dalla Home

Test

pubblicato il 4 ottobre 2013

Audi RS Q3, quattro volte divertente

Il cinque cilindri turbo da 2,5 litri capace di erogare 310 CV fa quasi dimenticare di stare a bordo di una SUV

Audi RS Q3, quattro volte divertente
Galleria fotografica - Audi RS Q3Galleria fotografica - Audi RS Q3
  • Audi RS Q3 - anteprima 1
  • Audi RS Q3 - anteprima 2
  • Audi RS Q3 - anteprima 3
  • Audi RS Q3 - anteprima 4
  • Audi RS Q3 - anteprima 5
  • Audi RS Q3 - anteprima 6

È la prima versione RS della famiglia Q di Audi, che apre la strada al connubio tra la praticità dei SUV e la sportività espressa dal prestigioso marchio RS, simbolo dei modelli ad alte prestazioni della Casa di Ingolstadt. La versione vitaminizzata della Q3 si distingue esternamente per i paraurti maggiorati, il logo ‘quattro’ nella presa d’aria centrale sotto la calandra, lo spoiler posteriore e il diffusore accanto al quale prende posto il grande terminale di scarico ovale. Il particolare di maggior pregio è decisamente meno visibile a prima vista e alloggia sotto il cofano: si tratta del motore cinque cilindri turbo da 2,5 litri, capace di erogare 310 CV e di scattare da 0 a 100 km/h in soli 5,2 secondi. Una goduria per chi siede al volante, che quasi fa dimenticare di essere a bordo di un SUV (pur se più basso di 25 mm rispetto alla versione base che misura 1605 mm) e che fa venire voglia di andare a cercare le curve per divertirsi. Sì, divertimento è forse la parola chiave per interpretare la RS Q3, che sul mercato italiano sarà lanciata a fine novembre ad un prezzo di 57.900 euro.

AGGRESSIVA, MA NON TROPPO NELLE LINEE
Il design esterno non passa certo inosservato, le caratterizzazioni impresse dai tecnici della quattro GmbH, azienda che sforna i modelli Audi ad alte prestazioni, hanno reso più cattiva la RS Q3, senza però perdere di vista l’eleganza del modello originale. Il diffusore e lo spoiler posteriori, abbinati alla calandra anteriore impreziosita dal logo RS e da quello ‘quattro’ posto in basso, sono di grande impatto, ma non disturbano le linee morbide della Q3. I cerchi in lega sono a 5 razze da 19’’, ma a richiesta è possibile avere tre varianti da 20’’. I gruppi ottici anteriori, come ormai su quasi tutti i modelli della gamma, sono di tipo Xeno plus, mentre quelli posteriori sono caratterizzati dalla tecnologia LED e assumono una suggestiva colorazione rossa quando non sono accesi.

METTE TUTTI A PROPRIO AGIO
Negli interni si ritrova la dinamicità della zona esterna: i quadranti grigi del cruscotto illuminati dalle lancette rosse, il volante piatto nella parte inferiore e la pedaliera in look alluminio fanno da cornice ai sedili sportivi in Alcantara nera e pelle (griffati RS), avvolgenti ma mai scomodi anche quando si viaggia a ‘filo di gas’. L’altezza della seduta non varia molto rispetto alla Q3 e le regolazioni (lombare compresa), rendono facile trovare la giusta posizione di guida, grazie anche al volante che scorre in profondità e lunghezza. La visibilità è sempre ottima anche quando il sedile è completamente in basso e il montante sinistro non disturba la visuale negli incroci né sui tornanti. Il menu RS, consultabile nel display posto al centro tra i due quadranti, fornisce informazioni sulla pressione di sovralimentazione, sulla temperatura e sul cronometro, se mai a qualcuno venisse voglia di usarla in… pista! Il sistema di navigazione MMI plus (optional a 1.360 euro) collega la vettura ad internet, così da informare costantemente il guidatore sulla viabilità e permettergli di consultare le mappe di Google Street View. Durante la prova il sistema ha funzionato bene, non ha perso mai la rotta ed è stato preciso nelle indicazioni. L’unico neo è in avvicinamento a incroci, svincoli o rotonde: in queste situazioni avrei gradito che il sistema fosse più veloce nello ‘zoom-in’, spesso ho dovuto provvedere manualmente. L’hotspot WLAN integrato, attraverso il quale i passeggeri possono accedere a internet con il proprio smartphone, può risultare utile durante i lunghi viaggi, affatto scomodi per i passeggeri posteriori che godono di un discreto spazio per gambe e testa.

