dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 21 novembre 2013

Honda MC-β concept

La risposta giapponese alla Renault Twizy

Honda MC-β concept
Galleria fotografica - Honda MC-β conceptGalleria fotografica - Honda MC-β concept
  • Honda MC-β concept - anteprima 1
  • Honda MC-β concept - anteprima 2
  • Honda MC-β concept - anteprima 3
  • Honda MC-β concept - anteprima 4
  • Honda MC-β concept - anteprima 5
  • Honda MC-β concept - anteprima 6

I costruttori giapponesi sono da tempo impegnati nella realizzazione di veicoli molto compatti ed economici, per uno o due passeggeri al massimo, dalle forme singolari e a destinazione quasi esclusivamente urbana. Ora che anche in Europa, con la Renault Twizy, si stanno diffondendo veicoli di questo tipo con motore solo elettrico, anche Honda è quasi pronta a proporre la sua biposto elettrica ultra-compatta, che prende il nome di MC-β (Micro Commuter-Beta) , in occasione del Salone di Tokyo (22 novembre-1 dicembre 2013).

Tra le sue caratteristiche, c'è l'abitacolo alto dalla forma ovoidale, che permette di ospitare due passeggeri allineati; le piccole ruote sono alle estremità, circondate dai parafanghi che però, rispetto alla Twizy, sono integrati nel corpo vettura; inoltre, sono previsti una bassa porta, trasparente nella parte inferiore, e un lunotto convenzionale. Le dimensioni sono compatte (2.495x1.280x1.545 mm), e le prestazioni generali sono pensate per l'uso urbano, con velocità dichiarata di oltre 70 km/h e autonomia di oltre 80 km, con tempi di ricarica delle batterie agli ioni di litio in meno di tre ore (200 V) o in meno di 7 ore (100 V). In Giappone dovrebbe rientrare in una categoria specifica di kei-car, i veicoli compatti urbani, denominata ultra-micro, mentre in Europa potrà essere classificata tra i quadricicli leggeri. La MC-β ha iniziato i test stradali in questo mese, preludio a una futura produzione in serie.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Prototipi e Concept , Honda , auto giapponesi


Top