dalla Home

Eventi

pubblicato il 22 novembre 2013

Polizia Stradale, la storia in 66 anni di fotografie

A Roma, fino all’11 dicembre presso la Scuola superiore di polizia, la mostra "Altra strada non c'è". Un affascinante viaggio nell'Italia di ieri e di oggi

Polizia Stradale, la storia in 66 anni di fotografie
Galleria fotografica - "Altra strada non c'è", mostra fotografica per i 66 anni della Polizia StradaleGalleria fotografica - "Altra strada non c'è", mostra fotografica per i 66 anni della Polizia Stradale
  • \
  • \
  • \
  • \
  • \
  • \

A Roma è stata inaugurata la mostra fotografica "Altra strada non c'è", una raccolta di scatti fotografici che ripercorrono i 66 anni di attività della Polizia Stradale. L’esposizione, aperta al pubblico fino all’11 dicembre 2013, è ospitata all’interno della Scuola superiore di polizia a Roma, in via Pier della Francesca n.3, poi si sposterà in tutta Italia diventando una mostra itinerante, con date in via di definizione. Il fascino di questa mostra fotografica, suddivisa in dieci quadri tematici, sta proprio nel fatto che non vengono esposti scatti di professionisti o artisti, ma immagini spesso scattate da gente comune che testimonia l’attività della Polizia Stradale.

LA STORIA D’ITALIA CON LA POLIZIA STRADALE
Il filo conduttore che accomuna i dieci pannelli fotografici di "Altra strada non c'è" è la lettera “S” dei Sessantasei anni di vita della Polizia Stradale, ma anche di Soccorso, Sport, Sicurezza, Scuola, Stragi, Solidarietà, Speed, Star e Scorte. A raccontare la storia d’Italia per immagini ci sono le foto dei poliziotti impegnati in varie attività, dal classico controllo delle strade, dell’usura dei pneumatici e del peso degli autotreni, fino a compiti meno noti come la scorta della fiamma olimpica, del Giro d’Italia o del Papa in visita ufficiale. Non mancano poi i volti più noti della TV e del cinema degli anni Cinquanta e Sessanta, il cantante Domenico Modugno che sorride ad un controllo stradale o Vittorio Adorni che alza le braccia al cielo vincendo il Campionato del Mondo di Ciclismo del 1968, sempre affiancato dalle moto della Polizia Stradale.

SICUREZZA, SOCCORSO E SOLIDARIETA’
All’inaugurazione della mostra è intervenuto anche in capo della Polizia Alessandro Pansa che oltre ad apprezzare le immagini ha voluto sottolineare i meriti della Polizia Stradale, “un esempio e un sistema per la sicurezza, una specialità che si occupa della lotta alla criminalità, agli illeciti, ma soprattutto è presente per soccorso pubblico". A titolo di esempio il Prefetto ha ricordato il caso del disastro del Vajont del 1963, dove la Polizia Stradale è stata la prima a diramare la notizia, regolare la difficile viabilità e gestire i soccorsi. A fare gli “onori di casa” sono stati il direttore della Scuola Roberto Sgalla e il direttore centrale delle specialità Santi Giuffrè, che hanno ricordato la vasta attività operativa della Polizia stradale, che da gennaio a ottobre 2013 ha visto impegnate 434.677 pattuglie sul territorio e la rilevazione di 1.487.296 infrazioni al codice della strada. Da non dimenticare è poi il fatto che la Polizia Stradale è la specialità di Polizia con il maggior numero di morti in servizio.

”FOTO CHE DANNO EMOZIONI”
Nel corso della presentazione di "Altra strada non c'è" abbiamo incontrato anche la curatrice della mostra fotografica, il vice questore aggiunto della Polizia Stradale Elisabetta Mancini che si è occupata anche della creazione del Museo Virtuale della Polizia Stradale. “Abbiamo voluto ripercorrere la storia di 66 anni della Polizia Stradale” - ci ha detto il vice questore - “per parlare della sicurezza stradale, ma anche per offrire uno spaccato della storia del nostro Paese, perché assieme alle pattuglie sulla strada c’era un’Italia che cresceva dal dopoguerra fino ad oggi”. Le foto scelte per la mostra, aggiunge la dott.ssa Mancini “sono quelle che ci hanno dato più emozioni e rappresentano al meglio il lavoro della Polizia Stradale”. Ricordiamo infine che la mostra è stata realizzata in collaborazione con Asaps, Avio, Avio Aero e Pirelli.

Autore:

Tag: Eventi , mostre , roma , polizia


Top