IL SOUND FA DA COLONNA SONORA PERFETTA ALLA REATTIVITÀ
Il motore è il particolare più interessante della RS Q3. Il cinque cilindri turbo porta il pensiero degli appassionati al celebre propulsore dell’Audi quattro e ne è certamente il degno erede. È capace di erogare 420 Nm di coppia tra 1.500 e 5.200 giri/min, un range che copre praticamente tutta la fascia di utilizzo del motore, considerando che il picco di potenza di 310 CV è fruibile tra 5.200 e 6.700 giri/min. Accoppiato alla trazione quattro (che può trasferire la coppia integralmente alle ruote posteriori se necessario) e al sistema ‘Audi drive select’ - che agisce su propulsore, trasmissione, sterzo (con cremagliera elettromagnetica, che permette di assorbire energia solo in curva), ammortizzatori e differenziale - accontenta le esigenze di ogni tipo di guidatore. È possibile scegliere tre modalità: comfort, auto e dynamic, oppure definire un profilo personale attraverso il dispositivo di infotainment MMI. In ‘comfort’ la RS Q3 abbandona all’apparenza le velleità prestazionali, favorendo una guida rilassata e meno impegnativa, grazie alla regolazione più soft degli ammortizzatori e al volante che diventa molto più morbido, ma mai impreciso. Nonostante ciò, quando si affonda il pedale dell’acceleratore, il cambio DSG doppia frizione a 7 rapporti (tutti molto corti eccezion fatta per la settima marcia) risulta comunque pronto e reattivo pur se impostato in ‘D’, rendendo quasi superflua in questa configurazione la modalità ‘S’, che tira di più le marce e porta le scalate a regimi motore più alti. Il Jaufen Pass, il Brenner Pass e il Fern Pass, i tre passi alpini superati durante la prova su strada, mi hanno spinto a provare a fondo la funzione ‘dynamic’. In questa configurazione una valvola ad azionamento elettrico attiva il secondo tubo di scarico, rendendo il sound molto gradevole. Una colonna sonora perfetta per i tornanti dolomitici, dove ho potuto scoprire le doti del telaio - che conferisce alla RS Q3 grande reattività nei cambi di direzione - e dello sterzo, quest’ultimo millimetrico negli inserimenti in curva. Ho avuto sempre la possibilità di mettere le ruote nell’esatto punto immaginato prima di affrontare la curva, senza dover effettuare alcun tipo di correzione. Dopo molti km può risultare eccessivamente duro, ma è una caratteristica sorvolabile quando si decide di cercarsi i tornanti per divertirsi. L’altra faccia della medaglia della modalità ‘dynamic’ è rappresentata dai consumi: il piacere di guida si paga e varia poco se il cambio viene usato manualmente (con i paddle dietro al volante), in modalità ‘S’ o ‘D’. A fine prova, nella quale ho cercato di mediare l’uso delle due configurazioni ‘comfort’ e ‘dynamic’ anche a seconda del tipo di strada affrontata, sono riuscito a spuntare un valore di 11,9 l/100 km, distante dagli 8,8 l/100 km dichiarati (che non sono riuscito a raggiungere, neanche tenendo uno stile di guida tranquillo e pacato).

MA IL GIOCO VALE LA CANDELA?
Questa è la domanda che tutti vi sarete posti! I 57.900 euro- della versione base, che comprende l’assetto sportivo RS con taratura dinamica di molle e ammortizzatori, l’Audi drive select, l’Audi Sound System, cerchi in lega da 19’’, climatizzatore automatico bizona, impianto frenante RS, interni in Alcantara e pelle, sedili anteriori sportivi, sistema di ausilio al parcheggio plus, menu RS e volante sportivo multifunzione appiattito nella parte inferiore con paddle più logo RS Q3, non sono pochi e per il pacchetto Connectivity (che fornisce in più l’interfaccia Bluetooth, la predisposizione per il navigatore e il lettore di schede SDHC) ci vogliono altri 670 euro, senza contare i 1.360 euro necessari per il pacchetto di navigazione.

Scheda Versione

Audi RS Q3
Nome
RS Q3
Anno
2013 - F.C.
Tipo
Premium
Segmento
compatte
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Andrea Carrato

Tag: Test , Audi , auto europee


Listino Audi Q3

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
2.5 TFSI quattro Stronic 4x4 benzina 310 2.5 5 € 59.200

LISTINO

 

Top