteprima 4
  • Mercedes CLA 45 AMG. La prova all\'Autodromo di Modena - anteprima 5
  • Mercedes CLA 45 AMG. La prova all\'Autodromo di Modena - anteprima 6

Se siete un minimo impallinati di sportive, il motore della Mercedes CLA 45 AMG lo conoscete già. È semplicemente il più potente 2.0 turbo in commercio. 360 CV, che fanno la bellezza di 180 CV/litro. Come dire che se la CLA 45 fosse 1.000 cc a due cilindri avrebbe comunque la brillantezza necessaria a togliersi più di una soddisfazione. Non è un caso, del resto, se in AMG sono i primi ad ammettere che ogni loro auto nasce attorno al motore. Non solo: per essere una degna alternativa alla C 63 AMG - vera calamita per gli sguardi della Guardia di Finanza - la CLA non poteva che contare su un motore solo apparentemente piccolo. Lo stesso 4 cilindri che muove (sarebbe meglio dire agita) la Classe A 45 AMG e che a breve sarà protagonista sulla crossover GLA 45 AMG. Identici anche la trazione integrale 4Matic e il cambio a doppia frizione e sette rapporti.

A TUTTO (TERZO) VOLUME
Se chiedete a qualsiasi venditore o uomo marketing quale sia il gradimento delle berline, la risposta sarà come minimo tra il “poco” e il “nulla”. In Europa occidentale e in Italia in particolare. Ma i mercati, si sa, sono sempre più numerosi e con esigenze disparate. A questo punto sorge però un altro interrogativo: perché le tre volumi stanno ritornando anche da noi? Per alcuni, il ragionamento è più o meno questo: "visto che certi modelli li abbiamo in casa, proviamoci". Per Mercedes, invece, l'ambizione è quella di riportare gli italiani sulle berline classiche, puntando su dimensioni ridotte, ma prestigio inalterato. Dicevo terzo volume. In realtà, più che di volume sarebbe opportuno parlare di un accenno. Come sulla CLS, infatti, la coda è sfuggente che di più non si potrebbe, fino al punto di arrivare a formare un unico arco con il tetto, per un effetto coupé che non guasta mai. A proposito di archi, quelli passaruota sono ipertrofici e scolpiti e, nel caso della AMG, riempiti a più non posso dai cerchi da 18 pollici e dai pneumatici 225/40. Specifici i quattro scarichi rettangolari, i profili aerodinamici neri e le griglie a nido d'ape inserite in feritoie quanto mai grandi per dare ossigeno a tutti, ma proprio tutti, i 360 CV. Di rigore, infine, la targhetta AMG sul posteriore, la firma del tecnico che ha curato personalmente l'assemblaggio del motore e la scritta Turbo sul passaruota.

MERCEDES E AMG, DUE IN UNA
Devo ammetterlo: se un appassionato di Mercedes vecchio stampo avanzasse perplessità circa alcune scelte stilistiche molto vistose adottate per la carrozzeria, farei fatica a dargli torto. Tutt'altro discorso dentro. La CLA 45 AMG mixa con maggiore equilibrio tradizione, sportività e innovazione. La prima la ritrovo nella cura con cui sono realizzati gli accoppiamenti, nella morbidezza delle plastiche e nell'ergonomia di tutti i comandi, posizionati esattamente dove ci si aspetta di trovarli. La sportività, beh, è ovunque: la tocco sul volante, dal rivestimento spesso ed ergonomico, la avverto nella "presa" su cosce e schiena del sedile avvolgente, la vedo nei profili di carbonio che impreziosiscono la plancia e nei contorni rossi delle bocchette d'aerazione. L'innovazione? A partire dallo schermo stile tablet che troneggia sulla console, per passare al selettore di marcia hi-tech, fino alle bocchette circolari disegnate in stile aeronautico, la CLA propone (come la Classe A, che dentro è identica) elementi stilistici di rottura rispetto ai rigidi canoni di qualche anno fa della Stella a tre punte. Per il resto, l'abitabilità è nella media di quanto offerto dalle compatte di segmento C, con spazio in abbondanza per quattro adulti e il quinto che, come al solito, si trova piuttosto compresso, se non è un ragazzino.

EMOZIONI FORTI, ACCELERAZIONE DA DRAGSTER
Autodromo di Modena, un ordinario venerdì di pioggia. La prova della CLA 45 AMG si svolge qui, sul tortuoso tracciato emiliano in una condizione che solitamente definirei sfortunata, come minimo. Solitamente. Non oggi. Perché con la trazione integrale e assetti di questo tipo, l'aderenza precaria permette di avvicinare più velocemente il limite e di apprezzare meglio il lavoro di ripartizione della potenza da parte della frizione a lamelle. Così è. Tempo due giri e, prese le misure della pista e messo l'ESP in modalità Sport, ecco che la più piccola delle quattro porte Mercedes mi si comincia a svelare in tutta la sua vivacità. Basta lasciarle il tempo di trovare l'appoggio sulla ruota anteriore esterna che il retrotreno accompagna l'inserimento in curva con un piacevole sovrasterzo. Dolce, progressivo. Talmente facile da gestire che mi basta tornare gradualmente sul gas per proiettarmi fuori dalle curve con una rapidità rara, senza bisogno di controsterzare; sempre che non si voglia fare del drifting. In quel caso, giocando in modo più esasperato con i trasferimenti di carico e disattivando del tutto l'ESP, la tedesca è ben felice di mettersi seriamente di traverso. Il supporto ideale, in tutto ciò, è il motore con tutta la sua riserva di Nm (450) e CV sempre a portata di piede. Quanto allo sterzo, pur non essendo il top quanto a comunicatività, riesce a instaurare un feeling più che buono tra uomo e macchina. Il cambio? Ottimo nell'uso stradale per rapidità e dolcezza degli innesti, in circuito si rivela un filo troppo lento nell'esecuzione degli input impartiti manualmente con i paddles dietro al volante.

LISTINO SHOCKING
Posizionamento. Si chiamano così i 13.000 euro che separano la CLA 45 AMG (57.695 euro) e la Classe A 45 AMG (44.660 euro). Due auto identiche, tolta la parte posteriore della carrozzeria, ma che nelle menti del marketing sono così diverse, per tipologia di clientela a cui si rivolgono, da meritare un tale differenziale di prezzo. E se il listino è per pochi, la tassa di circolazione taglia fuori un'altra bella fetta di potenziali clienti: 2.186,95 euro all'anno. No, la CLA 45 AMG non è un'auto per l'Italia. O meglio, l'Italia non è più un Paese per auto di questo tipo. Speriamo torni a esserlo al più presto.

Galleria fotografica - Mercedes CLA 45 AMGGalleria fotografica - Mercedes CLA 45 AMG
  • Mercedes CLA 45 AMG - anteprima 1
  • Mercedes CLA 45 AMG - anteprima 2
  • Mercedes CLA 45 AMG - anteprima 3
  • Mercedes CLA 45 AMG - anteprima 4
  • Mercedes CLA 45 AMG - anteprima 5
  • Mercedes CLA 45 AMG - anteprima 6

Scheda Versione

Mercedes-Benz CLA 45 AMG
Nome
CLA 45 AMG
Anno
2013
Tipo
Premium
Segmento
compatte
Carrozzeria
3 volumi
Porte
4 porte
Motore
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Mercedes-Benz , auto europee


Listino Mercedes-Benz Classe CLA

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
CLA 45 4Matic AMG 4x4 benzina 381 2 5 € 58.510

LISTINO

 

Top