dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 13 gennaio 2014

Audi allroad shooting brake

La crossover sportiva anticipa il futuro stile della Casa tedesca, Q1 compresa. E’ un’ibrida plug-in da 408 CV, trazione integrale e 1,9 l/100 km

Audi allroad shooting brake
Galleria fotografica - Audi allroad shooting brakeGalleria fotografica - Audi allroad shooting brake
  • Audi allroad shooting brake - anteprima 1
  • Audi allroad shooting brake - anteprima 2
  • Audi allroad shooting brake - anteprima 3
  • Audi allroad shooting brake - anteprima 4
  • Audi allroad shooting brake - anteprima 5
  • Audi allroad shooting brake - anteprima 6

L’Audi allroad shooting brake è la concept per il Salone di Detroit (13-26 gennaio 2014) che rispolvera un tipo di carrozzeria un po’ in disuso, quella della familiare sportiva a due porte, per proporre “uno sguardo concreto al futuro prossimo” del design Audi, per usare le parole di Ulrich Hackenberg. In pratica l’Audi allroad shooting brake riprende anche il principio stilistico di un prototipo di qualche anno fa, quella Audi TT Shooting Brake vista al Salone di Tokyo del 2005 per anticipare le forme della prossima SUV compatta Audi Q1. Rispetto a questa l’Audi allroad shooting brake ha però un’impostazione più rialzata che la fa rientrare nella categoria tanto apprezzata delle crossover, senza mancare di utilizzare una motorizzazione ibrida da 408 CV che consuma in media 1,9 l/100 km. Le dimensioni dell’Audi allroad shooting brake comprendono una lunghezza di 4,20 metri, una larghezza di 1,85 metri, un’altezza di 1,41 metri e un passo di 2,51 metri; sono misure che pongono questa crossover a metà strada fra la nuova A3 e la TT.

COUPE’ E FAMILIARE, CON UN TOCCO DI FUORISTRADA
Lo stile, come suggerisce il nome, prende spunto anche tipici elementi “fuoristradati” delle altre allroad per virare sul tema della coupé allungata o della station wagon a due porte, tanto cara alla tradizione britannica delle “coupé da caccia”. La grande griglia anteriore esagonale mostra i fitti listelli orizzontali tipici della linea e-tron e le ampie prese d’aria laterali sovrastano uno spoiler in alluminio nella parte bassa. I fari anteriori dell’Audi allroad shooting brake sono simili a quelli già visti a Francoforte sull’Audi Sport quattro concept e utilizzano la tecnologia a matrice di LED. Il colore Ice Blue di questo prototipo riveste una carrozzeria realizzata con un mix di alluminio e fibra di carbonio, mentre la forma digradante verso la coda del tetto richiama le forme sportiveggianti delle classiche “shooting brake”. La fascia in grigio scuro nella parte bassa della carrozzeria è invece tipica delle allroad Audi e si unisce in questo caso con la scritta e-tron laterale che ricorda l’elettrificazione di questo prototipo.

INTERNI: EVOLUZIONE DELLO STILE
Così come gli esterni, anche gli interni dell’Audi allroad shooting brake sembrano molto vicini ad una possibile produzione, mostrando elementi semplici e lineari nell’ambito di un design ottimizzato per l’avventura e la vita all’aria aperta. Dei quattro sedili individuali sportivi i due dietro possono essere abbattuti per formare un piano di carico unico. I rivestimenti in antracite e grigio sono realizzati in pelle e Alcantara, la strumentazione è formata da uno schermo TFT da 12,3” e le bocchette di aerazione sviluppano il tema rotondo già presente su alcune Audi per inglobare al loro interno i comandi della climatizzazione che fuoriescono all’avvicinarsi della mano.

UN BENZINA PIU’ DUE ELETTRICI
Il modulo ibrido dell’Audi allroad shooting brake comprende il motore a benzina 2.0 TFSI da 292 CV e 380 Nm montato trasversalmente all’anteriore che è unito con una frizione ad un elettromotore da 40 kW (54 CV) e 270 Nm e integrato nel cambio a doppia frizione e-S tronic a 6 marce. Un secondo motore elettrico da 85 kW (115 CV) e 270 Nm è montato al retrotreno, in grado di funzionare in maniera indipendente o assieme agli altri due propulsori per ottenere una “e-tron quattro” a trazione integrale. Subito davanti all’asse posteriore ci sono le batterie agli ioni di litio da 8,8 kWh che garantiscono all’Audi allroad shooting brake un’autonomia elettrica di 50 km e possono essere ricaricate anche tramite la presa di corrente domestica e il ”wall box” dedicato. La potenza totale dell’Audi allroad shooting brake è pari a 408 CV, con una coppia di 650 Nm che permette alla concept pesante 1.600 kg di raggiungere i 250 km/h limitati e di passare da 0 a 100 km/h in 4,6 secondi. L’autonomia complessiva è pari a 820 km grazie al consumo combinato di soli 1,9 l/100 km (45 g/km di CO2).

TRE MODALITA’ DI GUIDA
Le modalità di guida dell’Audi allroad shooting brake sono tre, tutte selezionabili dal guidatore con un comando sul volante. Quella puramente elettrica EV sfrutta la trazione posteriore e spinge la vettura fino a 130 km/h. La modalità Hybrid unisce l’efficienza dei motori, con quello elettrico anteriore che funziona al meglio come generatore di corrente, mentre nel settaggio Sport il 2.0 TFSI e l’elettrico posteriore spingono al massimo per ottenere le prestazioni richieste e la trazione integrale. Attraverso il sistema di gestione delle funzioni di bordo MMI il guidatore può anche selezionare le funzioni Hold e Charge per regolare la ricarica delle batterie, privilegiando ad esempio il recupero dell’energia in frenata da usare in un’altra parte del percorso. Il servosterzo elettromeccanico dell’Audi allroad shooting brake è regolato per lavorare al meglio con la cinematica dell’assetto che prevede uno schema MacPherson all’anteriore e una sospensione a quattro bracci al posteriore. Le ruote da 19” montano pneumatici di misura 255/40.

Autore: Redazione

Tag: Prototipi e Concept , Audi , auto europee , detroit , auto ibride


Top