dalla Home

Curiosità

pubblicato il 8 novembre 2013

Il garage della Polizia di Dubai: ecco perché comprano le supercar

Dall’Aston Martin One-77 alla Ferrari FF, passando per la Nissan GT-R, 12 auto da sogno invidiate in tutto il mondo

Il garage della Polizia di Dubai: ecco perché comprano le supercar
Galleria fotografica - Il garage della Polizia di DubaiGalleria fotografica - Il garage della Polizia di Dubai
  • Il garage della Polizia di Dubai - anteprima 1
  • Il garage della Polizia di Dubai - anteprima 2
  • Il garage della Polizia di Dubai - anteprima 3
  • Il garage della Polizia di Dubai - anteprima 4
  • Il garage della Polizia di Dubai - anteprima 5
  • Il garage della Polizia di Dubai - anteprima 6

780 mila euro mal contati per 5 auto. Ma questo valore si riferisce solo ad una piccola selezione del garage della Polizia più invidiata del mondo che è esposta in questi giorni al Motor Show di Dubai. Lo stand è in assoluto il più visitato: il fascino della divisa bianco-verde è irresistibile sia per il pubblico che per gli addetti ai lavori. E non potrebbe essere altrimenti dato il parterre in campo: Lamborghini Aventador, Audi R8, BMW M6 Gran Coupé, Ferrari FF, Mercedes SL 63 AMG, Nissan GT-R. La meno performante ha 450 cavalli e raggiunge i 250 km/h di velocità massima. Ma che senso ha quest’ostentazione di potenza e di ricchezza? Se lo chiedono in tanti, in tutto il mondo e durante la mia visita a Dubai sono andato a girare la domanda direttamente a chi queste auto le guida…

SONO 12 CON NISSAN E AUDI
Lo stand Dubai Police è presidiato da diversi poliziotti in uniforme tirata a lucido come le auto. Mi avvicino a quello che apparentemente è più alto in grado; lui subito nota l’interessamento e mi accoglie con un sorriso e una domanda scontata: "Buongiorno, benvenuto… Le piacciono le nostre auto?”. Subito dopo inizia ad indicarmi le novità: "Vede… questa (la Nissan GT-R,ndr) è appena arrivata, i sedili sono ancora coperti di plastica. E poi abbiamo preso da poco questa Audi R8 e questa BMW M6. Le altre le abbiamo già rodate su strada, soprattutto la Ferrari FF". Gli chiedo se le ha guidate tutte e mi spiega che fa parte di una squadra accreditata alla guida delle auto sportive e che tutti i colleghi, a rotazione, le guidano. "Il nostro garage oggi conta in tutto 12 supercar, c’è anche la Lamborghini Aventador, che però è parcheggiata fuori dal Motor Show e poi abbiamo anche la Aston Martin One-77". Io gli rispondo che lo so bene perché le foto delle loro auto fanno il giro del mondo e lui: "Sono molto contento, è anche questo che vogliamo..."

UN EXPO’… DI BUON ESEMPIO
Approfondisco il discorso e l’agente mi spiega che questo progetto delle “supercar in divisa” ha due obiettivi. Il primo è di promuovere l’immagine di Dubai nel mondo in vista dell’Expo che si svolgerà nel 2020. “Sa con queste auto giriamo sempre in centro città, vicino alle aree più visitate dai turisti e ormai facciamo parte del panorama di Dubai insieme ai grattacieli”. Il secondo è quello di dare il buon esempio ai (tanti) automobilisti di Dubai che guidano auto super sportive: "Quando siamo di pattuglia noi andiamo sempre piano, guidiamo rilassati per far capire che con queste auto si deve correre solo in pista; su strada è bello guidarle per farle vedere, farsi vedere, farsi fotografare e basta". Il ragionamento non fa una piega, ma allora gli chiedo cosa guidano per fare inseguimenti e lui mi spiega che a Dubai ne fanno pochi: "C’è un sistema di telecamere e un controllo aereo del traffico molto efficace, evitiamo di correre su strada perché è pericoloso e se proprio dobbiamo farlo usiamo delle BMW Serie 5”. Ci sottolinea che per loro è fondamentale questo aspetto di educazione stradale. "Cosa ne pensa?". La domanda appare sincera ed è evidente che sono molto orgogliosi di questo progetto. Io gli ribatto che è una bella iniziativa, forse un po’ costosa e lui mi fa notare che fra i tanti investimenti che si fanno in pubblicità, spendere 2 milioni di euro scarsi per 12 macchine con questo ritorno di immagine è nulla. Considerazione condivisibile.

“VINCE” LAMBORGHINI
Lo saluto chiedendogli qual è l’auto che preferisce guidare: "Per me e per altri colleghi è la Lamborghini Aventador; è quella più divertente e allo stesso tempo facile e confortevole da guidare!”. Poi mi raccomanda: "Andando via vada a vedere la Brabus Classe G, è esposta all’uscita e l’abbiamo presa per promuovere il tuning sicuro…".

Autore:

Tag: Curiosità , polizia


Top