dalla Home

Home » Argomenti » Codice della Strada

pubblicato il 17 ottobre 2013

Una donna disabile "blocca" il traffico a Roma per contestare una multa

La clamorosa forma di protesta "vista" dalla Redazione di OmniAuto.it

Una donna disabile "blocca" il traffico a Roma per contestare una multa
Galleria fotografica - La protesta della disabile paralizza il trafficoGalleria fotografica - La protesta della disabile paralizza il traffico
  • La protesta della disabile paralizza il traffico - anteprima 1
  • La protesta della disabile paralizza il traffico - anteprima 2
  • La protesta della disabile paralizza il traffico - anteprima 3
  • La protesta della disabile paralizza il traffico - anteprima 4
  • La protesta della disabile paralizza il traffico - anteprima 5
  • La protesta della disabile paralizza il traffico - anteprima 6

Roma, viale della Piramide Cestia: sono le 17:30 del pomeriggio quando il traffico di una carreggiata di questa strada che attraversa il centro della Capitale viene deviato sulla parallela. Il motivo? Una signora disabile è seduta in mezzo alla strada e non ne vuole sapere di spostarsi per fare passare le auto. Il tutto avviene sotto le finestre della Redazione di OmniAuto.it e decidiamo di documentare quest’incredibile fatto di cronaca. La protagonista si chiama Liliana e ha scelto questa forma di protesta per contestare una multa a suo dire ingiusta...

QUELLA RUOTA SUL MARCIAPIEDE
Ecco una versione dei fatti: Liliana (75 anni, invalida al 100%) ci racconta di aver visitato la sede di un’ambasciata in zona. La persona che la accompagna in macchina negli spostamenti quotidiani aveva parcheggiato l’auto con una gomma sul marciapiede “per mancanza di altri posteggi liberi sia normali che per persone invalide”. Dopo alcuni minuti il veicolo è sanzionato dai Vigili con una multa di 84 euro; Liliana se ne accorge e prova a spiegare le sue ragioni al Vigile Urbano che però non cede di un millimetro: l’infrazione c'è e va applicata la legge. E’ a quel punto che scatta la protesta tuttora in corso: Liliana e la sua accompagnatrice si spostano da Monte Aventino, fermano la vettura all’altezza di Piazza Albania e dopo un po’ di fatica per posizionarsi a terra (la donna cammina solo con le stampelle) parte il clamoroso blocco della circolazione.

TRAFFICO IN TILT
A Roma è l’ora di punta è bastano pochi istanti per incolonnare decine di macchine. In Redazione ce ne accorgiamo sentendo il concerto di clacson che costringe la Polizia di Roma Capitale ad intervenire con tre volanti per deviare il traffico e mettere la Signora Salvatori in sicurezza. Ci avviciniamo proprio ai Poliziotti per chiedere la loro versione dell’accaduto che non si discosta da quella fornita dalla controparte, ma è arricchita da una puntualizzazione: “i disabili non possono mica parcheggiare dove vige il divieto di sosta con rimozione forzata, dove vige il divieto di fermata, in corrispondenza o in prossimità delle intersezioni, in seconda fila, sui marciapiedi, sulle piste ciclabili, contro il senso di marcia…". Una risposta formalmente inappuntabile e pure condivisibile nella sostanza. Ma Liliana è ancora lì, in mezzo alla strada con la sua multa, il suo handicap e tanta rabbia per non essere riuscita a farsi ascoltare da un'altra persona.

Autore: Davide Lonardi

Tag: Curiosità , bollo auto , codice della strada , roma , polizia , multe


Top