dalla Home

Mercato

pubblicato il 17 dicembre 2013

Mercato auto: Europa ancora in recupero

Nonostante i cali di Germania, Francia e Italia il bilancio continentale è ancora positivo. Bene Renault, Toyota e Mazda

Mercato auto: Europa ancora in recupero

Il mercato automobilistico europeo fa segnare nel mese di novembre 2013 il terzo bilancio positivo, con un risicato +0,9% che rappresenta comunque un ulteriore piccolo segnale di ripresa del settore nel Vecchio Continente. Secondo i dati ACEA i veicoli immatricolati nello scorso mese sul mercato EU 27 + EFTA sono stati 975.281, contro i 966.421 dello stesso mese del 2012. Il bilancio totale dei primi 11 mesi del 2013 arriva quindi a quota 11.360.874 unità, ovvero il -2,8% rispetto allo scorso anno. Nel mercato europeo dell’auto spiccano a novembre anche i cali di Germania (-2,0%) e Francia (-4,0%), momentaneamente accomunati al -4,5% dell’Italia che ormai da 42 mesi attende un segno positivo. Come conferma Romano Valente, direttore generale dell’Unrae, “Nel contesto Europeo, l’Italia si avvia a chiudere il 2013 giusto intorno a 1,3 milioni di veicoli (circa il 7% in meno sul 2012), con un contributo negativo ai volumi europei”. Lo stesso Valente ricorda poi come, nonostante le “ridotte risorse a disposizione del Governo”, sia necessario “trovarne di adeguate ad un piano di rilancio per un settore così importante per l’economia italiana”.

IL REGNO UNITO NON CONOSCE CRISI
Una delle nazioni protagoniste del mercato europeo dell’auto, la Germania, ha mostrato a novembre un -2% delle immatricolazioni che si traduce in 2.737.111 unità da inizio 2013; questa flessione contrapposta alle crescite degli scorsi mesi sembra voler indicare per il mercato teutonico una sorta di “stabilizzazione” delle vendite. In contrazione è anche la Francia (-4%) che con 1.615.137 immatricolazioni nei primi 11 mesi dell’anno si mantiene al terzo posto in Europa. A non dare segni di cedimento e anzi ad insidiare il primato della Germania è invece il Regno Unito (+7% in novembre) che dall’inizio dell’anno ha raggiunto la ragguardevole cifra di 2.111.819 unità immatricolate. Un altro player importante del mercato continentale è la Spagna, che con un ottimo +15,1% a novembre raccoglie i frutti del piano nazionale di rinnovo del parco auto e permette al totale dei primi 11 mesi del 2013 di arrivare a quota 662.188 veicoli. Grosse crescite percentuali, ma contenute in numeri assoluti, sono quelle fatte registrare a novembre da Paesi Bassi (+34,3%), Grecia (+31,2%), Portogallo (+23,1%) e Lituania (+19,8%), mentre la maglia nera mensile va all’Islanda (-39,7%).

GRUPPO FIAT SEMPRE PIU’ IN BASSO
Anche la classifica mensile per gruppi e marchi automobilistici mostra un andamento altalenante e senza tante certezze. I primi in Europa, quelli del Gruppo Volkswagen, ottengono infatti a novembre 2013 un +3,2% che deriva soprattutto dalle buone performance di Seat e Skoda, mentre al secondo posto si conferma il gruppo PSA (-1,2%) che sconta un calo di Citroen. Terzo nelle immatricolazioni di novembre è il gruppo Renault, il cui +8,9% è merito soprattutto di Dacia e al quarto posto continentale si piazza GM (-3,8%), in leggero calo con i suoi marchi. Quinta è Ford con un -2,9%, sesto il gruppo BMW (-7%) e settimo il gruppo Fiat al -5,8%; questo risultato del Lingotto è frutto di un calo generalizzato dei marchi Fiat (-3,5%), Lancia/Chrysler (-13,6%) e Alfa Romeo (-19,2%), con Jeep che registra un +1% e Dodge, Ferrari e Maserati che assieme segnano un +7,6%. Per il gruppo Fiat il consuntivo da inizio anno è pari a 688.645 auto (-8%), cifra che la pone dietro a BMW e di poco davanti a Daimler. Fra gli altri risultati mensili si segnalano in positivo il +6,9% del gruppo Toyota, il +7,6% di Volvo, il +15,8% di Suzuki, il +30,9% di Mazda (merito della Mazda3) e il +54,6% di Mitsubishi che gode dell’effetto Mirage. In leggero calo sono invece Daimler (-1,6%), Hyundai (-7,8%), Kia (-0,5%) e Honda (-4%).

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top