dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 10 ottobre 2013

Toyota i-Road, su strada nel 2014

Ha tre ruote, è elettrica e può portare due persone. La sperimentazione parte con un progetto di car sharing in Giappone

Toyota i-Road, su strada nel 2014
Galleria fotografica - Toyota i-ROADGalleria fotografica - Toyota i-ROAD
  • Toyota i-ROAD - anteprima 1
  • Toyota i-ROAD - anteprima 2
  • Toyota i-ROAD - anteprima 3
  • Toyota i-ROAD - anteprima 4
  • Toyota i-ROAD - anteprima 5
  • Toyota i-ROAD - anteprima 6

A guardarla bene, la Toyota i-Road, sembra una via di mezzo fra uno scooter e un’auto, un triciclo che unisce le doppie ruote anteriori in stile Piaggio MP3 con le dimensioni e il motore elettrico della Renault Twizy. Vista nell’ottica di una concept senza futuro produttivo la Toyota i-Road può anche suscitare curiosità, ma sapere che la Casa giapponese la produrrà già dal 2014 modifica un po’ la prospettiva tecnico-commerciale di questo strano mezzo. I primi chilometri su strada vera la Toyota i-Road li percorrerà infatti a partire dai primi mesi del 2014 nell’ambito del progetto di car sharing Ha:mo già attivo dal 2012 nella città giapponese di Toyota.

PERFETTA PER IL CAR SHARING NELLE METROPOLI
L’annuncio dell’avvio produttivo della Toyota i-Road è stato dato al CEATEC di Tokyo, il salone dell’elettronica dove già si è messa in mostra la Nissan Leaf a guida autonoma. La i-Road, prodotta in versione monoposto e con motore elettrico si aggiungerà all’attuale flotta del progetto Ha:mo che a breve includerà 100 Toyota Coms EV, 10 biciclette a pedalata assistita Yamaha e un numero non ancora precisato della tre ruote Toyota. L’interessante rete di trasporti Ha:mo prevede la possibilità di utilizzare due servizi; il primo è l’Ha:mo Navi che guida verso i punti di scambio e ricarica dei veicoli elettrici, il secondo è l’Ha:mo Ride che permette di effettuare i piccoli spostamenti fra un mezzo di trasporto e l’altro.

45 KM/H PER 50 KM DI AUTONOMIA
Ricordiamo che la Toyota i-Road è una tre ruote lunga 2.350 mm, larga 850 mm e alta 1.445 mm; questo significa che è un po’ più corta della Twizy, molto più stretta e alta uguale. La versione già pronta per il mercato europeo, molto simile nelle prestazioni alla Twizy 45, è biposto, ha un peso di 300 kg, due motori elettrici da 2 kW ciascuno, una velocità massima di 45 km/h e un’autonomia massima di 50 km (a 30 km/h). Un’esclusiva della i-Road è anche la possibilità di inclinare carrozzeria, abitacolo e ruote in curva, per migliorare la stabilità con il sistema Active Lean. Forse è un po’ presto per vedere la i-Road anche sulle nostre strade, ma ora la Twizy ha una nuova concorrente, per di più creata da un colosso come Toyota.

Autore:

Tag: Anticipazioni , Toyota , auto giapponesi , auto elettrica , car sharing


Top