dalla Home

Novità

pubblicato il 7 novembre 2013

Nuovo Nissan Qashqai

E’ l’erede di un crossover di grande successo, per la prima volta con un motore 1.2 a benzina, il nuovo cambio automatico CVT XTronic e un nuovo pianale modulare

Nuovo Nissan Qashqai
Galleria fotografica - Nuovo Nissan QashqaiGalleria fotografica - Nuovo Nissan Qashqai
  • Nuovo Nissan Qashqai - anteprima 1
  • Nuovo Nissan Qashqai - anteprima 2
  • Nuovo Nissan Qashqai - anteprima 3
  • Nuovo Nissan Qashqai - anteprima 4
  • Nuovo Nissan Qashqai - anteprima 5
  • Nuovo Nissan Qashqai - anteprima 6

Lo dicono tutti i campioni dello sport: ripetersi, dopo aver vinto, non è mai facile. Ma è proprio questo il destino del nuovo Nissan Qashqai, cioè quello di bissare lo straordinario successo di vendite del modello uscente (circa 2 milioni di clienti). A partire dal 2007 la Qashqai è stata l’auto che ha fatto apprezzare al grande pubblico il concetto di veicolo crossover e ora è stata completamente rinnovata, dal design esterno all’abitacolo, passando per la nuova piattaforma modulare CMF per il telaio, fino ai motori aggiornati, tra cui il 1.2 a benzina sovralimentato della Nissan Micra. La commercializzazione inizia a gennaio 2014: il nuovo Qashqai è il primo modello in commercio basato sulla piattaforma CMF (Common Module Family) sviluppata nell’alleanza industriale Renault-Nissan. Per quel che riguarda i prezzi, invece, trovate tutte le informazioni in questo articolo e i dettagli su accessori e optional sul nostro listino, non appena verrà ufficializzato dal costruttore.

PIU’ SPIGOLOSA E PIU’ GRANDE
Il nuovo Nissan Qashqai è quasi 5 cm più lungo (49 mm) del modello precedente, è più largo di 2 cm ed è più basso di 1 cm. Grazie all’adozione del nuovo pianale modulare CMF (Common Module Family), sviluppato all’interno dell’alleanza industriale Renault-Nissan, è aumentato anche lo spazio per le persone - in altezza ci sono 1,5 cm in più a disposizione degli occupanti, che stanno anche più larghi e entrano ed escono più comodamente per la riprogettazione delle porte - e per i bagagli: la capacità minima è di 430 litri, ovvero 20 litri in più del modello uscente. Il look esterno del nuovo Nissan Qashqai mostra linee più squadrate e definite rispetto al passato, mantenendo i caratteristici passaruota pronunciati e offrendo ruote con un diametro che arriva fino a 19 pollici. Il cofano, invece, ha una forma definita “a conchiglia”. Tutte le versioni del nuovo Nissan Qashqai sono dotate di luci diurne a LED e, sugli allestimenti più ricchi, questa tecnologia sostituisce le lampade a scarica di gas xeno anche per i fari anabbaglianti e abbaglianti. Con le lampade a LED si riduce il consumo energetico del 50%, illuminando la strada con una luce più bianca. Inoltre, i LED definiscono anche la firma stilistica del nuovo Crossover Nissan. I designer sottolineano anche l’integrazione fra tecnologia e stile: ad esempio, il radar del dispositivo anticollisione è integrato nel retro del paraurti anteriore. Per quanto riguarda l’aerodinamica, invece, il coefficiente di resistenza all’avanzamento Cx è pari a 0.32, ottenuto anche per merito di dettagli come il fondo scocca piatto, lo spoiler sul tetto dotato di alette o l’Active Grille Shutter, un servomeccanismo (di serie su tutti i modelli diesel con cambio manuale) che blocca il flusso d’aria attraverso il radiatore quando non serve. Le paratie si chiudono in automatico quando il Qashqai supera la velocità di 30 km/h e si apre solo quando i sensori segnalano la necessità di raffreddare il motore.

