dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 4 ottobre 2013

Rc auto, addio al contrassegno sul parabrezza

Entro due anni il tagliando cartaceo dell’assicurazione diventerà digitale, sostituito da una banca dati per le forze dell’ordine

Rc auto, addio al contrassegno sul parabrezza

Nel giro di due anni non sarà più necessario esporre sul parabrezza il contrassegno dell’assicurazione auto. Entro il 2015 il classico tagliando cartaceo della Rc auto non esisterà più e verrà sostituito da un database centralizzato delle polizze che servirà soprattutto alle forze dell’ordine per i controlli stradali sull’assicurazione obbligatoria. A dare nuovo impulso all’informatizzazione e “dematerializzazione” dei dati di pagamento dei premi assicurativi, comunque in ritardo sui tempi stabiliti nel 2012 dal decreto liberalizzazioni, è il decreto 9 agosto 2013, n. 110 del Ministero dello Sviluppo Economico, pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale.

Il decreto entrerà in vigore il prossimo 18 ottobre e nell’arco di due anni seguirà delle tappe prestabilite per entrare pienamente a regime: fra queste si segnalano i 30 giorni per l’operatività della banca dati della Motorizzazione, 60 giorni per l’integrazione con i dati già in possesso dell’Ania e 18 mesi per fare in modo che il database possa collegarsi in tempo reale con le apparecchiature di controllo automatico utilizzabili dalle forze dell'ordine. Si avvicina quindi il giorno in cui polizia e carabinieri potranno controllare in tempo reale la validità della copertura assicurativa di una vettura sottoposta a controllo, ma anche dei sistemi automatici che utilizzeranno le telecamere di ZTL, tutor e autovelox. Il decreto del “contrassegno digitale”, oltre a facilitare i controlli automatizzati della copertura assicurativa Rc auto, permetterà di eliminare il problema dei falsi tagliandi, una truffa i cui costi pesano anche sugli automobilisti onesti.

Autore:

Tag: Attualità , autovelox , assicurazioni


Top