dalla Home

Home » Argomenti » Patente

pubblicato il 9 gennaio 2014

Patente auto, da oggi addio al bollino

Per il rinnovo adesso c'è il formato carta di credito. Vi spieghiamo come funziona

Patente auto, da oggi addio al bollino

Patente auto: le regole per il rinnovo sono cambiate. Dal 2014 non si può più applicare l'etichetta adesiva con la nuova scadenza, ma deve essere stampata una nuova patente, tipo carta di credito. Lo ha deciso il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con un decreto del 16 ottobre, pubblicato qualche giorno fa in Gazzetta Ufficiale e che entra in vigore il 9 gennaio. Per consentire gli adeguamenti del caso e l'aggiornamento delle strutture mediche sono stati fissati 20 giorni di tolleranza. A ogni rinnovo patente, ne arriverà a casa una nuova di zecca, plastificata, con un formato uniforme europeo e una maggiore protezione della sicurezza. L’obiettivo dell’Unione europea (che ha imposto questa regola agli Stati membri) è soprattutto evitare la contraffazione delle patenti, e quindi aumentare la sicurezza stradale. In questo modo, non si avranno più patenti con fotografie ormai quasi inutili al fine del riconoscimento del guidatore, perché scattate quando si avevano appena 18 anni. Inoltre, al massimo entro 10 anni tutti gli automobilisti dovranno uniformarsi a questo unico modello con foto sempre aggiornata e recente (nonostante sia in bianco e nero).

RINNOVO PIÙ FACILE
"Semplificare la vita agli italiani nella loro lotta con la burocrazia e rendere più paritario il rapporto tra il cittadino e lo Stato è un impegno che passa anche attraverso riforme che sembrano piccole riforme ma sono invece molto significative per la vita quotidiana dei cittadini, come quella appena varata sulla patente di guida - ha commentato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi -. Abbiamo semplificato anche la trasmissione dei documenti al ministero dopo la visita medica: basta certificati di carta, l’invio avverrà in digitale attraverso il Portale dell’automobilista. La nuova patente arriverà a casa, o sul posto di lavoro se si preferisce, in una settimana". Il rinnovo avverrà via internet. Dopo la visita, il medico confermerà la validità della patente per via telematica, attraverso il Portale dell'automobilista (a cui accederà inserendo credenziali e pin), indicando eventuali prescrizioni mediche o adattamenti al veicolo. Contestualmente, al guidatore verrà rilasciata dal medico una ricevuta che sostituirà la patente per un massimo di 60 giorni, in modo da dare il tempo alla Motorizzazione di stampare e inviare un nuovo documento, con la foto del titolare aggiornata, all'indirizzo di residenza del titolare.

SI PAGA DI PIÙ
Il giorno successivo, la Motorizzazione darà corso alla stampa della nuova patente che verrà recapitata al titolare ovunque questi desideri riceverla. Questa procedura prevede la consegna al cittadino nei 7 giorni successivi alla visita medica con posta assicurata. La procedura di recapito sarà completamente tracciabile con informazioni disponibili 24 ore su 24 attraverso un servizio di assistenza telefonica con numero verde. Il volume di patenti interessate alla nuova procedura è di circa 4.800.000 ogni anno. Ma quale sarà il costo della procedura? Di certo, 25 euro: comprende i 16 euro della marca da bollo e i 9 euro dei diritti di Motorizzazione. Entrambi vanno pagati col bollettino postale dedicato, da consegnare poi al medico, insieme alla fotografia in formato cartaceo (che prima non andava fatta). A questi costi vanno aggiunti quello della visita medica e i 6,8 euro di posta assicurata (che prima non si versavano), da saldare al momento della consegna o del ritiro presso l’ufficio postale.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , patente a punti


Top