SEDILI SPAZIALI, COME QUELLI DELLA NASA
Il nuovo Nissan Qashqai si pone l’obiettivo anche di migliorare la versatilità e la praticità d’uso che i clienti si aspettano da un Crossover. Tornando a parlare del bagagliaio, l’accesso al vano di carico è più grande di 15 cm e il pavimento dispone di un un doppio pianale: i due pannelli reversibili Flexi-board sono rivestiti in moquette da un lato e di un materiale lavabile dall’altro, per trasportare oggetti sporchi senza rovinare i tessuti e possono essere alzati o abbassati in 16 diverse configurazioni, per massimizzare il volume oppure creare una superficie piana, a livello con i sedili posteriori ripiegati. Mettendo la cappelliera in verticale, inoltre, si crea uno scomparto utile, ad esempio, per le borse della spesa. Per il nuovo Qashqai, i progettisti Nissan hanno realizzato i sedili applicando tecniche di scansione prese in prestito dal settore medico e si sono ispirati alla NASA per esaminare la pressione esercitata sulla schiena dei passeggeri seduti e gli effetti sulla circolazione sanguigna. Ridisegnando gli elementi e migliorando la conformazione nei punti critici, sono riusciti a inserire dei supporti speciali in corrispondenza della zona pelvica, lombare e toracica, al fine di garantire il massimo comfort anche sulle lunghe distanze. La console centrale, poi, dispone di un passaggio per i cavi che permette ai passeggeri di utilizzare i dispostivi esternamente al box, senza dover chiudere lo sportello. Anche i portabicchieri sono più profondi per contenere bevande senza intralciare il conducente nei cambi marcia. Il freno di stazionamento, infine, è elettrico, per recuperare ulteriore spazio nella zona del tunnel centrale. Per quel che riguarda l’impianto d’infotaiment, il nuovo Qashqai è la prima Nissan ad adottare il sistema NissanConnect, che offre la connettività con gli smartphone, dà accesso a numerose App di musica, social network, intrattenimento e viaggio. L’interfaccia uomo-macchina è realizzata con un display touchscreen a colori da 7” ad alta definizione ed è possibile utilizzare i servizi di ricerca e “Send to Car” di Google per pianificare gli itinerari da casa. Sono previsti anche lo streaming audio Bluetooth, la connettività con i telefoni cellulari, gli ingressi Aux-in e USB e una radio DAB (Digital Audio Brodcasting). Ad affiancare lo schermo dell’impianto NissanConnect, il quadro strumenti ha un display a colori TFT da 5” con 12 grafici a rotazione, fra i più sofisticati del mercato. Si può personalizzare la grafica con i colori della carrozzeria del Qashqai, e le schermate riportano velocità media ed effettiva, consumo di carburante, indicazioni particolareggiate sul percorso, contenuti audio, riconoscimento dei segnali stradali, i sistemi Nissan Safety Shield, e il Sistema di controllo del telaio, consigli di ecoguida, pressione degli pneumatici e distribuzione di coppia in modalità 4WD. Il guidatore può infine impostare illuminazione, sensibilità dello sterzo, foto-sensibilità automatica, azionamento dei tergicristalli, chiusura centralizzata, contenuti del computer di bordo e molti altri dettagli tecnici.

