dalla Home

Mercato

pubblicato il 2 dicembre 2013

Mercato auto: niente più illusioni

L'anno si chiuderà a -48,1% sui livelli ante-crisi. A novembre il Gruppo Fiat ha perso il 12,28%

Mercato auto: niente più illusioni

Il mercato auto è ancora ai minimi storici. Novembre si è chiuso con il 4,5% in meno di immatricolazioni rispetto allo stesso mese dell'anno scorso, che già era in rosso rispetto al passato. La situazione è drammatica: pensate che questo è stato il 42esimo mese consecutivo di perdita ovvero sono tre anni e mezzo che in Italia si vendono sempre meno auto. Stando alle ultime previsioni, il settore si appresta a chiudere il 2013 ad un livello di 1,3 milioni di immatricolazioni e, cosa ancora più preoccupante, non si vede la ripresa. "La Consulta Permanente Automotive, di cui anche UNRAE fa parte, dovrà realizzare al più presto azioni di efficacia immediata", ha detto Massimo Nordio, Presidente dell'Associazione delle Case automobilistiche estere, guardando a quelle 102.201 auto vendute nell'ultimo mese. Il progressivo gennaio-novembre si porta così a 1.214.237 unità (-7,7%), che rispetto livelli ante-crisi (2007) significa una perdita del 48,1%. Guardando ai risultati dei singoli costruttori, il Gruppo Fiat ha perso a novembre il 12,28% delle immatricolazioni, mentre Volkswagen ha chiuso con un +9,15%. Ma vediamo di seguito tutti i dettagli.

ANCHE LE SOCIETA' COMPRANO MENO AUTO
A novembre, stando ai dati di Anfia e Unrae, le auto ordinate sono state 107.000 (-4%), per un cumulato da inizio anno del 5% in meno rispetto al 2012. Le famiglie italiane continuano a perdere "terreno" cioè ad acquistare sempre meno auto: gli acquisti dei privati sono scesi a novembre dell'8,4% e da inizio anno dell'8,2%. Purtroppo anche le immatricolazioni a società sono scese: -3,1%. Solo i noleggi sono cresciuti in novembre (+10,5%, con una quota sul totale che sale al 15,7%). Sul fronte delle motorizzazioni il diesel ha recuperato crescendo a novembre del 2,5% e quindi arrivando al 56% del totale immatricolato. Si contraggono invece le immatricolazioni delle vetture a GPL, ormai stabili in quota nel cumulato all’8,9%, mentre prosegue la crescita del metano (al 5,6% nel mese e al 5,2% negli 11 mesi) e delle ibride (+57,4% nel mese).

IL MERCATO DELL'AUTO USATA E' SCESO
Il mercato delle auto usate ha segnato a novembre 2013 una pesante flessione: -7,1%. I trasferimenti di proprietà al lordo delle minivolture (le intestazioni temporanee a nome del concessionario) sono stati 347.437, ma - se si guarda complessivamente agli undici mesi dell’anno - i 3.794.325 passaggi di proprietà segnano appena uno 0,2% in meno rispetto alle 3.800.735 del gennaio-novembre 2012.

I MARCHI PIU' ACQUISTATI A NOVEMBRE
Analizzando i dati in base ai singoli marchi e ai gruppi auto si vede che il costruttore italiano ha perso il 12,28% con una flessione di tutti i brand, fatta eccezione per Maserati (28 auto immatricolate contro le 4 dell'anno scorso). Merito probabilmente della Ghibli, una novità allettante nel suo segmento. Il Gruppo Volkswagen invece, che è secondo per importanza nel nostro mercato, ha chiuso novembre con un +9,15% trainato del +12,01% del marchio Volkswagen. Tra le case con più quota di mercato in Italia segnaliamo infine la buona performance ottenuta da Daimler (+29,39%) e la discesa di Jaguar-Land Rover (-20,07%). Per saperne di più, vi consigliamo di leggere la seguente tabella.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top