dalla Home

Curiosità

pubblicato il 8 gennaio 2014

Nissan NV200: come ti aggiorno il London Taxi

Mascherina cromata, grandi fari tondi e versione elettrica uniscono passato e futuro dei “black cabs”

Nissan NV200: come ti aggiorno il London Taxi
Galleria fotografica - Nissan e-NV200 London TaxiGalleria fotografica - Nissan e-NV200 London Taxi
  • Nissan e-NV200 London Taxi - anteprima 1
  • Nissan e-NV200 London Taxi - anteprima 2
  • Nissan e-NV200 London Taxi - anteprima 3
  • Nissan e-NV200 London Taxi - anteprima 4
  • Nissan e-NV200 London Taxi - anteprima 5
  • Nissan e-NV200 London Taxi - anteprima 6

Ci sono mezzi di trasporto che sembra difficile o addirittura impossibile modificare, come le gondole di Venezia, i tuk-tuk che popolano le strade dell’Asia o “black cabs” londinesi. Questi ultimi in realtà, noti anche come “hackney carriage”, si sono trasformati negli anni quasi in maniera impercettibile fino a giungere all’attuale TX4 della cinese Geely. Un mito che si è lentamente adattato ai tempi e che si prepara a fare addirittura un salto nel futuro con la Nissan NV200 taxi per Londra, versione appositamente rivista nel frontale per mantenere una continuità stilistica col passato. Disegnata nel centro stile londinese di Paddington, la Nissan NV200 London Taxi sarà commercializzata a dicembre 2014 con motore a benzina 1.6 e cambio automatico, ma nel 2015 arriverà anche la versione elettrica e-NV200.

STILE NEOCLASSICO
La Nissan NV200 London Taxi, versione evoluta e ristilizzata di quella già presentata per le Olimpiadi del 2012, presenta un frontale modificato in maniera radicale. La trasformazione più evidente è quella avvenuta a livello di griglia anteriore, modellata con grandi listelli verticali cromati per richiamare lo stile dei “black cabs” londinesi. La stessa operazione in stile “neoclassico” ha interessato i fari anteriori, ora grandi e circolari che si inseriscono nel paraurti di nuova forma. Anche l’insegna taxi sul tetto è stata dotata di illuminazione a LED. Tutte le altre soluzioni tecniche e di allestimento rispecchiano quanto già proposto nel taxi del 2012, comprese le specifiche della normativa TfL (Taxi for London), che include fra le altre la capacità di sterzata di 7.6 metri.

NISSAN, LA STRATEGIA GLOBALE PER I TAXI
Per Nissan non si tratta comunque di una prima volta assoluta a Londra, visto che negli Anni ‘80 e ‘90 aveva già fornito il motore diesel 2.7 l TD27 sui modelli FX4 ‘Fairway’ e TX1 dei “black cabs” londinesi. Con l’ulteriore variazione sul tema del trasporto con autista la Nissan NV200 London Taxi va poi ad aggiungersi al progetto globale della Casa giapponese per le flotte di taxi metropolitane. Oltre alla capitale inglese Nissan sta infatti sviluppando un piano organico per la fornitura di taxi alle città di New York, Barcellona e Tokyo.

Galleria fotografica - Nissan NV200 London TaxiGalleria fotografica - Nissan NV200 London Taxi
  • Nissan NV200 London Taxi - anteprima 1
  • Nissan NV200 London Taxi - anteprima 2
  • Nissan NV200 London Taxi - anteprima 3
  • Nissan NV200 London Taxi - anteprima 4
  • Nissan NV200 London Taxi - anteprima 5

Autore:

Tag: Curiosità , Nissan , auto giapponesi , auto elettrica , dall'estero , taxi


Top