NUOVO BENZINA 1.2, NUOVO CAMBIO AUTOMATICO
Al lancio il nuovo Nissan Qashqai è disponibile con 4 motorizzazioni (due benzina e due diesel), con la possibilità di scegliere fra due o quattro ruote motrici e fra cambio manuale o il nuovissimo cambio automatico Xtronic. Alla base della gamma c’è il motore 1.2 DIG-T da 115 CV, messo a punto espressamente per Qashqai. Abbinato a un cambio manuale a sei marce, questo propulsore turbo eroga 115 CV di potenza e 190 Nm di coppia, sostituendo il 4 cilindri 1.6 litri aspirato proposto finora. Con questo benzina entry-level il consumo medio dichiarato è di 5,6 l/100 km, con emissioni di 129 g/km di CO2. Il Qashqai 1.2 DIG-T dispone di Start/Stop di serie, alternatore di tipo rigenerativo, una rapportatura del cambio ottimizzato e olii lubrificanti a bassa viscosità. Salendo nella gamma a benzina, il nuovo Qashqai offre il 1.6 DIG-T da 150 CV (in arrivo nell’estate del 2014), con una coppia massima di 240 Nm e consumi medi dichiarati di 5,6 l/100 km nel ciclo europeo combinato ed emissioni di 132 g/km di CO2. Passando ai diesel, il nuovo Nissan Qashqai a gasolio parte dal quattro cilindri 1.5 dCi da 110 CV, il common-rail di origine Renault giunto alla sesta generazione. Ha 20 Nm di coppia in più ed emissioni di 99 g/km di CO2 e la rimozione dell’ancoraggio della barra di torsione superiore mira a ridurre la trasmissione dei rumori verso l’abitacolo, mentre il peso complessivo dell’unità è stato ridotto (-40 kg) con l’adozione di componenti più leggeri. Anche questo propulsore è dotato di Start/Stop, con una tecnologia di gestione intelligente che riavvia il veicolo entro 0,5 secondi dall’innesto della frizione. In termini di consumi, il nuovo 1.5 dCi dichiara 3,8 l/100 km nel ciclo europeo combinato. Al vertice dell’offerta a gasolio c’è il turbodiesel 1.6 dCi da 130 CV, disponibile in due opzioni: a trazione anteriore o integrale. Già introdotto sul Qashqai attuale, dispone del ricircolo dei gas di scarico a bassa pressione in loop freddo che, reimmettendo i gas di scarico a temperatura inferiore, riduce le emissioni di ossidi di azoto e CO2. Anche il tempo di riscaldamento è stato ridotto per minimizzare gli attriti e gli sprechi di carburante. Nella versione con cambio manuale a due ruote motrici, il motore 1,6 dCi dichiara emissioni di 115 g/km di CO2 consumi medi di 4,4 l/100 km di carburante nel ciclo combinato europeo. I valori passano rispettivamente a 119 g/km e 4,6 l/100 km con il cambio automatico Xtronic e a 129 g/km e 4,9 l/100 km con il cambio manuale a quattro ruote motrici. Proprio questa nuova trasmissione è una new entry esclusiva della seconda generazione di Qashqai, disponibile con il motore 1.6 dCi a due ruote motrici: si tratta di un cambio a variazione continua CVT con gestione elettronica avanzata dei rapporti. Lo schema delle sospensioni è di tipo McPherson all’avantreno e di due diversi tipi al posteriore: a ruote interconnesse sui modelli a due ruote motrici, multi-link sui modelli ALL-MODE 4x4-i. Gli ammortizzatori, poi, sono a doppio pistone: il sistema ha due canali e il primo canale “tradizionale” è smorza le sollecitazioni a bassa frequenza dei fondi stradali irregolari, mentre il canale supplementare assorbe si occupa di gestire le sollecitazioni ad alta frequenza dei fondi uniformi. Lo sterzo del nuovo Qashqai è stato completamente rivisto con l’introduzione della tecnologia EPAS (servosterzo elettrico) su tutta la gamma. C’è una nuova logica di controllo e il potenziamento della risposta in entrata e dell’assistenza a metà curva, gli automobilisti vivranno un’esperienza al contempo rassicurante e coinvolgente. Gli ingegneri hanno Nissan hanno anche allungato l’avancorsa delle sospensioni anteriori, conferendo alle ruote una maggiore agilità di manovra e, quindi, un buon controllo sul volante: non tutti gli automobilisti hanno gli stessi gusti in fatto di sterzo, alcuni si affidano all’auto, altri non rinunciano a mantenere il massimo controllo, come sulle sportive. Per rispondere a queste esigenze, Qashqai propone due modalità di sterzata intercambiabili in base alle preferenze. La modalità Normale offre una risposta moderata, adatta alla guida urbana e alle manovre alle basse velocità o ai viaggi senza stress. In modalità Sport, invece, il sistema EPAS reagisce ai movimenti del guidatore con maggiore sensibilità e richiede più forza per cambiare direzione.

