dalla Home

Attualità

pubblicato il 4 gennaio 2014

Paul Walker: la sua Porsche Carrera GT viaggiava a 160 km/h

Il rapporto medico-legale conferma la dinamica dell'incidente che ha ucciso il protagonista di Fast and Furious

Paul Walker: la sua Porsche Carrera GT viaggiava a 160 km/h
Galleria fotografica - Paul Walker, immagini dell'incidente mortaleGalleria fotografica - Paul Walker, immagini dell'incidente mortale
  • Paul Walker, immagini dell\'incidente mortale - anteprima 1
  • Paul Walker, immagini dell\'incidente mortale - anteprima 2
  • Paul Walker, immagini dell\'incidente mortale - anteprima 3
  • Paul Walker, immagini dell\'incidente mortale - anteprima 4
  • Paul Walker, immagini dell\'incidente mortale - anteprima 5
  • Paul Walker, immagini dell\'incidente mortale - anteprima 6

L’auto di Paul Walker viaggiava a 160 km/h. Sono pochi, tecnicamente parlando, per una Porsche Carrera GT (motore 5,7 litri V10 - 612 CV - 330 km/h di velocità massima - 0-100 km/h in 3,9 s), ma sono davvero troppi su un tratto stradale urbano con il limite di 50 km/h. E a questa velocità le conseguenze in caso di incidente sono inevitabilmente tragiche…

IL RAPPORTO
La conferma che quel maledetto sabato 30 novembre è stata velocità ad uccidere l’attore americano co-protagonista di Fast and Furious - semmai ce ne fosse stato bisogno - è arrivata con la pubblicazione del rapporto dell’istituto medico-legale di Los Angeles: “La Porsche rossa stava viaggiando ad una velocità pericolosa di 100 mph o anche più”. Gli inquirenti hanno anche ricostruito la dinamica degli incidente: l’auto guidata da Roger Rodas (un’amico di Paul Walker) ha sbandato inizialmente urtando il bordo della strada, poi un albero e quindi un lampione che ha fatto girare l’auto di 180 gradi. Un successivo urto sul lato di Walker con un secondo albero ha fatto prendere fuoco alla Carrera GT. Le cause della perdita di controllo dell’auto non sono state comprese: Rodas non aveva assunto né alcol, né droga ed era tutt’altro che inesperto di guida di supercar (l’anno scorso ha corso in 10 gare del Pirelli World Challenge GTS). E allo stesso tempo è stato escluso qualsiasi tipo di guasto meccanico.

WALKER VIVRA’ ANCORA UNA VOLTA IN FAST AND FURIOUS
Questa è la cronaca, ormai certa, di un incidente che ha scioccato milioni di persone in tutto mondo. Ma è sempre di queste ore un'altra certezza: la produzione di Fast and Furious 7 non si è fermata. La Universal Pictures non solo ha deciso di non annullare il settimo episodio della saga, ma conserverà le scene già girate da Paul Walker nei panni Brian O’Connor, personaggio che uscirà di scena definitivamente con una modifica all’arco narrativo del film. Il regista James Wan e lo sceneggiatore Chris Morgan stanno già lavorando ai cambiamenti della trama che richiederanno alcune scene extra che dovranno essere realizzate nel corso dei prossimi mesi. Per questo motivo l’arrivo di Fast and Furious 7 sarà ritardato al 10 aprile 2015.

Galleria fotografica - Fast and Furious: le auto giapponesiGalleria fotografica - Fast and Furious: le auto giapponesi
  • Fast and Furious: le auto giapponesi - anteprima 1
  • Fast and Furious: le auto giapponesi - anteprima 2
  • Fast and Furious: le auto giapponesi - anteprima 3
  • Fast and Furious: le auto giapponesi - anteprima 4
  • Fast and Furious: le auto giapponesi - anteprima 5
  • Fast and Furious: le auto giapponesi - anteprima 6
Galleria fotografica - Porsche Carrera GTGalleria fotografica - Porsche Carrera GT
  • Porsche Carrera GT - anteprima 1
  • Porsche Carrera GT - anteprima 2
  • Porsche Carrera GT - anteprima 3
  • Porsche Carrera GT - anteprima 4
  • Porsche Carrera GT - anteprima 5
  • Porsche Carrera GT - anteprima 6

Paul Walker, VIDEO tributo di Fast and Furious

Il filmato che celebra la storia Brian O'Conner e ha fatto commuovere milioni di fan in tutto il mondo

Autore: Redazione

Tag: Attualità


Top