dalla Home

Mercato

pubblicato il 8 ottobre 2013

Mercato auto: nel 2013 ci sarà con un calo del 6,6%

Gian Primo Quagliano, Presidente del Centro Studi Promotor, intravede però "timidi segnali di ripresa"

Mercato auto: nel 2013 ci sarà con un calo del 6,6%

Il 2013 si chiuderà con 1.310.000 auto immatricolate contro le 1.402.089 dell'anno scorso. Il calo quindi sarà del 6,6%: "non molto" si potrebbe commentare, però in realtà il dato si confronta con una serie di anni in discesa terribili. Con ogni probabilità il mercato dell’auto archivierà il 2013 con un crollo del 47,5% sui livelli ante-crisi. Tuttavia, "in questo scenario cupo si comincia ad intravedere qualche primo segnale in controtendenza", ha detto Gian Primo Quagliano, Presidente del Centro Studi Promotor, che ha citato come primi segnali positivi la frenata della caduta della domanda di auto che si è verificata nel corso del 2013, l’aumento della propensione all’acquisto di autovetture nel terzo trimestre rilevato dall’Istat e la crescita a partire da giugno dell’indicatore di fiducia dei consumatori.

Durante la tavola rotonda "Il mercato dell’auto oltre la metà del guado" in corso a Roma (dove presso Palazzo Altieri intervengono - tra gli altri - Domenico Chianese, Presidente e Amministratore Delegato Ford Italia, Bernard Chrétien, Direttore Generale Renault Italia, Santo Ficili, Responsabile mercato Italia Fiat Automobiles, Massimo Nordio, Direttore Generale e Amministratore Delegato Volkswagen Group Italia, e Roland Schell, Direttore Generale Mercedes-Benz Italia), Quagliano ha ricordato però che a livello nazionale e locale serve una politica diversa. Secondo il Presidente del Centro Studi Promotor occorre che la politca dei trasporti sia "basata su informazioni corrette, e che, senza pregiudizi nei confronti dell’auto, affronti anche le questioni che incidono pesantemente sulla domanda di autovetture e cioè il caro-carburanti, il caro-assicurazioni, l’eccesso di tassazione e le difficoltà del credito".

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top