dalla Home

Attualità

pubblicato il 16 gennaio 2014

Pedaggi autostrade: Lupi chiede sconto del 20% per i pendolari

La risposta di Aiscat è attesa in tempi brevi. L'obiettivo è dare agli automobilisti un "segnale di aiuto"

Pedaggi autostrade: Lupi chiede sconto del 20% per i pendolari

Autostrade meno care per i pendolari. L'obiettivo è questo e per arrivarci il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, ha incontrato il presidente ed il vicepresidente di Aiscat (l'associazione delle concessionarie autostradali), Fabrizio Palenzona e Giovanni Castellucci. L'idea del ministro è quella di scontare del 20% le tariffe a chi viaggia quotidianamente in autostrada. La risposta deve arrivare "in tempi brevi" perché Lupi vuole "poter rendere operativa una eventuale risposta positiva entro i primi giorni di febbraio". E adesso entriamo più nel dettaglio.

TARIFFE AGEVOLATE: LA RICHIESTA DEL MINISTRO LUPI
Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha chiesto ad Aiscat "una decisione immediata ed il lavoro per un nuovo scenario che ci deve impegnare in questo anno" perché l'impatto degli aumenti 2014 è stato sentito particolarmente dagli autotrasportatori e dai pendolari. "Per gli autotrasportatori è aperto da tempo un tavolo con il sottosegretario Rocco Girlanda, e già oggi ci sono stati incontri nei quali è stato affrontato il problema", ha detto il ministro che vuole agevolazioni tariffarie del 20% per i pendolari su tutta la rete autostradale al fine di rissollevare anche il numero di auto che transitano sulle nostre autostrade. Bisogna riequilibrare l'offerta e la domanda: "Quello dal 2008 al 2013 è il primo quinquiennio in cui il traffico è costantemente sceso".

A CHI E' RIVOLTO LO SCONTO
La figura di pendolare a cui si riferisce il ministro Lupi è stata individuata in base a tre criteri: il viaggio da punto a punto (da un casello all’altro che vanno indicati), la frequenza della percorrenza di questa tratta (chi va al lavoro 5 giorni alla settimana fa 20 viaggi di andata e ritorno al mese, 40 volte la tratta indicata), la lunghezza delle tratta percorsa (sino a un massimo di 50 km per tratta, essendo la percorrenza media sulle nostre autostrade di 40 km). "A queste persone chiedo che venga riconosciuta una forma di 'abbonamento' con una agevolazione tariffaria del 20%, e con una modulazione progressiva a scendere al variare del numero dei viaggi sino a una soglia minima da concordare (chi fa ad esempio 30 viaggi godrà di una agevolazione minore del 20%, per chi ne fa 20 l’agevolazione scenderà ulteriormente, eccetera)", ha detto, spiegando che in questo momento di crisi lo sconto sarebbe un "importante segnale di aiuto a chi per lavoro o studio deve spostarsi quotidianamente". E' un segnale che "vogliamo dare indipendentemente dal resto del lavoro che dovremo fare sugli aspetti regolatori delle tariffe", ha aggiunto Lupi. A breve quindi ci saranno degli aggiornamenti.

Autore:

Tag: Attualità , autostrade


Top