dalla Home

Attualità

pubblicato il 31 gennaio 2007

E’ un’altra Fiat!

E’ un’altra Fiat!

"Sono troppi anni che Fiat non è presente con forza nel segmento C: è arrivata l'ora della rivincita!". Sergio Marchionne, Amministratore Delegato del Gruppo torinese ne è fermamente convinto e non si stancava di sottolinearlo oggi, durante la conferenza stampa per la presentazione della Nuova Bravo. Un modello, quest'ultimo, che non è solo "una bella auto italiana, ma la velocità con cui si muove la Fiat oggi".

E la Fiat veloce lo è stata per davvero: appena 18 mesi per progettare, produrre e mettere in vendita una nuova auto dal giorno dell'approvazione del suo design. Una dimostrazione palese di come si sono ridotti i tempi di reazione della Casa italiana che con l'introduzione del nuovo approccio produttivo "World Class Manufacuring", di ispirazione Toyota, mira altresì a portare la qualità dei suoi prodotti ai massimi livelli possibili.

Marchionne ha poi ricordato che in questo ultimo anno, per la prima volta dal 2000, la Fiat ha conseguito un risultato della gestione ordinaria positivo pari a 291 milioni di Euro, superando di slancio l'obiettivo prefissato a 200 milioni di Euro. E' aumentato il fatturato ( +21,3%) mentre il successo dei nuovi modelli (Grande Punto e Panda su tutti), hanno consentito di raggiungere il tetto delle 2 milioni di auto prodotte.

Dunque "il 2007 è l'anno della svolta", ha continuato Marchionne e "la nuova Bravo è l'auto simbolo del cambiamento", ma al tempo stesso il primo passo di un percorso che è ancora molto lungo. Basti pensare che nei prossimi quattro anni saranno lanciate 46 vetture, tra nuovi modelli e restyling. Solo 11 sono previste per il 2007 e interessano tutti e tre i marchi del Gruppo.
In Casa Fiat, alla Bravo seguirà la Linea e entro fine anno l'attesissima nuova 500.
Lancia, dal canto suo, beneficierà della versione sportiva della Ypsilon e dell'aggiornamento della Phedra in paziente attesa dell'anno prossimo, quando debutterà la nuova Delta HPE.
La gamma Alfa Romeo si arricchirà della 159 Crosswagon e finalmente è stata ufficializzata la data di debutto commerciale della sportivissima 8C Competizione il cui primo esemplare sarà consegnato a settembre. Nel 2008 arriverà invece la Junior, un modello inedito che segnerà il ritorno della Casa di Arese nel segmento delle utilitarie "premium".
E poi c'è il comparto dei veicoli commerciali che continua a regalare soddisfazioni. Il 2007 in particolare è l'anno del nuovo Scudo.

L'obiettivo dichiarato da Marchionne è quello di chiudere l'anno con circa 2.200.000 unità, soglia che sale a quasi 2.400.000 auto se si considerano le joint venture. Entro il 2010, a conclusione dei piano di sviluppo, l'intenzione ancor più ambiziosa è quella di arrivare a vendere 2.800.000 vetture in tutto il mondo. Una gran bella scommessa, ma Fiat sembra avere lo spirito giusto, oltre che tutte le carte in regola, per vincerla!

Autore: Alessandro Lago

Tag: Attualità , Fiat


Top