dalla Home

Home » Argomenti » Prezzi benzina

pubblicato il 21 dicembre 2013

Dossier Roma-Forlì

Roma-Forlì, la nostra prova dei consumi "reali" delle auto

Una nuova serie di test col “piede leggero”, 360 km alla ricerca della massima efficienza e della minima spesa

Roma-Forlì, la nostra prova dei consumi "reali" delle auto

Avete mai chiesto ad un amico quanto consuma la sua auto? Probabilmente sì e quasi certamente vi siete fidati, anche se sapete che il valore di consumo non è scientifico, rilevato con strumenti e procedure rigorose. Al massimo è la media indicata dal computer di bordo, oppure deriva dal calcolo fatto dal vostro amico (se è di quelli pignoli) alla pompa di benzina, dividendo ad ogni pieno i chilometri segnati dal contachilometri per i litri indicati sul display al distributore. Allo stesso modo OmniAuto.it ha deciso di fare la domanda al nostro “esperto” di bassi consumi: quanto consumano le nostre auto in prova?. Da qui è nata l'idea di proporvi una nuova serie di test dei consumi "reali" che noi chiamiamo "Roma-Forlì" e su cui vale la pena spendere qualche parola.

UN TESTER DAL “PIEDE LEGGERO”
L’incarico di rispondere alla domanda cruciale sui consumi l’abbiamo affidato a Fabio Gemelli, giornalista di OmniAuto.it e tester con il “pallino” dell’economy run che appena ha un week-end libero ritorna nella natia Forlì partendo da Roma. Il viaggio Roma-Forlì è quindi l’occasione perfetta per mettere alla prova i consumi “reali” delle auto, come potrebbe fare ognuno di voi. La ricetta di Fabio per ottenere la massima efficienza da ogni vettura è semplice e alla portata di tutti, sempre che non si abbia fretta: “viaggiare poco sotto il limite di velocità, evitare brusche accelerazioni e frenate, sfruttare al massimo decelerazioni e discese, anticipare le manovre anche in base al traffico che precede e mantenere un’andatura il più possibile lineare e costante”.

I NUMERI DEL VIAGGIO
Il percorso di prova Roma-Forlì è quello di andata, lungo circa 360 km e prevalentemente in superstrada (69%), con un po’ di autostrada (26%) e un assaggio di statale (5%). Vi lasciamo solo immaginare il numero di salite e discese di questo tratto appenninico. Una velocità media intorno ai 70-80 km/h dimostra che non si tratta di un tragitto fatto a passo di lumaca. Partito con il serbatoio pieno da Roma e arrivato a Forlì il nostro tester prende nota di quanto indicato dal computer di bordo e calcola il consumo alla pompa in base alla quantità di carburante utilizzata “da pieno a pieno”: proprio come potrebbe fare chiunque, fa il pieno alla pompa fermandosi "al primo scatto" della pistola erogatrice. A questo punto calcola una media aritmetica fra i due dati ed ottiene il nostro consumo “reale”, entusiasmante o deludente, ma concreto perché facilmente realizzabile da un qualsiasi automobilista. Si tratta quindi di un metodo che non ha la pretesa di essere infallibile ma ha il pregio di riprodurre un utilizzo realistico (e quindi ripetibile da tutti) dell'auto e anche dell'operazione di rifornimento.

I CONTI IN TASCA
Conoscendo i consumi e il prezzo del carburante Fabio si dedica ai “conti in tasca”, tirando fuori la spesa “reale” del viaggio e calcolando la spesa mensile teorica (media di 800 km al mese). Un altro calcolo semplice è il “quanto fa con 20 euro”, una banconota tanto in voga al distributore, mentre il classico “quanto fa con un pieno” mostra il raggio d’azione teorico dell’auto.

LA CLASSIFICA DEI CONSUMI
La prova Roma-Forlì ha anche la sua classifica aggiornata dei consumi. Datele un'occhiata e troverete molte sorprese.

Autore:

Tag: Test , carburanti


Top