TELAIO “ELETTRONICO”, IN STILE GT-R
Il Sistema Nissan di controllo del telaio (nato dall’esperienza maturata da Nissan nello sviluppo della supercar GT-R) del nuovo Qashqai, incluso sia sulle versioni a due che a quattro ruote motrici, esalta la dinamicità del veicolo grazie a tre elementi. Primo, il Body Motion Control analizza le condizioni stradali, rilevando eventuali irregolarità che potrebbero causare beccheggio e compensa intervenendo sui freni. Secondo, l’Active Engine Brake gestisce la potenza e la controllabilità della trasmissione Xtronic aggiungendo un po’ di freno motore in curva o in fase di decelerazione prima dell’arresto, con vantaggi legati ad un migliore controllo dell’azione frenante e una sensibilità più precisa senza sforzo sul pedale in curva e più prontezza di risposta in caso di arresto completo. Terzo, l’Active Trace Control monitora il comportamento e la traiettoria dell’auto e, come i differenziali a slittamento limitato, applica parzialmente il freno per potenziare la trazione e arginare il sottosterzo. Questo sistema distribuisce la coppia in continuo per regalare agilità e sicurezza. C’è poi il sistema di assistenza alle partenze in salita HSA, che tiene l’auto ferma per 2-3 secondi sul pendio. Come i più recenti modelli Nissan, Qashqai è ricco di funzioni high-tech accessibili, pensate per migliorare l’esperienza di guida. Ad esempio, il sistema Safety Shield di Nissan, con Qashqai si arricchisce del dispositivo anticollisione frontale, del monitoraggio dello stato di allerta del guidatore, del riconoscimento della segnaletica stradale e molti altri sistemi innovativi di sicurezza, mentre il pratico Sistema di assistenza al parcheggio si fa carico delle manovre in città. Tra le altre tecnologie del nuovo Qashqai: Pacchetto Nissan Safety Shield, Sistema anticollisione frontale, Rilevamento colpo di sonno, stanchezza e/o distrazione del guidatore, Riconoscimento segnaletica stradale, Avviso cambio di corsia involontario, Sistema di copertura degli angoli ciechi, Sistema di allerta oggetti in movimento, Regolazione automatica dei fari abbaglianti, Sistema di assistenza al parcheggio.

Scheda Versione

Nissan Qashqai
Nome
Qashqai
Anno
2014
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Novità , Nissan , auto giapponesi


Listino Nissan Qashqai

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.2 DIG-T 115 Visia anteriore benzina 115 1.2 5 € 20.780

LISTINO

1.2 DIG-T 115 Visia anteriore benzina 115 1.2 5 € 20.830

LISTINO

1.6 DIG-T 163 Visia anteriore benzina 163 1.6 5 € 22.500

LISTINO

1.6 DIG-T 163 Visia anteriore benzina 163 1.6 5 € 22.790

LISTINO

1.5 dCi 110 Visia anteriore diesel 110 1.5 5 € 22.800

LISTINO

1.5 dCi 110 Visia anteriore diesel 110 1.5 5 € 22.850

LISTINO

1.2 DIG-T 115 Acenta anteriore benzina 115 1.2 5 € 22.980

LISTINO

1.2 DIG-T 115 Acenta anteriore benzina 115 1.2 5 € 23.030

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top